Alfa 800 DSLR: rumor in rete sulla evoluzione della tropicalizzata di Sony

Alfa 800 DSLR: rumor in rete sulla evoluzione della tropicalizzata di Sony

di Matteo Cervo, pubblicata il

“Diffuso in rete il rumor riguardante l'erede della Alfa 700”


Commenti (44)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: caffenero pubblicato il 23 Gennaio 2009, 15:43
Originariamente inviato da: Jimmy3Dita
Il wi-fi da quello che ho letto serve principalmente per scatti "da remoto", con la fotocamera posizionata dove non e' possibile per svariato tempo scaricare le immagini o vedere gli scatti eseguiti.
Un esempio sono le reflex posizionate a bordo campo negli stadi, con il wi-fi e' possibile rivedere subito le immagini da un portatile e inviarle.
Un altro esempio potrebbe essere un cavalletto o un supporto in posizioni "limite" (a 2 metri d'altezza per esempio) dove rivedere lo scatto -o gli istogrammi- e' impossibile.

Canon e Nikon hanno questa feature solo sui modelli top di gamma, o la forniscono con ingombranti e costosi "grip" aggiuntivi, ma comunque l'eliminazione dei cavi e' l'ultima delle comodita' che interessano al fotografo professionista, tanto le memorie entrano ed escono dalla fotocamera in continuazione (alcuni mi hanno detto che usano memorie da 1/2 giga per maggiore sicurezza).


Concordo. Perlatro, chi scatta in simili condizioni " particolari" non ha nessun problema a sborsare per un accessorio a parte
Commento # 12 di: songohan pubblicato il 23 Gennaio 2009, 16:29
Wi-fi?

Scusate, ma l'aggiunta di tutti questi componenti elettronici non rischia di inficiare, causa rumore elettronico, la qualità degli scatti?
Commento # 13 di: Davis5 pubblicato il 23 Gennaio 2009, 17:19
il wi-fi nei campi di calcio puo' essere molto utle... ovviamente un essere umano scatta... e un secondo essere umano in tempo reale controlla modifica e invia al volo le foto...

viene gia' fatto adesso scippando la CF ogni 5-10 minuti oppure c'e' chi ha gia' speso un migliaio di euro per il modulo nikon... (esiste da anni ma non lo compra quasi nessuno...)


Commento # 14 di: aafranki pubblicato il 23 Gennaio 2009, 18:23
Occhio a quello che succede

Non è il fatto di un'altro corpo macchina, ma si vede una politica commerciale molto precisa, mirata alla conquista del mercato reflex. Non so se vi siete accorti di questo, io sì, perché uno dei migliori obiettivi zoom, Sony Zeiss 16-80 3,5-4,5 che costava fino a pochi mesi fa l'ira di Dio, adesso è reperibile negli Stati Uniti anche a 600 dollari e non è il caso che questa brusca riduzione del prezzo (dal 1600 dollari in partenza) "è capitata" insieme con il lancio di Alpha 900. Si vede una politica commerciale che non lascia spazi al dubbio. Per capirci meglio, quell'obiettivo accopiato alla vecchia Alpha 100 surclassava tutte le reflex per la qualità dell'immagine, non perdo il tempo per raccontare i risultati ottenuti con Alpha 700 che usavo prima con ottimi obiettivi di Minolta, ma non esiste nessun paragone con lo spettacolo del 16-80 di Zeiss. C'è da augurarsi solo che la politica di una graduale conquista di mercato reflex messa in atto da Sony metterà a nostra disposizione simili obiettivi ad un simile prezzo. Ci possiamo solo augurare che quel tipo di concorrenza continui.
Commento # 15 di: morph_it pubblicato il 23 Gennaio 2009, 18:31
Bhè, aspetterei di vedere per cosa lo hanno inserito il wifi, se porte anche qualche accessorio utile, perchè no.

Nella news non c'è scritto che sono in arrivo anche nuove ottiche:
Sony AF DT 10-24mm f/3.5-4.5 (Tamron design)
Sony AF DT 18-270mm f/3.5-6.3 (Tamron design)
Sony AF DT 18-55mm f/3.5-4.5 (Sony design) new kit lens
Sony AF 24-105 F4 G SSM(Sony design)
Sony AF 200/fa macro za ssm(Zeiss design)
Sony AF 600/4 G SSM(Sony design)
Sony AF 24/1.4 ZA (Zeiss design)

Direi cha a parte la fascia intermedia, il corredo Sony, comincia ad essere corposo. Forse qualche tilt shift...e nell'usato hai tutte le elnti minolta, rare in Italia ma numerose in altri stati.

Dire che le Sony sono rumorose, mi pare un esagerazione, Juza e Minoltasonyclub hanno fatto un test tra A900 ed 1Ds MKIII e la differenza non è che sia così ampia, contando la differenza di prezzo (quasi tre sony).
La A700 con il fw nuovo è al pari della corrispettiva nikon, per cui...

L'unico appunto all'utente Sony, è che non esalterei così tanto il 16/80 zeiss, che è meno performante di quello che dice, dimentica che è solo per aps (per cui un pessimo investimento) e non ha la qualità costruttiva degna di una lente, zeiss, da 700€, non a caso è facile incontrare prodotti fallati, direi uno su quattro e per finire è pure abbastanza lenta (buia).

Peccato per questa A800, io speravo in una FF da 12mpx come a casa nikon.
Commento # 16 di: aafranki pubblicato il 23 Gennaio 2009, 20:22
de gustibus

Per carità, stimando sempre professionisti con le aspirazioni delle altezze irraggiungibili, e credo che A900 con le ottiche che oggi costano quel che costano, non è a portata d mano di un comune mortale, la 700 con 16-80 di Zeiss diventa soluzione abbordabile per uno che non è interessato del formato pieno (come il sottoscritto). Per quando riguarda la classe del 16-80 basta leggere le recensioni disponibili in rete (uno di obiettivi più recensiti in assoluto e non senza ragione) e soprattutto prenderlo in mano. Non commento la questione della qualità costruttiva (basta utilzzo quotidiano per rendersi conto di differenza tra diverse Tamron,Sigma, Sony, Minolta etc) e la presunta lentezza (uno che ha minima domestichezza con gli obiettivi dovrebbe sapere che è un discorso di correzione ottica, per cui gli obiettivi con la miglior correzione non sono mai quelli più luminosi), ho fatto un mucchio di foto notturne di mano libera perfettamente nitide e senza grana. Il mio intervento mirava solo ad attirare l'attenzione sul fatto che la strategia Sony di conquistare gradualmente il mercato reflex inizia a portare buoni frutti nei temini di reperibilità delle buone macchine con le ottime ottiche ad un prezzo estremamente ragionevole. Se uno poi ha delle aspirazioni diverse e qualche ricco zio per spendere un patrimonio per il formatio pieno... beato lui. Per i casi dei poveri dilettanti come il sottoscritto, la 700 con obiettivo della classe del 16-80 di Zeiss strabasta e straavanza.
Commento # 17 di: morph_it pubblicato il 23 Gennaio 2009, 21:31
Pensa un po' da altro parti discutevamo proprio della mancanza di ottiche a prezzi abbordabili che non siano kit o tuttofare.
Io non sono sicuro, dalle prove fatte, che il 16/80 regga il confronto con il minolta 28/75 2.8, che costava 600€ nuovo.
Per la luminosità, direi che hai posto male la questione, cioè è più semplice produrre una lente buia che una luminosa, nitida a TA, però, prova a diaframmare un 2.8 di qualità e poi dimmi se la pensi ancora così. Uno con un minimo di dimestichezza sapreppe che un 2.8 diaframmato in genere è meglio di uno che parte da uno stop in più, non fosse altro perchè quello stop può sempre tornarti utile. Non avrebbero senso altrimenti i vari 1.4, 1.8, i mitici F2...li potevano fare tutti F4. Il 28/75 già a 3.5 è una lama.
La scarsa qualità costruttiva poi è sotto gli occhi di tutti, non me lo sono certo inventato, sul forum MSC su 10, almeno 3 sono uscciti difettosi.
Il 16/80 ha ragione di essere su una A200 o A350 (non a caso ha un'escursione notevole), ma su A700 è uno spreco, visto che in sony, il salto successivo è FF, che te ne fai dal piccolo zeiss una volta cambiato il corpo?

Per ora sony ha prodotto solo lenti top, tipo gli zeiss e mortificato la serie "G" relegata a fascia amatoriale, costosa ma alla fine sono tutti obiettivi bui. Il costo però è sempre alto.
Questo non fa altro che far aumentare i prezzi delle vecchie lenti minolta, un beercan dalle 100€ di qualche anno fa, ora costa 160/200€. il 50mm 1.7 arriva sempre sopra le 100 euro, contro le 70/80€ di qualche tempo fa.

Perdonami, ma non sono convinto che Sony stia imbroccando la strada giusta, per quanto ammiro (da vecchio utente minolta) il suo sforzo di arrivare in cima alle vendite.
Ma se a tutto questo non aggiungiamo una buona assistenza, rimarremo sempre dietro.
Commento # 18 di: diabolik1981 pubblicato il 23 Gennaio 2009, 21:41
Originariamente inviato da: morph_it
Pensa un po' da altro parti discutevamo proprio della mancanza di ottiche a prezzi abbordabili che non siano kit o tuttofare.
Io non sono sicuro, dalle prove fatte, che il 16/80 regga il confronto con il minolta 28/75 2.8, che costava 600€ nuovo.
Per la luminosità, direi che hai posto male la questione, cioè è più semplice produrre una lente buia che una luminosa, nitida a TA, però, prova a diaframmare un 2.8 di qualità e poi dimmi se la pensi ancora così. Uno con un minimo di dimestichezza sapreppe che un 2.8 diaframmato in genere è meglio di uno che parte da uno stop in più, non fosse altro perchè quello stop può sempre tornarti utile. Non avrebbero senso altrimenti i vari 1.4, 1.8, i mitici F2...li potevano fare tutti F4. Il 28/75 già a 3.5 è una lama.
La scarsa qualità costruttiva poi è sotto gli occhi di tutti, non me lo sono certo inventato, sul forum MSC su 10, almeno 3 sono uscciti difettosi.
Il 16/80 ha ragione di essere su una A200 o A350 (non a caso ha un'escursione notevole), ma su A700 è uno spreco, visto che in sony, il salto successivo è FF, che te ne fai dal piccolo zeiss una volta cambiato il corpo?

Per ora sony ha prodotto solo lenti top, tipo gli zeiss e mortificato la serie "G" relegata a fascia amatoriale, costosa ma alla fine sono tutti obiettivi bui. Il costo però è sempre alto.
Questo non fa altro che far aumentare i prezzi delle vecchie lenti minolta, un beercan dalle 100€ di qualche anno fa, ora costa 160/200€. il 50mm 1.7 arriva sempre sopra le 100 euro, contro le 70/80€ di qualche tempo fa.

Perdonami, ma non sono convinto che Sony stia imbroccando la strada giusta, per quanto ammiro (da vecchio utente minolta) il suo sforzo di arrivare in cima alle vendite.
Ma se a tutto questo non aggiungiamo una buona assistenza, rimarremo sempre dietro.


quoto tutto, e da utente Canon me ne dispiace, perchè Minolta era un marchio glorioso caduto purtroppo nelle mani di una multinazionale che pensa solo al profitto a tutti costi e meno alla qualità globale.
Commento # 19 di: morph_it pubblicato il 23 Gennaio 2009, 22:24
giusto perchè altrimenti sembra che parlo a sproposito sul 16/80:
http://www.minoltasonyclub.it/cms/f...opic.php?t=4971

e qui il test di raffronto con il 28/75 2.8 minolta, lente con più di 10anni sulle spalle. Più veloce e per FF. Tira tu stesso le conclusioni.
http://www.minoltasonyclub.it/cms/f...zeiss+1680+2875

ah e parliamo di un forum monomarca, quindi piuttosto obiettivo.

@diabolik
in generale concordo, penso che tutti i vecchi utenti minolta, avvertino la distanza che sony ha messo tra produttore e consumatore, minolta era più attenta pur senza strumenti di feedback quale può essere la rete. L'assistenza è migliorata ma lontano da quella pro dei due blasoni più famosi. Il corredo si arricchisce ma continuano a mancare molti accessori utili, basta dare uno sguardo ai cataloghi. Di solito ci dobbiamo rivolgere a terzi, con tutti i problemi del caso.
Dal canto suo, stà producendo favolose lenti TOP (penso a tutti i nuovi zeiss, escluso il 16/80 che secondo me è la "classe A" della fotografia), costose si, ma dato il target...e di corpi oramai ce n'è in abbondanza. Manca una vera ammiraglia, che, come dichiarato da sony arriverà e, secondo me, manca un corpo che colmi lo scompenso tra A900 ed A700. Per questo mi aspettavo una A800 FF da 12mpx come la D3 nikon.
Commento # 20 di: aafranki pubblicato il 24 Gennaio 2009, 00:50
De gustibus semper

Ricapitolando: tutte le ragioni presentate sacrosante, ma ricordiamoci sempre di che cosa stiamo parlando. Da ex utente Minolta con parco obiettivi avanzato e il passaggio attraverso A100 che non era male come l'ingresso nel mondo digitale, ribadisco semplicemente che l'accoppiata tra corpo macchina A700 più sto povero Zeiss non è assolutamente male. Il formato pieno non mi interessa per diversi motivi, dai prezzi iniziando. Con tutto rispetto agli obiettivi Minolta che conservo per i motivi di nostalgia, compreso 100x300 che non era per niente economico, ma una volta montato sto povero 16x80 di Zeiss la differenza è talmente palese che gli altri obiettivi riposano ormai tranquilli nel mio armadio. Nutro una stima infinita per tutte le belle teorie, ma penso che i risultati pratici contano almeno qualcosa. Ripeto: se a qualcuno di voi capiterà l'occasione di beccarsi a buon prezzo la 700 più sto povero 16x80, non se ne pentirà. Conosco qualcuno che ha fatto le foto da favola (stampe ingrandite e mostre comprese) con la grezza Sono f828 che monta uno Zeiss 28-200 e ha "soli" 8Mp. Per la famosa luminosità degli obiettivi, è un discorso che perde ormai significato pratico, perché se con la 700 facevo le foto notturne persino con tele (qualità stabilizzatore) e lo stesso con 16x80,senza usare mai flash, vuol dire che con il progresso di tecnica forse i vecchi canoni non sono così obbligatori come sembra sulla carta, almeno per uno che non si occupa di giornalismo sportivo. Invito comunque al collaudo dei pezzi in discussione, perché è una soddisfazione sui livelli dell'arte pura. Alla fino è la vera praxis che conta. Delle teorie ce ne sono tante in giro...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor