Adobe: nuovi strumenti per semplificare il montaggio video in Premiere Pro e After Effects

Adobe: nuovi strumenti per semplificare il montaggio video in Premiere Pro e After Effects

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Tra le novità presentate in merito a Premiere la più interessante è la funzione di 'Color Matching' rapido tra due o più clip. Novità anche per Audition, After Effects e Character Animator”

Ogni anno in occasione del NAB di Las Vegas, Adobe rilascia importanti aggiornamenti per i suoi software dedicati alla realizzazione di video.Per prima cosa Adobe ha concentrato la sua attenzione dilla suite di montaggio Premiere Pro CC, ormai disponibile solo nella versione in abbonamento con il piano Creative Cloud. Tra le novità presentate in merito a Premiere la più interessante è la funzione di color matching rapido tra due o più clip. Capita spesso di montare filmati complessi ripresi da più fotocamere/videocamere, magari con l'ulteriore complicanza, per quelle registrate in esterna, di averlo fatto in momenti diversi della giornata. È l'incubo di ogni montatore video, spesso costretto a un lungo e certosino lavoro per amalgamare i colori tra le diverse tracce video, tra LUT, bilanciamenti del bianco, luminosità, contrasto e fattori simili. La funzione di 'Color Match' promette invece di fare tutto da sola in automatico: dalla timeline si seleziona la clip di riferimento e quelle che a essa si devono accordare.

Si clicca, si attendono pochi secondi e come per magia (almeno così è stato nella demo presentata nella conferenza stampa virtuale dedicata alla stampa) ai filmati viene applicato un grading tale da minimizzare le differenze. Come specificato dagli esperti durante la conferenza stampa, non sempre è tutto così facile, ma in ogni caso il color matching automatico si occupa della gran parte del 'lavoro sporco', permettendo al tecnico addetto al montaggio di concentrarsi sul lavoro di fino. Inoltre con la spunta 'Face detection' è possibile indirizzare le regolazioni automatiche del pannello Colore Lumetri alla preservazione dei toni naturali della pelle.

After Effects è oggi il completamento quasi naturale di Premiere Pro e Adobe ha riservato delle novità anche per questa parte della suite. Ora il lavoro all'interno di questo software viene semplificato con la possibilità di modifica più semplice delle Master Properties, con la possibilità di trasportarle e copiarle in modo più veloce non solo tra le clip, ma anche tra diversi progetti.

Sempre in direzione della semplificazione va il nuovo approccio alle animazioni basate su dati: uno volta stabilito lo stile è facile creare diverse animazioni semplicemente modificando il file sorgente dei dati. Advanced Puppet Engine permette pro di creare animazioni in modo più immediato, ad esempio una bandiera che sventola, semplicemente fissando alcuni parametri e lasciando fare in automatico al sistema.

Character Animator CC era stato uno degli strumenti più apprezzati tra quelli presentati nel 2017: questo strumento permette a chiunque di creare clip con personaggi animati senza la complessità che una volta avrebbe richiesto questo tipo di lavoro. Addirittura, una volta scelto il personaggio, era possibile fargli assumere espressioni facciali tramite il riconoscimento facciale della webcam. Grazie alla tecnologia di lip sync è anche più facile farlo parlare, sempre utilizzando il proprio volto (o quello di un attore) tramite la webcam. Quest'anno Adobe ha migliorato il motore che gestisce la fisica dei movimento, soprattutto nella parte relativa alle interazioni con gli oggetti.

Novità anche per il comparto audio, con la possibilità per Adobe Audition di aprire e modificare tracce audio direttamente dal progetto di Premiere. All'interno di quest'ultima è stata poi integrata la funzione di Auto Ducking che prima era disponibile solo nel software di modifica audio in modalità stand alone. Con questa funzione è possibile creare in modo automatico keyframe sulla traccia audio per bilanciare i volumi di voce e musica, alternandoli in modo automatizzato con un solo clic.

Tutte le novità, visto l'approccio Cloud in abbonamento di Adobe, saranno disponibili fin da subito aggiornando le versioni dei propri software.


Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Wikkle pubblicato il 04 Aprile 2018, 21:27
Interessante, ma il fatto di pagare una tassa fissa (CC) fà troppo incacchiare.

Purtroppo senza leggi che tutelino o altre marche concorrenti di adobe, essa può fare il tempo che vuole. Anche triplicare i prezzi.

E noi professionisti zitti, oppure passare a soluzioni nettamente inferiori.
Commento # 2 di: Karandas pubblicato il 05 Aprile 2018, 08:48
Originariamente inviato da: Wikkle
Interessante, ma il fatto di pagare una tassa fissa (CC) fà troppo incacchiare.

Purtroppo senza leggi che tutelino o altre marche concorrenti di adobe, essa può fare il tempo che vuole. Anche triplicare i prezzi.

E noi professionisti zitti, oppure passare a soluzioni nettamente inferiori.


Il costo mensile delle app adobe per un professionista è più che sostenibile inoltre questo modello di business permette di avere sempre la versione più aggiornata ad un costo inizialmente molto più accessible che in passato.
Chi si lamenta, secondo me tanto, professionista non lo è. Fa pure rima.
Commento # 3 di: ilbarabba pubblicato il 05 Aprile 2018, 08:54
Originariamente inviato da: Karandas
Il costo mensile delle app adobe per un professionista è più che sostenibile inoltre questo modello di business permette di avere sempre la versione più aggiornata ad un costo inizialmente molto più accessible che in passato.
Chi si lamenta, secondo me tanto, professionista non lo è. Fa pure rima.


Il costo della suite per chi ci lavora è praticamente ZERO.
Si lamenta solo chi deve girovagare i siti torrent per trovare l'ultima versione per montare la clip di PUBG in cui si mostra la kill di un cheater (che normalmente non è.
Commento # 4 di: Karandas pubblicato il 05 Aprile 2018, 09:00
Aggiungo che Davinci Resolve è gratuito ed è un software potentissimo, altro che soluzione inferiore...evitiamo certe boiate please.
Commento # 5 di: Wikkle pubblicato il 05 Aprile 2018, 09:40
.....
Commento # 6 di: Wikkle pubblicato il 05 Aprile 2018, 09:40
Originariamente inviato da: Karandas
Il costo mensile delle app adobe per un professionista è più che sostenibile inoltre questo modello di business permette di avere sempre la versione più aggiornata ad un costo inizialmente molto più accessible che in passato.
Chi si lamenta, secondo me tanto, professionista non lo è. Fa pure rima.

Ma smettila di parlare a vanvera.
Ce l'hanno messo in quel posto con un abbonamento mensile, quando prima si poteva comperare e tenere, per sempre.
Ho comperato varie CS, ad anni alterni, perchè le "novità" introdotte erano veramente minime e solamente fatte per vendere una nuova CS.
L'ultima CS6 l'ho acqustata e tenuta per ANNI, ha sempre funzionato benissimo, e sono sempre stato professionista anche senza le inutili nuove features introdotte.

E' come dire che bisogna PER FORZA noleggiare una macchina per sempre, senza poterla più acquistare.

Vi sembra giusto?

Originariamente inviato da: Karandas
Aggiungo che Davinci Resolve è gratuito ed è un software potentissimo, altro che soluzione inferiore...evitiamo certe boiate please.

Stavo parlando di suite adobe, non di programmi editing video.. Hai ragione il thread è sui montaggi video, ma il mio commento era rivolto al fatto che non esistono suite di raccolte software come adobe, intese per per la fotografia, il disegno grafico, il montaggio video, la creazione di contenuti per il web
Commento # 7 di: ilbarabba pubblicato il 05 Aprile 2018, 09:59
Originariamente inviato da: Wikkle
Ma smettila di parlare a vanvera.
Ce l'hanno messo in quel posto con un abbonamento mensile, quando prima si poteva comperare e tenere, per sempre.
Ho comperato varie CS, ad anni alterni, perchè le "novità" introdotte erano veramente minime e solamente fatte per vendere una nuova CS.
L'ultima CS6 l'ho acqustata e tenuta per ANNI, ha sempre funzionato benissimo, e sono sempre stato professionista anche senza le inutili nuove features introdotte.

E' come dire che bisogna PER FORZA noleggiare una macchina per sempre, senza poterla più acquistare.

Vi sembra giusto?


Stavo parlando di suite adobe, non di programmi editing video.. Hai ragione il thread è sui montaggi video, ma il mio commento era rivolto al fatto che non esistono suite di raccolte software come adobe, intese per per la fotografia, il disegno grafico, il montaggio video, la creazione di contenuti per il web


Non è che Adobe si è svegliata la mattina e ha deciso di fare un dispetto ai liberi professionisti.
Come per Office365, alle aziende, conviene pagare un abbonamento e avere i software aggiornati.
Spendono meno e Adobe guadagna di più su servizi extra che normalmente non venivano acquistati da chi comprava una licenza tentando di non aggiornare per anni.

Se una piccola % di utenti della domenica è scontento sono cazzi loro.
Adobe come TUTTE le SW pensa al profitto.
Le aziende che vivono della suite Adobe pensano ai vantaggi e basta.
Commento # 8 di: Wikkle pubblicato il 05 Aprile 2018, 12:27
Originariamente inviato da: ilbarabba
Non è che Adobe si è svegliata la mattina e ha deciso di fare un dispetto ai liberi professionisti.
Come per Office365, alle aziende, conviene pagare un abbonamento e avere i software aggiornati.
Spendono meno e Adobe guadagna di più su servizi extra che normalmente non venivano acquistati da chi comprava una licenza tentando di non aggiornare per anni.

Se una piccola % di utenti della domenica è scontento sono cazzi loro.
Adobe come TUTTE le SW pensa al profitto.
Le aziende che vivono della suite Adobe pensano ai vantaggi e basta.


Incredibile il tuo ragionamento..
Quindi quelli come me che ora spendono il triplo rispetto le CS dovremmo esser contenti e zitti.
Zitti perchè anche Office è così.. e perchè ora possiamo avere 20 programmi gratis di cui ne usiamo solo 3 (come tutti, perchè sfido a trovare uno che usa i loro 20 programmi).

Allora sarai stato contento anche quando tutte le compagnie telefoniche hanno portato la tariffazione a 28 giorni.. Giusto, no? Tanto lo fanno tutte, e loro pensano solo al guadagno.

Finchè c'è gente che ragiona come te, le aziende faranno quello che vogliono e saranno tranquille.
Commento # 9 di: Karandas pubblicato il 05 Aprile 2018, 12:40
Guarda capisco il tuo punto di vista ma dipende giustamente da come sfrutti la suite. Ci sarà sempre a chi conviene e a chi no a prescindere da cosa si offre. Ad ogni modo qui si parla di premiere che in licenza anni fa costava credo un bel po’ più dell’abbonamento annuale. Considerando che é un costo scaricabile al 100% dalle tasse il problema é minimo secondo me.
Commento # 10 di: Wikkle pubblicato il 05 Aprile 2018, 21:55
Originariamente inviato da: Karandas
Ci sarà sempre a chi conviene e a chi no a prescindere da cosa si offre.


Come dicevo prima, il professionista (non un agenzia) che usa tutti i princiapli software è impossibile trovarlo. Quindi il freelance paga anche per quello che non usa, e già solo quello è una fregatura bella e buona.

E' come dire "d'ora in avanti non potete più comperare un automobile, ma potete solo noleggiarla mensilmente... e avrete compreso nel noleggio: un portapacchi, una canoa, gomme da neve, da sabbia, da acqua, 8 gomme di scorta, seggiolini per bambini, reti per cani, parasole e altri accessori completamente inutili ma nuovi!!!"
Voi non direste "ma io voglio e uso solo la macchina, che poi mi tengo per più anni"?

Stesso identico ragionamento, scusate ma è così...
E chi dice che adobe ha fatto bene (tipo l'utente di prima) ad aver imposto la CC rispetto la CS, vuol dire che non ha capito quanto ci stà smenando rispetto a prima, ma si vanta pure e da degli stupidi agli altri

Se adobe guadagnava già con le CS, ora guadagna il triplo con le CC... inoltre ha pure tolto tutte le assistenze nelle varie nazioni, lasciando unicamente quella americana... quindi guadagna ancora di più!!!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor