Carl Zeiss presenta due obiettivi Macro con attacco EF

Carl Zeiss presenta due obiettivi Macro con attacco EF

di Matteo Cervo, pubblicata il

“Macro Planar T* da 50 e 100 mm di focale dedicati alla fotografia macro con una apertura massima di F/2, ecco il regalo di Natale di Zeiss per i canonisti”


Commenti (21)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: liucliuc pubblicato il 18 Dicembre 2009, 17:05
Originariamente inviato da: Donagh
ma che stai dicendo? spero che tu stia scherzando
se no aime l ignoranza galoppante ci sta circondando sempre piu.

la chiusura diaframma serve per avere piu profondita di campo

fai una macro a 5:1 e vedi che a f64 ce una profondita di campo di mezzo millimetro...


Verissimo, ma l'obiettivo arriva a 1:2
Commento # 12 di: Donagh pubblicato il 18 Dicembre 2009, 17:08
Originariamente inviato da: liucliuc
Verissimo, ma l'obiettivo arriva a 1:2


mettici i tubi di prolunga e arrivi a xx:1 che vuoi
Commento # 13 di: tengo famiglia pubblicato il 18 Dicembre 2009, 18:17
Mi viene da ridere quando si dice obiettivo macro/nitidezza massima e ritratto. Non si può perchè i ritratti non vanno fatti con obiettivi supernitidi, altrimenti l'effeto finale è sconveniente. A prova di quel che sto dicendo, qualcuno inventò gli obiettivi col defocus.

Ho un 85 1.8 canon usm, e quando l'ho usato per ritratti, con la furia di ritoccare la massima nitidezza si ha effetto poco gradevole anche per chi ha la mano esperta al fotoritocco . Invece con un minimo flow (leggero), si ritocca meno e il risultato è mooolto più gradevole. L'ampia apertura di questi obiettivi serve per creare suggestivi effetti di super sfucato appena qualche millimetro dopo il piano focale, e per facilitare la messa a fuoco MANUALE in condizioni di luce scarse, e ricordo che la maggior parte delle digitali di serie non montano il vetrino con l'immagine spezzata, ecco l'utilità di una grande apertura.

Commento # 14 di: darkbasic pubblicato il 18 Dicembre 2009, 19:59
f64 non serve a niente per via della diffrazione, esattamente come un obiettivo "macro" 1:2: ridicolo.
Commento # 15 di: ARARARARARARA pubblicato il 18 Dicembre 2009, 20:53
è macro ogni ottica che sia in grado di arrivare al rapporto 1:2 quindi non capisco che cosa ci sia da stupirsi, vero sarebbe stato meglio 1:1 ma non è molto che esistono macro 1:1 e cmq anche questo come tutti gli obiettivi può usare tubi prolunga.

La messa a fuoco manuale è d'obbligo in macro o quasi, per le altre lenti zeiss... bhè se solo le reflex avessero ancora il mirino coi microprismi e cerchio spezzato molta più gente apprezzerebbe l' MF io lo sto apprezzando su FM2n e FE e devo dire che è di una precisione allucinante ed è velocissimo focheggiare (mai come in auto, anche se al buio l'MF è più veloce)
Commento # 16 di: Son Peo pubblicato il 18 Dicembre 2009, 22:46
E già già già

La potenza è nulla senza il controllo

Byez
Commento # 17 di: Pier2204 pubblicato il 19 Dicembre 2009, 02:12
Originariamente inviato da: Wolfenstein
mi scuso, volevo dire che oltre a non essere motorizzati sono completamente MF il che mi delude moltissimo perchè costano un botto e nemmeno hanno l'AF


Leggendo qualche consiglio, si deduce che su questi macro il Manuale è vivamente consigliato:

"Come primo accorgimento: utilizzate sempre il manual focus.
Questo perché una volta bloccato il fuoco, è possibile fare delle piccole oscillazioni, in avanti ed in dietro, con la camera finché l'immagine sul monitor LCD non risulta perfetta.
Per raggiungere una buona dimestichezza con questa tecnica sono necessari parecchi scatti, ma, appunto, anche questo è un vantaggio per chi possiede una digitale.
Un secondo consiglio riguarda l'apertura: questa dovrebbe essere piccola (F grande) per aumentare la profondità
di campo e poter mettere a fuoco tutta la scena d'interesse.
Si ricorda a tal proposito che con l'aumento dell'ingrandimento inevitabilmente si incorre in una diminuzione della profondità di campo."

Le Ottiche Zeiss sono note per la nitidezza e profondità di campo, oltre mantenere le esatte proporzioni....
Commento # 18 di: tengo famiglia pubblicato il 19 Dicembre 2009, 11:22
stavo notando, paraluce a baionetta su ghiera metallica, figo
Commento # 19 di: Dreadnought pubblicato il 19 Dicembre 2009, 11:42
Originariamente inviato da: darkbasic
f64 non serve a niente per via della diffrazione, esattamente come un obiettivo "macro" 1:2: ridicolo.


f64 è esagerato, ma un f32 l'avrei messo, la diffrazione inizia già ad f16 se è per quello...
Commento # 20 di: Mari.Enx77 pubblicato il 19 Dicembre 2009, 12:43
Ragazzi perdonate ot, ma essendo sempre stato attratto dalle zeiss mi chiedevo un consiglio su un bel 50mm zeiss da montare su una nikon d80?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »