DJI Mavic Air 2: anteprima, prezzo e caratteristiche. Video 4K/60p e 48 Mp

DJI Mavic Air 2: anteprima, prezzo e caratteristiche. Video 4K/60p e 48 Mp

di Roberto Colombo , pubblicato il

“DJI Mavic Air 2 torna a essere il miglior drone per l'utenza consumer. Offre un compromesso eccellente tra prezzo, funzioni e qualità. La nuova fotocamera da 48 megapixel permette di scattare anche in condizioni di scarsa illuminazione con RAW molto malleabili. Video 4K 60p e Full HD fino a 240 fps sono di livello professionale. Nuove funzioni per voli sicuri e un nuovo radiocomando con portata maggiorata completano il quadro, assieme all'autonomia, che sale a 34 minuti”

Articoli correlati

DJI Mavic 2 Pro, facile da guidare e ottimo per video 4K e foto RAW

DJI Mavic 2 Pro, facile da guidare e ottimo per video 4K e foto RAW

L'appellativo 'Pro' è davvero giustificato per il nuovo DJI Mavic 2 Pro. Messo alla prova con il nuovo DJI Smart Controller è un quadricottero molto facile da guidare, decisamente stabile e in grado di riprendere filmati 4K a 10 bit e immagini fotografiche da 20 megapixel in formato RAW DNG
DJI Mavic 2 Zoom: stabilità record, un drone facilissimo da guidare

DJI Mavic 2 Zoom: stabilità record, un drone facilissimo da guidare

DJI ha fatto di nuovo centro. Il nuovo DJI Mavic 2 Zoom torna ad alzare l'asticella della competizione. Oltre alla videocamera con zoom ottico 2x, il nuovo modello si fa notare per l'estrema facilità di guida, grazie a una perfetta stabilità anche in condizioni ventose e a una elevata precisione di risposta ai comandi
DJI Mavic Air: mai stato così facile far volare un drone

DJI Mavic Air: mai stato così facile far volare un drone

Grazie alle tecnologie APAS di volo assistito non è mai stato così facile fa volare un drone: le videocamere e i sensori permettono a DJI Mavic Air di riconoscere gli ostacoli ed evitare spiacevoli incidenti. Nonostante sia così facile guidarlo in Italia richiede però il patentino ENAC. Registra video 4K a 30 fps e Full HD a 120 fps, oltre a fotografie che con lo stitching automatico possono arrivare a 32 megapixel. Un difetto? Ci vuole il patentino per guidarlo a norma di legge. Ecco la nostra recensione completa


Commenti (22)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: Karandas pubblicato il 28 Aprile 2020, 12:28
Sono due categorie diverse entrambe inoffensive.
Per i 250gr non serve la patente se ben ricordo.
Commento # 12 di: supertigrotto pubblicato il 28 Aprile 2020, 12:33
Per questo drone ci vuole il patentino per operazioni non critiche,io lo sto facendo,costa 31 euro.
Difficile stare dentro i 249 grammi,io che di droni ne ho 5 fra cui 3 Racer,stare sotto i 250 gr è molto difficile,basta solo considerare la batteria che è la cosa che un un drone, solitamente pesa di più,a meno che non dotare il drone di una batteria che dura 2 minuti di volo.
Commento # 13 di: Svelgen pubblicato il 28 Aprile 2020, 12:57
Originariamente inviato da: Karandas
Il regolamento ue prevede che i droni sotto i 500g siano considerati inoffensivi con tutti i vantaggi del caso.
Aspettavo il mavic air 2 pensando che sarebbe rientrato in questa categoria ma così non vedo motivo per acquistarlo. A questo punto meglio aspettare il Mavic Pro 3.


Il regolamento prevede il patentino sopra i 249gr, indipendentemente dall'uso che ne farai (professionale o no).
Questo drone sostituisce il MavicAir che come trasportabilità è imbattibile (ce l'ho, e lo porto praticamente ovunque anche usando uno zaino minimale).
Il pro, sarà anche spettacolare come riprese ma in uno zaino insieme ad altre cose indispensabili che ti porti dietro in montagna, per lunghe sessioni di ripresa e per trekking impegnativi, ti ci sta a fatica e perde il concetto della portabilità.
C'è il mini, è vero, ma non ha sensorista che lo fa volare in modo intelligente e gli fa evitare gli ostacoli.
La dji, a mio parere ha coperto molto bene il mercato e gli usi.
Il mini è un drone selfie avanzato, l'air è più indicato per riprese un po più impegnative, e il pro/zoom per chi vuole il massimo (con costi importanti però.
Commento # 14 di: Svelgen pubblicato il 28 Aprile 2020, 13:19
Originariamente inviato da: andbad
Quanto costa assicurare questo coso?

By(t)e


Puoi includerlo nell'assicurazione casa facendo aggiungere una postilla sulla responsabilità civile.
Non c'è bisogno di farne una a parte.
Commento # 15 di: Svelgen pubblicato il 28 Aprile 2020, 13:50
Ho visto tutta la recensione, ben fatta davvero.
Alla luce di quello che ho visto, c'è stato un bel passo avanti, rispetto al precedente air, lato fotocamera, ma un bel passo indietro nella compattezza del prodotto.
Aumentano i pesi, e gli ingombri sia del telecomando che del drone stesso. Ora se vuoi qualcosa di veramente portatile devi buttarti sul mini, ma perdi alcune funzioni intelligenti e sensoristica che ha invece l'Air1 e 2.
Ero impaziente di vedere questo prodotto, per decidere se sostituire o meno il precedente, ma mi tengo stretto il primo Air.
Per me, rimane il miglior compromesso che ha fatto DJI tra portabilità, intelligenza di volo e fotocamera.
Su quest'ultima, essendo a diaframma fisso, ha bisogno di filtri per ottenere il giusto shutter di ripresa per filmati fluidi e cinematografici, sopratutto con oggetti in movimento.
Nell'Air1, i filtri sono comandamenti avvitabili sull'ottica. In questo modello invece risulterà più scomodo utilizzarli. Altro passo indietro.
Commento # 16 di: Predator_1982 pubblicato il 28 Aprile 2020, 14:28
non so se sia stato detto, ma il transponder sul modello europeo manca, a differenza di quelli commercializzati in america...conviene attendere anche perché i furbi non ne hanno nemmeno tenuto conto nel prezzo
Commento # 17 di: StIwY pubblicato il 28 Aprile 2020, 17:00
Costano ancora troppo questi trabiccoli. Alla fine son solo una scheda elettronica, 4 motorini brushless, uno chassis di plastica e una batteria ( vendute a parte a peso d'oro ). 850 euro e nemmeno una batteria in più. Il Mavic 3 Pro partirà da 1500 euro di base....questi sono pazzi.
Commento # 18 di: Svelgen pubblicato il 28 Aprile 2020, 19:04
Originariamente inviato da: StIwY
Costano ancora troppo questi trabiccoli. Alla fine son solo una scheda elettronica, 4 motorini brushless, uno chassis di plastica e una batteria ( vendute a parte a peso d'oro ). 850 euro e nemmeno una batteria in più. Il Mavic 3 Pro partirà da 1500 euro di base....questi sono pazzi.


Permettimi ma questo commento davvero non si può leggere.
Sentendo parlare molto bene dei vari fimi (e compagnia), in passato ne ho acquistato uno che si proponeva essere una valida alternativa a DJI.
Risultato? L'ho regalato dalla disperazione. Aggiornamenti inesistenti (seguono di pari passo il modello degli smartphone: se gli sei simpatico ricevi gli aggiornamenti, altrimenti ti attacchi e prendi il nuovo modello), supporto problematiche scarso per non dire peggio.
Se vuoi la qualità, la paghi ed ha un costo. Questi in breve tempo sono diventati leader mondiali di questi trabiccoli. Ci saranno anche dietro schede, motori chassis e batterie ma comunque le devi progettare, devi pagare ingegneri che sviluppano firmware, intelligenza di volo (questo trabiccolo evita in modo automatico gli ostacoli, cosa che altri si schiantano senza pietà ecc ecc.
È il solito discordo del: il mio falegname lo fa meglio per la metà.
È una stupidata pensare questo a prescindere.
Commento # 19 di: al135 pubblicato il 28 Aprile 2020, 19:31
Originariamente inviato da: Svelgen
Permettimi ma questo commento davvero non si può leggere.
Sentendo parlare molto bene dei vari fimi (e compagnia), in passato ne ho acquistato uno che si proponeva essere una valida alternativa a DJI.
Risultato? L'ho regalato dalla disperazione. Aggiornamenti inesistenti (seguono di pari passo il modello degli smartphone: se gli sei simpatico ricevi gli aggiornamenti, altrimenti ti attacchi e prendi il nuovo modello), supporto problematiche scarso per non dire peggio.
Se vuoi la qualità, la paghi ed ha un costo. Questi in breve tempo sono diventati leader mondiali di questi trabiccoli. Ci saranno anche dietro schede, motori chassis e batterie ma comunque le devi progettare, devi pagare ingegneri che sviluppano firmware, intelligenza di volo (questo trabiccolo evita in modo automatico gli ostacoli, cosa che altri si schiantano senza pietà ecc ecc.
È il solito discordo del: il mio falegname lo fa meglio per la metà.
È una stupidata pensare questo a prescindere.


quoto. ho avuto phantom 4 pro, inspire 2 con la x5s, e ora utilizzo un portatile mavic 2 pro per la facilità di utilizzo e praticità.
droni eccezionali, gli altri paragonati fanno abbastanza pena.
ma evidentemente lui ha il CUGGGGINO che produce droni artigggianali.
Commento # 20 di: ninja750 pubblicato il 29 Aprile 2020, 12:09
questo non ha il limite in frequenze del mini vero? quindi il range dovrebbe essere elevato
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »