Sigma 18-250 mm F3,5-6,3 DC OS HSM

Sigma 18-250 mm F3,5-6,3 DC OS HSM

di Matteo Cervo, pubblicata il

“Il nuovo zoom 13,8x di Sigma che integra stabilizzatore d'immagine e motore ipersonico”


Commenti (44)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: efrite15 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 14:50
Originariamente inviato da: smania2000
Scrivo questo post non tanto per gli esperti, quanto per chi si avvicina ora alla fotografia reflex.
Un paio di anni fà ho comprato una Canon 400D con sopra un sigma 18-200 f3.5-6.3 (non stabilizzato), che è molto simile a quello presentato in questa news. All'epoca, arrivando dal mondo delle compatte, pensavo che un obiettivo tuttofare fosse l'ideale per fotografare un pò tutto. Credevo che era più comodo avere un obiettivo con quella lunghezza focale piuttosto che due obiettivi che coprivano lo stesso range...niene di più sbagliato!!! Nelle foto da interno impazzivo per ottenere foto che con la bridge di un mio amico venivano senza problemi e nelle foto zoomate ottenevo immagini decisamente meno nitide nonostante usassi la macchina a cavalletto e lui "a mano". Un'amara delusione constatare che molte foto venivano quasi meglio con la vecchia compatta.
Da relativamente poco ho comprato un'ottica fissa 50mm f1.8 ed ho capito realmente l'importanza dell'apertura focale. Da quando ho montato quell'ottica non l'ho più tolta, le foto sono cambiate radicalmente, specie nelle foto da interno. Notturnia ha tutte le ragioni, non ha senso un obiettivo del genere che poi riesci a sfruttare, e solo in parte, solamente nelle giornate soleggiate, in esterno. Mi sono fatto l'idea che se avete l'esigenza di un obiettivo simile è meglio acquistare una bridge perchè il mondo reflex non è per voi. Qualcuno potrebbe obiettare che è utile avere un obietivo così in tutte le situazioni in cui non è possibile portarsi dietro tutto il set di obiettivi...ma a quel punto vi costa di meno una bridge che vi darà foto migliori con ingombri meno impegnativi.


Non penso di essere un esperto fotografo, ma, sinceramente, mi trovo in disaccordo con le tue affermazioni!
Sono appena tornato da un viaggio in Giappone, durato quasi un mese e, come puoi anche vedere su questo forum, e su altri di fotografia, ho avuto davvero molti dubbi sul cosa utilizzare.
All'inizio, per questione di spazio e comodità ero orientato su una Bridge (FZ28) poi, pensado che in fondo un viaggio così non lo potrò rifare facilmente, ho deciso di portare la mia macchina Reflex da battaglia e compare un obbiettivo per l'occasione.
Essendo che non è il caso di portare dietro 2/3 obiettivi, cavalletto, flash, esposimetro ecc ecc (anche perchè se no uno il viaggio non se lo gode.... e cmq l'attrezzatura costa) ho comprato, non senza esitazione, il Nikon 18-200 3.5 5.6 stabilizzato VR seconda generazione... e mi sono trovato non bene ma BENISSIMO!
Certo, per i notturni ho dovuto comprare un cavalletto sul posto, ma le foto diurne, anche con luce non eccezzionale, sono uscite veramente bene!
Sono tornato con 2600 scatti e 10Gb in meno sull'hd del portatile, ma sono soddisfattissimo! Con belle foto notturne e di interni!!
Alla fine un obbiettivo di questa tipologia, se non si hanno esigenze particolari (lavorative) funziona benissimo, è molto comodo, la qualità è cmq molto alta (superiore sicuramente ad una bridge) e si ha in un colpo solo un grand'angolo e un tele...
Certo, non stiamo parlando di matrimoni, gare sportive notturne o cose così...
Bisogna prendere l'obiettivo per quello che è, con pregi e difetti!
E mi sento veramente di consigliare a chiunque l'acquisto di un prodotto equivalente in caso di passione fotografica unita ai viaggi!
Io mi sono comprato l'obbiettivo usato a circa 500 (come nuovo!), preferendolo ad un tamron o sigma nuovi e penso di aver fatto un'ottima scelta
Commento # 12 di: marchigiano pubblicato il 15 Gennaio 2009, 15:16
Originariamente inviato da: Paganetor
be', sarà anche stabilizzato, ma la stabilizzazione tiene fermo chi scatta, non il soggetto... da quel punto di vista, un tempo di scatto veloce salva capra e cavoli!!!


a volte è bello scattare con tempi lunghi grazie allo stabilizzatore, esempio tipico il ruscello o le cascate, il cavalletto non è esattamente rock solid quindi lo stab aiuta a contenere le piccole oscillazioni
Commento # 13 di: diabolik1981 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 15:21
Originariamente inviato da: efrite15
Non penso di essere un esperto fotografo, ma, sinceramente, mi trovo in disaccordo con le tue affermazioni!
Sono appena tornato da un viaggio in Giappone, durato quasi un mese e, come puoi anche vedere su questo forum, e su altri di fotografia, ho avuto davvero molti dubbi sul cosa utilizzare.
All'inizio, per questione di spazio e comodità ero orientato su una Bridge (FZ28) poi, pensado che in fondo un viaggio così non lo potrò rifare facilmente, ho deciso di portare la mia macchina Reflex da battaglia e compare un obbiettivo per l'occasione.
Essendo che non è il caso di portare dietro 2/3 obiettivi, cavalletto, flash, esposimetro ecc ecc (anche perchè se no uno il viaggio non se lo gode.... e cmq l'attrezzatura costa) ho comprato, non senza esitazione, il Nikon 18-200 3.5 5.6 stabilizzato VR seconda generazione... e mi sono trovato non bene ma BENISSIMO!
Certo, per i notturni ho dovuto comprare un cavalletto sul posto, ma le foto diurne, anche con luce non eccezzionale, sono uscite veramente bene!
Sono tornato con 2600 scatti e 10Gb in meno sull'hd del portatile, ma sono soddisfattissimo! Con belle foto notturne e di interni!!
Alla fine un obbiettivo di questa tipologia, se non si hanno esigenze particolari (lavorative) funziona benissimo, è molto comodo, la qualità è cmq molto alta (superiore sicuramente ad una bridge) e si ha in un colpo solo un grand'angolo e un tele...
Certo, non stiamo parlando di matrimoni, gare sportive notturne o cose così...
Bisogna prendere l'obiettivo per quello che è, con pregi e difetti!
E mi sento veramente di consigliare a chiunque l'acquisto di un prodotto equivalente in caso di passione fotografica unita ai viaggi!
Io mi sono comprato l'obbiettivo usato a circa 500€ (come nuovo!), preferendolo ad un tamron o sigma nuovi e penso di aver fatto un'ottima scelta


concordo completamente sul discorso Reflex>Bridge, meno sul discorso obiettivi, qui è questione di gusti e abitudini. Ormai mi porto sempre dietro lo zaino con corpo, 4 obiettivi, 2 flash etc etc + treppiedi con borsone, e l'ho fatto anche a capodanno in montagna...e credimi non è assolutamente comodo da portare sullo slittino in discesa.
Commento # 14 di: diabolik1981 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 15:22
Originariamente inviato da: marchigiano
a volte è bello scattare con tempi lunghi grazie allo stabilizzatore, esempio tipico il ruscello o le cascate, il cavalletto non è esattamente rock solid quindi lo stab aiuta a contenere le piccole oscillazioni


usa un bel monopiede, inizialmente non li ritenevo utili, ora non ne posso fare a meno.
Commento # 15 di: Paganetor pubblicato il 15 Gennaio 2009, 15:28
sì ok, ma non è puoi fare ruscelli a vita
Commento # 16 di: fabry74 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 16:41
mah... l'inutilità del 18-200 postata poco fa' mi sembra non aderente alla realta:

uso da 2 anni il 18-200 sigma su 300D prima e 350D adesso e ho moltissime foto ben riuscite.
uso sempre iso 400 (trovate la differenza con ISO 100 in una canon)
tengo l'obbiettivo sempre a f8 e la sera con il flash faccio foto bellissime.
a 200mm scatto tranquillamente sempre a f8 anche in giornate nuvolose

questo è stabilizzato quindi il problema a 250mm non si pone: al posto di scattare a 1/500 scatti a 1/125 fermando lo stesso il soggetto

a f8 l'obbiettivo è nitido anche ai bordi e la distorsione a 18mm è 2% (meno dei 4% del canon 17-85 ad esempio !)
Commento # 17 di: efrite15 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 17:40
Originariamente inviato da: diabolik1981
concordo completamente sul discorso Reflex>Bridge, meno sul discorso obiettivi, qui è questione di gusti e abitudini. Ormai mi porto sempre dietro lo zaino con corpo, 4 obiettivi, 2 flash etc etc + treppiedi con borsone, e l'ho fatto anche a capodanno in montagna...e credimi non è assolutamente comodo da portare sullo slittino in discesa.


Certo, e tu pensi che un utente normale vada in giro con tutta sta attrezzatura ????????
Suvvia, siamo realisti, chi si porta dietro 5000 euro di attrezzatura con borsoni e tutto per fare delle foto in vacanza?? Diventa più un'uscita lavorativa
Commento # 18 di: matteo10 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 17:51
Mi sembra o è estremamente compatto..??
Commento # 19 di: diabolik1981 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 18:12
Originariamente inviato da: efrite15
Certo, e tu pensi che un utente normale vada in giro con tutta sta attrezzatura ????????
Suvvia, siamo realisti, chi si porta dietro 5000 euro di attrezzatura con borsoni e tutto per fare delle foto in vacanza?? Diventa più un'uscita lavorativa


è da appassionati, l'ho pure scritto, ma poi i risultati si vedono.
Commento # 20 di: ripper71 pubblicato il 15 Gennaio 2009, 18:58
scusate, mi sono affacciato da poco al mondo reflex, con il classico kit 18-55... ovviamente non riesco a fare tutte le foto che vorrei, mi manca un grandangolo... ma mi chiedo come si possa, in una classica gita fuori porta, cambiare obiettivo ogni volta che vogliamo fare una foto diversa dalla precedente... cioè, ok portarsi dietro 2 o 3 obiettivi, ma avere la costanza di cambiarli dopo aver fatto anche una sola foto, e poi ricambiarli nuovamente... boh secondo me alla fine si perdono tanti scatti
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor