LaserFactory  il robot che costruisce robot e droni, senza intervento umano

LaserFactory il robot che costruisce robot e droni, senza intervento umano

di Mattia Speroni, pubblicata il

“LaserFactory un progetto sperimentale del MIT che si propone di realizzare un robot in grado di assemblare altri robot, droni e oggetti smart senza l'intervento umano. Un progetto che potrebbe essere affiancato alle stampanti 3D in casa.”

Anche se potrebbe sembrare l'inizio di un film apocalittico o distopico, LaserFactory è una realtà sviluppata al MIT (Massachusetts Institute of Technology) e che promette di rivoluzionare la produzione di robot e droni. L'idea alla base del progetto è quella di avere un unico dispositivo che, senza l'intervento umano, possa realizzare in autonomia droni e robot funzionanti.

Le combinazioni disponibili sono molteplici così come le possibilità. Il tutto grazie all'integrazione di diversi strumenti in un unico prodotto: dal laser per tagliare, alla saldatrice di circuiti integrati. Una nuova idea per l'automazione applicabile in diversi settori ma soprattutto per portare capacità di assemblaggio anche all'interno di casa.

Con LaserFactory i droni e i robot sono prodotti in autonomia

Il MIT riporta nella nota stampa di come questo modello permetta di realizzare strutture meccaniche bidimensionali e tridimensionali, creare circuiti elettronici, posizionare componenti e saldarli. Certo, attualmente ci sono alcune limitazioni, per esempio gli oggetti creati possono pesare fino a 65 grammi, ma questo limite potrebbe essere superato in futuro.

laserfactory

LaserFactory si propone come "una stampante 3D" ma che possa fare diverse operazioni. Come spiegato dagli ingegneri che hanno lavorato alla sua realizzazione (si tratta pur sempre di un prototipo) "la fabbricazione di dispositivi funzionali continua a richiedere competenze ingegneristiche, ad esempio per realizzare PCB o saldature. [...] Con un dispositivo del genere, gli utenti devono solo caricare i componenti in un'area di stoccaggio all'inizio del processo di fabbricazione ed eseguire il file di fabbricazione per creare un dispositivo completamente funzionale".

Altra nota interessante riguarda non solo la possibilità di creare nuovi dispositivi (droni, robot, braccialetti intelligenti) ma anche di modificare soluzioni già fabbricate da altri aggiungendo componenti. Questo potrebbe permettere di ottimizzare o rendere più adatto ai propri utilizzi un oggetto acquistato.

laserfactory

Per permettere di abbassare i costi di produzione di un sistema come LaserFactory è stata impiegata una macchina per il taglio con il laser commerciale. Questa però è stata modifica permettendo non solo il taglio ma, come scritto sopra, anche la saldatura (con argento) e il posizionamento della componentistica. Non poteva poi mancare il software di controllo che mostra i componenti necessari, la sequenza dei passaggi (l'utente può personalizzarla) oltre a un'anteprima del dispositivo finito.

laserfactory mit

Una delle prove eseguite per dimostrare le funzionalità di questo modello è la realizzazione di un quadricottero (drone) funzionante. Chiaramente non si tratta di modelli paragonabili alle soluzioni commerciali come DJI ma è simile ai modelli a basso costo acquistabili su Amazon. Essendo un progetto sperimentale, molto è ancora da provare e scoprire. LaserFactory però potrebbe essere alla base di dispositivi da affiancare alle stampanti 3D per quanto riguarda la creatività domestica che potrebbero diffondersi in futuro.

Seguiteci anche su Instagram per foto e video in anteprima!

Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, cos da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Gringo [ITF] pubblicato il 16 Aprile 2021, 08:50
..... i primi cenni di SkyNet !
..... manca solo l'autocoscienza.
..... e la comprensione che il male dal pianeta va eliminato.

Commento # 2 di: Zappz pubblicato il 16 Aprile 2021, 10:01
Non ci vedo proprio niente di rivoluzionario...
Commento # 3 di: aqua84 pubblicato il 16 Aprile 2021, 10:23
comunque nel video al minuto 1:10 si vedono delle mani UMANE... forse a qualcosa serviamo ancora noi umani?

tipo ad inventare TUTTO ?
Commento # 4 di: Zappz pubblicato il 16 Aprile 2021, 11:14
Originariamente inviato da: aqua84
comunque nel video al minuto 1:10 si vedono delle mani UMANE... forse a qualcosa serviamo ancora noi umani?

tipo ad inventare TUTTO ?


E' una semplice macchina utensile, dove hanno unito piu' funzioni in una sola macchina, cosa fra l'altro poco utile per della produzione vera.

E' il tipico oggetto che nasce e muore dentro un università.