DJI: novitÓ in arrivo settimana prossima. Ecco il teaser

DJI: novitÓ in arrivo settimana prossima. Ecco il teaser

di Roberto Colombo, pubblicata il

“DJI messo online un teaser nel quale annuncia l'arrivo di un nuovo prodotto per la settimana prossima, per l'esattezza il 23 gennaio. Al momento non si sa nulla delle caratteristiche del nuovo apparecchio nÚ del suo posizionamento”

La curiositÓ Ŕ molta: DJI messo online un teaser nel quale annuncia l'arrivo di un nuovo prodotto per la settimana prossima, per l'esattezza il 23 gennaio. Al momento non si sa nulla delle caratteristiche del nuovo apparecchio nÚ del suo posizionamento.

Alcuni puntano su una versione rinnovata di Mavic Pro, recentemente ha cominciato a vedere qualche concorrente sul mercato davvero in grado di reggere la competizione, mentre un'altra fetta scommette su un prodotto che possa colmare il gap tra il piccolo Spark e Mavic Pro. Potrebbe anche non trattarsi di un drone, ma avendo giÓ annunciato novitÓ nel mondo delle gimbal al CES di Las Vegas, la probabilitÓ che si tratti di un nuovo velivolo Ŕ grande.

Nel frattempo potete dare un occhio alla nostra recensione del piccolo Spark, che nonostante le dimensioni ridotte offre una ampia gamma di funzionalitÓ avanzate.


Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cosý da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non Ŕ detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: GaryMitchell pubblicato il 18 Gennaio 2018, 20:39
Mah, è una cosa senza senso.. continuano a fare droni, grandi, piccoli, potenti, risoluzioni elevate, integrazione di tecnologie sofisticatissime e di media un modello o piu' nuovi l'anno.. mentre nel contempo, continuano ad essere vietatissimi in tutte le parti del mondo e le restrizioni si fanno sempre più aspre, sempre più divieti, sempre più ristrette le possibilità di sorvolo e sempre di meno le aree di collaudo... il tutto disincentivato da multe fantascientifiche che sono assolutamente ridicole, si parla persino di centinaia di migliaia di euro in caso di utilizzo dei droni in zone ad alta densità abitativa, in assenza di patente (che tipo costa 5000 euro l'anno) o di assicurazione (manco parlassimo di un autotreno!)

Il mondo non vuole che il popolo disponga dei droni, il messaggio è chiaro, quindi che senso ha produrne continuamente di nuovi per le masse, come se fossero cellulari?
Commento # 2 di: TheZeb pubblicato il 20 Gennaio 2018, 10:15
Non diciamo panzane... l' attestato di volo non costa 5000€ all' anno. Puoi segliere di prendere quello per le operazioni non critiche e ti costa 1.200 - 1.300€ e poi segliere di fare quello per le operazioni critiche che ti abilita a volare in moltissmi scenari ( aree urbane ad esempio) e sono altri 1.200 - 1.300.
E' giusto che sia così perchè sono veicoli percolosi e vedere gente che li compra senza avere un minimo di coscenza delle regole Enac mi preoccupa molto. Vengono venduti al Medaworld come se fossero giocattoli.. bhè non lo sono.
Commento # 3 di: bio.hazard pubblicato il 20 Gennaio 2018, 17:57
Originariamente inviato da: GaryMitchell
il tutto disincentivato da multe fantascientifiche che sono assolutamente ridicole, si parla persino di centinaia di migliaia di euro in caso di utilizzo dei droni in zone ad alta densità abitativa, in assenza di patente (che tipo costa 5000 euro l'anno) o di assicurazione (manco parlassimo di un autotreno!)


Sorvolando sulla questione della patente da 5.000 euro l'anno (ma chi ve le dice queste scempiaggini?) quando l'imbecille di turno ne farà cadere in testa uno a te o a un tuo familiare (dio non voglia, naturalmente, stiamo solo speculando per amore della discussione), ho come l'impressione che cambieresti idea in un batter d'occhio.

Originariamente inviato da: GaryMitchell
Il mondo non vuole che il popolo disponga dei droni, il messaggio è chiaro, quindi che senso ha produrne continuamente di nuovi per le masse, come se fossero cellulari?


Perchè le tanto le masse li comprano lo stesso, principalmente per bullarsi con gli amichetti su Fessobuc.