Aumenta la produzione delle lenti 'liquide'

Aumenta la produzione delle lenti 'liquide'

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Varioptic annuncia l'aumento della produzione delle lenti liquide (senza parti in movimento) per arrivare entro la fine dell'anno a un milione di unità al mese”


Commenti (31)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, coś da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 21 di: athanatos pubblicato il 15 Maggio 2007, 10:34
scusate... ma perché c'è scritto: "All'interno della lente i liquidi sono due, della stessa densità"?

Al di là del fatto che riportati in figura ci sono acqua e olio non hanno la stessa densità, perché quella potrebbe essere solo un'immagine esplicativa, qualsiasi siano i liquidi trasparenti utilizzati (e sicuramente brevettati), come la metteremmo con la legge di Snell? Se la loro densità fosse "la stessa", la rifrazione non varierebbe l'angolo e la conseguente messa a fuoco. Come fa a funzionare con 2 liquidi della stessa densità???
Commento # 22 di: Crux_MM pubblicato il 15 Maggio 2007, 11:21
due liquidi della stessa densità si mischiano..sarebbe come guardare in un bicchiere d'acqua..o di qualsiasi altro liquido..quale liquido modificherà la messa a fuoco[ e quindi la rifrazione?]
potrebbe essere un errore di battitura..
Commento # 23 di: AndreaG. pubblicato il 15 Maggio 2007, 12:14
Originariamente inviato da: Korn
davvero forte questo marketing
manco per idea, la fisica non è un opinione i sensori resteranno piccoli, e non se e quanto informazione in più riusciranno a far passare questi obbiettivi rispetto a quelli in vetro


Dicevano la stessa identica cosa quelli che sostenevano che una telecamera non sarebbe mai riuscita ad entrare nell'apollo..... invece mi sembra di ricordare delle riprese lunari
Commento # 24 di: athanatos pubblicato il 15 Maggio 2007, 13:20
e poi... è una nuova tecnologia e può presentare i suoi vantaggi... ma perché tanti sperano che ora avremo obiettivi decenti anche su dispositivi consumer come telefoni e palmari??

non sono un ottico
non sono un fisico
però...

già mi sembra molto complicato fare una lente decente con vetri ottici. Il problema solitamente è creare le giuste curvature (e poi più una lente è grosse e meno i difetti della levigatura saranno evidenti credo, inoltre più una lente (per cui l'obiettivo) è grossa e più luce raccoglierà.
In una lente tradizionale ci sono solo due superfici con mezzi a densità diversa (aria/verto e vetro/aria) e già da obiettivo ad obiettivo le cose cambiano parecchio.

qui quante superfici di contatto abbiamo?
abbiamo un vetro ottico che nella migliore delle ipotesi si comporta comunque come una lastra piano parallela;
abbiamo poi due fluidi, e quasi sicuramente ci sarà un film in mezzo ai fluidi altrimenti, con densità differenti ci sarà comunque una distorisione della superficie di contatto a cusa di quasiasi campo gravitazonale )pensandoci bene quella ci sarà comunque, più o meno evidente, anche con un eventual film intermedio);
Poi abbiamo un altro verto ottico (altra lastra piano parallela)
sempre che vengano usati dei vetri ottici e non della plastica per ridurre spesori ed ingombri.

aria/vetro vetro/fluido fluido/fluido fluido/vetro vetro/aria, e questo per ogni lente (non ho idea se la lente sia unica o se ci sia un sistema di lenti anche nelle applicazioni più semplici)

Già la differenza da lente a lente si nota parecchio nelle macchine fotografiche, e lì l'idea sembra molto più semplice (molto meno attuarla fcendo buone lenti). Siamo sicuri che questa tcnologia possa produrre facilmente delle ottiche ottime? anche in tempi brevi?

Io credo di vedere diversi grattacapi per fare dei prodotti di alta qualità, però sarebbe bello poter vedere un confronto per poter esprimere un giudizio...
Commento # 25 di: ^TiGeRShArK^ pubblicato il 15 Maggio 2007, 14:06
Originariamente inviato da: athanatos
e poi... è una nuova tecnologia e può presentare i suoi vantaggi... ma perché tanti sperano che ora avremo obiettivi decenti anche su dispositivi consumer come telefoni e palmari??

non sono un ottico
non sono un fisico
però...

già mi sembra molto complicato fare una lente decente con vetri ottici. Il problema solitamente è creare le giuste curvature (e poi più una lente è grosse e meno i difetti della levigatura saranno evidenti credo, inoltre più una lente (per cui l'obiettivo) è grossa e più luce raccoglierà.
In una lente tradizionale ci sono solo due superfici con mezzi a densità diversa (aria/verto e vetro/aria) e già da obiettivo ad obiettivo le cose cambiano parecchio.

qui quante superfici di contatto abbiamo?
abbiamo un vetro ottico che nella migliore delle ipotesi si comporta comunque come una lastra piano parallela;
abbiamo poi due fluidi, e quasi sicuramente ci sarà un film in mezzo ai fluidi altrimenti, con densità differenti ci sarà comunque una distorisione della superficie di contatto a cusa di quasiasi campo gravitazonale )pensandoci bene quella ci sarà comunque, più o meno evidente, anche con un eventual film intermedio);
Poi abbiamo un altro verto ottico (altra lastra piano parallela)
sempre che vengano usati dei vetri ottici e non della plastica per ridurre spesori ed ingombri.

aria/vetro vetro/fluido fluido/fluido fluido/vetro vetro/aria, e questo per ogni lente (non ho idea se la lente sia unica o se ci sia un sistema di lenti anche nelle applicazioni più semplici)

Già la differenza da lente a lente si nota parecchio nelle macchine fotografiche, e lì l'idea sembra molto più semplice (molto meno attuarla fcendo buone lenti). Siamo sicuri che questa tcnologia possa produrre facilmente delle ottiche ottime? anche in tempi brevi?

Io credo di vedere diversi grattacapi per fare dei prodotti di alta qualità, però sarebbe bello poter vedere un confronto per poter esprimere un giudizio...


assolutamente no.
Tutte le lenti degne di questo nome, in special modo quelle per uso astronomico, per non avere aberrazione cromatica devono usare + lenti a densità diversa.
Già il semplice doppietto acromatico usa, come dice il nome stesso, due lenti a densità e curvatura differente, una crown e una flint (o qualcosa del genere).
Per gli apocromatici e per quelli ancora migliori di cui mi sfugge lievemente il nome il numero di lenti aumenta ancora di +.
Quindi in teoria questo sistema potrebbe essere anche utilizzato per corregere la cromaticità nel caso in cui si usino + liquidi a densità diversa anzikè due soli.
Cmq imho questa è una tecnologia ancora parecchio immatura, anche se ci vedo un buon potenziale per il futuro.
Commento # 26 di: frankie pubblicato il 15 Maggio 2007, 14:16
5 superfici da attraversare, troppe, considerando che nella superficie di transizione tra i due liquidi non puoi fare un trattamento AR
Commento # 27 di: Korn pubblicato il 15 Maggio 2007, 14:20
Originariamente inviato da: AndreaG.
Dicevano la stessa identica cosa quelli che sostenevano che una telecamera non sarebbe mai riuscita ad entrare nell'apollo..... invece mi sembra di ricordare delle riprese lunari


vedo che fai paragoni azzeccati
Commento # 28 di: sintopatataelettronica pubblicato il 15 Maggio 2007, 19:18
bah.. credo che i telefonini dovrebbero fare solo i telefonini; inoltre non credo che sarà mai possibile ottenere con un cosetto grande quanto una spugna immagini di alta qualità: l'ottica è una cosa complicata che richiede lenti grandi, spazio e materiali di alta qualità.. anche se dovessero inventare una sorta di "lente-occhio bionico" ad altissima definizione non credo che il costo sarebbe tale da renderne saggio l'uso in dispositivi usa & getta come i cellulari.. indi per cui i cellulari produrranno immagini sempre migliori MA costantemente ad anni luce da quelle che daranno (sempre migliori, anch'esse) i dispositivi dedicati come fotocamere o videocamere

dire che un cellulare presto sarà come una videocamera o una fotocamera è semplicemente ridicolo: si .. forse come fotocamere giocattolo da 50 euro o videocamere "mediashopping" da 99,99 euro.. non certo come prodotti seri.
Commento # 29 di: fabiustek pubblicato il 15 Maggio 2007, 22:49
La penso come te... io ho una nikon d50... nuova nuova... e il mio amico un cellulare con una fotocamera da 2 mp.... la differenza è che lui ha l'album pieno xke ovviamente il cell ce l'ha sempre con se ed io la macchina nuova nuova riposta nell'armadio perchè ovviamente mi secca portarmi sempre dietro il carrozzone da turista....
Si tende a portare nella vita di tutti i giorni un dispositivo portatile completo... cellulare.. telecamera, fotocamera pc... ecco perchè nascono gli umpc.. e con il futuro chissà dove arriveranno a rimpicciolirli. Per quanto riguarda quest'ottica non so fino a che punto possa avere uno sbocco, mi ricordo che 10 anni fa mio zio mi portò dall'america una di quelle palle di vetro con dentro l'acqua, avete presente no? quelle che si capovolgono e simulano una nevicata... mi ricordo perfettamente che era piena piena... piano piano si è formata una bollicina d'aria, e adesso c'è un bel cerchio di aria a distanza di 10 anni... quindi se nemmeno il vetro ovviamente per effetto del calore, della micropenetrazione attraverso il vetro riesce a tenere un liquido.. figuriamoci questo che essendo a pressione deve premere l'olio....
Commento # 30 di: fabiustek pubblicato il 15 Maggio 2007, 22:53
e in più ora che ci penso... in estate l'olio frigge, chissà come starà la dentro quando andate a mare... non vi conviene farvi foto... ehehehe e nemmeno portarlo in finlandia... xke l'olio non congela ma l'acqua si... eheheheheh meglio gli obiettivi normali va... almeno li non cambia la viscosità di due liquidi al cambiare della temperatura
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »