Saturno: l'ultima immagine della sonda Cassini prima di disintegrarsi

Saturno: l'ultima immagine della sonda Cassini prima di disintegrarsi

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Prima di distruggersi a contatto con l'atmosfera del pianeta la sonda Cassini - dopo una missione di quasi vent'anni - ci ha regalato un'ultima splendida immagine a colori di Saturno”

La missione della sonda Cassini è durata poco meno di 20 anni - dal 15 ottobre 1997 al 15 settembre 2017 - e in questo periodo ha fornito alcune delle immagini più belle del nostro sistema solare. In particolare, la sonda Cassini ha orbitato attorno a Saturno dal 2004, svelandoci con il passare del tempo nuovi particolari del famoso pianeta con gli anelli, analizzando le particelle che li compongono, ma anche regalandoci immagini dettagliare dei suoi satelliti Titano ed Encelado.

Cliccate sull'immagine per la versione a piena risoluzione

Prima di distruggersi a contatto con l'atmosfera del pianeta la sonda ci ha regalato un'ultima splendida immagine di Saturno. In realtà l'immagine è il frutto della ricomposizione di 80 fotografie grandangolari del pianeta riprese nell'arco di due ore poco prima del tuffo fatale (programmato) nell'atmosfera. Utilizzando una serie di diversi filtri per catturare differenti lunghezze d'onda (e quindi colori) della stessa inquadratura la sonda ha fornito il materiale per ricostruire un'immagine totale del pianeta nei suoi colori naturali. L'immagine ha una scala di 67 km per pixel.


Commenti (30)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 22 Novembre 2017, 14:25
Certo che fa impressione.. se non sapessi di cosa si tratta avrei detto che è un rendering.
Commento # 2 di: deepdark pubblicato il 22 Novembre 2017, 14:35
Probabilmente lo è al 50% se non di più, non credo che la sonda abbia inviato una foto con tale definizione, non ha i mezzi per fare un foto così ne può trasmettere tutti quei dati. Correggetemi se sbaglio ovviamente
Commento # 3 di: jepessen pubblicato il 22 Novembre 2017, 14:42
Originariamente inviato da: deepdark
Probabilmente lo è al 50% se non di più, non credo che la sonda abbia inviato una foto con tale definizione, non ha i mezzi per fare un foto così ne può trasmettere tutti quei dati. Correggetemi se sbaglio ovviamente


Infatti non ha mandato la foto, ha mandato tante foto da cui e' stata composta l'immagine originale...
Commento # 4 di: Phoenix Fire pubblicato il 22 Novembre 2017, 14:42
Originariamente inviato da: deepdark
Probabilmente lo è al 50% se non di più, non credo che la sonda abbia inviato una foto con tale definizione, non ha i mezzi per fare un foto così ne può trasmettere tutti quei dati. Correggetemi se sbaglio ovviamente


l'articolo segnala che la foto è il risultato di 80 fotografie grandangolari
Commento # 5 di: MiKeLezZ pubblicato il 22 Novembre 2017, 14:46
Originariamente inviato da: demon77
Certo che fa impressione.. se non sapessi di cosa si tratta avrei detto che è un rendering.
Tutte le foto della NASA sono pesantemente processate.
Nonostante ciò la visuale rimane incredibile, nonché angosciante il nulla dell'Universo.
Commento # 6 di: D4N!3L3 pubblicato il 22 Novembre 2017, 14:51
Bellissimo.
Commento # 7 di: Cappej pubblicato il 22 Novembre 2017, 14:57
boia, bella pe' davvero
Commento # 8 di: fano pubblicato il 22 Novembre 2017, 15:26
Peccato che per stessa ammissione della NASA sia un "fake" e anche fatto piuttosto male
Commento # 9 di: gioloi pubblicato il 22 Novembre 2017, 15:36
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
l'articolo segnala che la foto è il risultato di 80 fotografie grandangolari

Anche perché, se sta per distruggersi entrando nell'atmosfera del pianeta, la sonda non potrebbe essere lontana come si potrebbe presumere se la foto fosse stata scattata nella sua interezza.
Comunque impressionante.
Commento # 10 di: matrix83 pubblicato il 22 Novembre 2017, 16:06
Originariamente inviato da: fano
Peccato che per stessa ammissione della NASA sia un "fake" e anche fatto piuttosto male

E questa da dove ti è saltata fuori? E' sul sito della NASA: https://photojournal.jpl.nasa.gov/new
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »