Droni all'aeroporto di Gatwick: due arresti in Regno Unito

Droni all'aeroporto di Gatwick: due arresti in Regno Unito

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Il caso dei droni all'aeroporto di Gatwick ha portato giā ai primi due arresti da parte della Polizia del Sussex. L'annuncio č stato dato dagli stessi agenti e ora si indaga su altre persone e sulle cause.”

Le indagini per i droni all'aeroporto di Gatwick hanno portato ai primi frutti. La Polizia del Sussex ha annunciato in una nota stampa di aver arrestato due persone collegate con gli episodi accaduti nei giorni scorsi e che hanno creato non pochi disagi alle migliaia di persone in viaggio.

Droni Gatwick arresti

Gli arresti sono avvenuti alle 22 del 21 Dicembre stando alle parole del sovrintendente James Collis. Ma non è finita qui perché i due arresti correlati ai droni all'aeroporto di Gatwick potrebbero essere solo l'inizio. Presto ci potrebbero essere ulteriori sviluppi.

Gli arrestati sono un uomo di 47 anni e una donna di 54 anni che risiedono a Crawley (che si trova a pochi chilometri a sud di Gatwick). Dopo gli accertamenti sono stati rilasciati il 22 Dicembre alle ore 11 e rimangono accusati di interruzione dei servizi dell'aeroporto di Gatwick e di aver messo in pericolo le persone.

Stando alle prime indicazioni sulle motivazioni dei voli di droni nelle vicinanze dell'aeroporto, potrebbero non essere di tipo terroristico. Sembra che la pista più probabile sia quella collegata a qualche protesta di stampo ambientalista.

Dirigenti della Polizia hanno anche vagliato diverse possibilità per evitare il succedere di situazioni simili. Nel caso dell'aeroporto di Gatwick si è pensato di utilizzare un dispositivo realizzato in Israele che agisce sui segnali radio. Non sono comunque escluse opzioni meno tecnologiche come l'abbattimento tramite fucili.


Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cosė da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non č detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Cfranco pubblicato il 24 Dicembre 2018, 10:23
Mi sa che siete rimasti un po' indietro
I due sono già stati scagionati e rilasciati
Commento # 2 di: bancodeipugni pubblicato il 24 Dicembre 2018, 12:41
per questo è possibile commentare le news:
per aggiornarle dinamicamente gratis