Sony ha ucciso le reflex, ormai è un dato di fatto

Sony ha ucciso le reflex, ormai è un dato di fatto

di Roberto Colombo , pubblicato il

“A poco più di 8 anni dal lancio delle sue prime mirrorless full frame A7 e A7R Sony ha raggiunto l'obiettivo che si era prefissata: ha messo la parola fine al segmento delle reflex. Canon e Nikon prima hanno deriso i colleghi giapponesi, ma alla fine si sono dovute adeguare e anche per le loro ammiraglie il futuro è mirrorless. Sony saprà beneficiare del funerale delle reflex o Canon e Nikon continueranno a tenere il pallino del mercato professionale?”


Commenti (102)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 11 di: nickmot pubblicato il 15 Febbraio 2022, 14:28
Originariamente inviato da: il_joe
per ignoranza: ma quale sono le reali differenze nell'utilizzo tra mirrorless e reflex? Quali sono gli svantaggi delle prime? Perchè dovrei preferire le reflex?
grazie


Le mirrorless, per come sono fatte no nhanno problemi di front-back focus ed offrono sistemi di messa a fuoco decisamente più evoluti, complessi e veloci.
Più alcune chicche come il focus peaking e anteprima di esposizione e profondità di campo (queste ultime due, tutto sommato, meno importanti).
Le reflex però offrono durata batteria estremamente migliore ed accesso ad un parco ottiche (anche usato) decisamente superiore.

Originariamente inviato da: Paganetor
Le ML però stanno anche "uccidendo" la fascia bassa.
C'è chi ormai pensa sia ostaggio degli smartphone, ma io credo che le vecchie reflex in offerta sui volantini a 300 euro fossero un ottimo punto di accesso al mondo della fotografia "come si deve".

Oggi quanto costa la ML più sfigata? Lasciamo un attimo da parte le funzioni, non a tutti servono 120 fps a 256.000 ISO o video 4k 60 fps.

Con una vecchia EOS 1000D e una lente decente tiravi fuori delle signore foto (ovviamente bisgona essere capaci). Con un migliaio di euro ti facevi un corredo onesto, mentre oggi bastano giusto per il corpo macchina ML.

Io sinceramente la sovrapposizione tra smartphone pro e reflex entry level ancora non lo vedo (pur usando spesso e volentieri il telefonoo per fare foto, ma più per una questione di ingombri e praticità che di qualità


Vero quello che dici dal punto di vista tecnico, ma dal punto di vista commerciale, lo smartphone si è mangiato le compatte e pure le reflex da poco, che in molti compravano per usare in auto con il 18-55, pensando di avere automagicamente foto migliori.
Ci resta fregato chi vuole mettersi seriamente a cercare di imparare a far foto.

Originariamente inviato da: Svelgen
Ma Sony di grazia cosa ci azzecca?
È il mercato che in futuro ucciderà le reflex, così come è avvenuto con l'avvento delle digitali sulla pellicola.
Per ora comunque, le mirolless sono relegate alla fascia alta dove se vuoi beneficiare davvero della novità, ti tocca cambiare tutto il corredo e non il solo corpo macchina perché tanto, le ottiche già le avevi.
Io per ora, visti i prezzi, mi tengo ben stretto il mio corredo tra cui un vetusto Nikon 80-200 f2,8 che sforna ancora ottime foto.
Tra 5/6 anni, si vedrà...


Beh, Sony è la prima ad aver spinto pesantemente sulle mirrorless, raggiungendo risultati così eccellenti, da fregare clienti a Canon e spingerla a passare seriamente alle ML.

Certo, Canon ti permette di usare tutte le vecchie ottiche senza problemi, con un semplice anello adattatore che, almeno una volta, era incluso nella scatola.
Commento # 12 di: demon77 pubblicato il 15 Febbraio 2022, 14:54
Originariamente inviato da: il_joe
per ignoranza: ma quale sono le reali differenze nell'utilizzo tra mirrorless e reflex? Quali sono gli svantaggi delle prime? Perchè dovrei preferire le reflex?
grazie


So che se qualche tradizionalista mi sfanculerà sicuramente, ma di fatto la reflex ha smesso di avere senso già da parecchio.
Non c'è ad oggi nessuna ragione al mondo per preferire un reflex ad una ML.

La reflex aveva senso ai temp idella pellicola perchè era l'unica vera soluzione per avere una visione della futura foto direttmante dall'obiettivo della macchina.
Poi è arrivato il CCD e per pura immediatezza e semplicità si sono limitati a sostituire la pellicola col CCD senza toccare la meccanica.
Ma adesso proprio è insensato visto che la preview della foto te la da il CCD direttamente.
Commento # 13 di: HSH pubblicato il 15 Febbraio 2022, 14:58
Originariamente inviato da: demon77
So che se qualche tradizionalista mi sfanculerà sicuramente, ma di fatto la reflex ha smesso di avere senso già da parecchio.
Non c'è ad oggi nessuna ragione al mondo per preferire un reflex ad una ML.

C'è ed è il prezzo
Commento # 14 di: demon77 pubblicato il 15 Febbraio 2022, 14:59
Originariamente inviato da: HSH
C'è ed è il prezzo


ah beh si, se perliamo delle ML di ultimo grido sicuramente.
Commento # 15 di: HW2021 pubblicato il 15 Febbraio 2022, 15:01
Le reflex si differenziano da altre fotocamere non reflex per la presenza di un banale specchio interposto tra l'attacco a baionetta dell'ottica e il sensore (la mia è una semplificazione in quanto in realtà non è un banale specchio ma un pentaprisma ...) al fine di permette di vedere nel mirino ottico esattamente la stessa inquadratura della scena così come è vista dall'ottica.

L'idea di inserire uno specchio (Pentaprisma) prima nelle fotocamere non digitali (a pellicola) e ora in quelle digitali, si è dimostrata una soluzione tanto semplice quanto efficace per aggirare il problema dell'errore di parallasse nell'inquadratura dovuto al mirino ottico che a fortiori non collima con l'asse ottico dell'ottica; tuttavia l'aspetto negativo è che la presenza dello specchio inevitabilmente impone maggiori ingombri dei corpi delle fotocamere e maggiori pesi oltre al problema di imporre un maggior tiraggio di messa a fuoco che è un problema in certe applicazioni (per esempio per le applicazioni fotografiche in ambito astronomico)

Gli attuali mirini elettronici (Electronic View Finder brevemente EVF), che concretamente sono dei mini display digitali, non fanno altro che mostrare esattamente ciò che vede il sensore della fotocamera ed esattamente come fa il display principale senza avere problemi di errori di parallasse nell'inquadratura. Solo che fino a qualche anno fa gli EVF oltre che pesavano parecchio sul prezzo finale della fotocamera ma soprattutto le loro prestazioni erano decisamente inferiori a quelle dei mirini ottici delle reflex. Oggi la differenza di prestazioni è stata colmata, anzi in alcune fotocamere mirrorless di fascia alta sono addirittura superiori. Quindi e inutile continuare ancora con gli ingombranti pentaprisma delle reflex ...

Proprio recentemente ho acquistato una Mirrorless Full Frame di fascia professionale, le prestazioni del suo EVF sono eccezionali tanto è vero che ho perso l'abitudine di inquadrare in Live View (ovvero usando il display principale) con il vantaggio (oltre di un decisivo minor ingombro e peso) anche di una maggior stabilità nello scattare scongiurando il mosso negli scatti anche con tempi di esposizione relativamente lunghi (con la stabilizzazione ottica a 5 assi di cui è datata posso scattare tranquillamente anche ad 1/2 sec di esposizione senza ricorrere a cavalletti o a appoggi stabili di fortuna). L'altro vantaggio è che finalmente posso usare la mia nuova fotocamera anche per le riprese astronomiche grazie al minor tiraggio di messa a fuoco senza ricorrere a telescopi specificatamente realizzati con maggior backfocus proprio per l'utilizzo in fotografia astronomica; il mio è un telescopio che ho modificato sostituendo l'obiettivo sferico con uno parabolico di pari focale e apertura (fatto realizzare appositamente qui in italia da un noto ottico veneto), ma avevo sempre il problema di un back focus insofficiente per riprese astronomiche con fotocamere reflex ...

Ma oggi

Commento # 16 di: HW2021 pubblicato il 15 Febbraio 2022, 15:01
Le reflex si differenziano da altre fotocamere non reflex per la presenza di un banale specchio interposto tra l'attacco a baionetta dell'ottica e il sensore (la mia è una semplificazione in quanto in realtà non è un banale specchio ma un pentaprisma ...) al fine di permette di vedere nel mirino ottico esattamente la stessa inquadratura della scena così come è vista dall'ottica.

L'idea di inserire uno specchio (Pentaprisma) prima nelle fotocamere non digitali (a pellicola) e ora in quelle digitali, si è dimostrata una soluzione tanto semplice quanto efficace per aggirare il problema dell'errore di parallasse nell'inquadratura dovuto al mirino ottico che a fortiori non collima con l'asse ottico dell'ottica; tuttavia l'aspetto negativo è che la presenza dello specchio inevitabilmente impone maggiori ingombri dei corpi delle fotocamere e maggiori pesi oltre al problema di imporre un maggior tiraggio di messa a fuoco che è un problema in certe applicazioni (per esempio per le applicazioni fotografiche in ambito astronomico)

Gli attuali mirini elettronici (Electronic View Finder brevemente EVF), che concretamente sono dei mini display digitali, non fanno altro che mostrare esattamente ciò che vede il sensore della fotocamera ed esattamente come fa il display principale senza avere problemi di errori di parallasse nell'inquadratura. Solo che fino a qualche anno fa gli EVF oltre che pesavano parecchio sul prezzo finale della fotocamera ma soprattutto le loro prestazioni erano decisamente inferiori a quelle dei mirini ottici delle reflex. Oggi la differenza di prestazioni è stata colmata, anzi in alcune fotocamere mirrorless di fascia alta sono addirittura superiori. Quindi e inutile continuare ancora con gli ingombranti pentaprisma delle reflex ...

Proprio recentemente ho acquistato una Mirrorless Full Frame di fascia professionale, le prestazioni del suo EVF sono eccezionali tanto è vero che ho perso l'abitudine di inquadrare in Live View (ovvero usando il display principale) con il vantaggio (oltre di un decisivo minor ingombro e peso) anche di una maggior stabilità nello scattare scongiurando il mosso negli scatti anche con tempi di esposizione relativamente lunghi (con la stabilizzazione ottica a 5 assi di cui è datata posso scattare tranquillamente anche ad 1/2 sec di esposizione senza ricorrere a cavalletti o a appoggi stabili di fortuna). L'altro vantaggio è che finalmente posso usare la mia nuova fotocamera anche per le riprese astronomiche grazie al minor tiraggio di messa a fuoco senza ricorrere a telescopi specificatamente realizzati con maggior backfocus proprio per l'utilizzo in fotografia astronomica; il mio è un telescopio che ho modificato sostituendo l'obiettivo sferico con uno parabolico di pari focale e apertura (fatto realizzare appositamente qui in italia da un noto ottico veneto), ma avevo sempre il problema di un back focus insofficiente per riprese astronomiche con fotocamere reflex ...

Ma oggi

Commento # 17 di: Giuss pubblicato il 15 Febbraio 2022, 15:16
Da (parziale) ignorante è quello che stavo pensando io, se si usano mirini elettronici lo specchio non ha senso di esistere.
Serviva nelle reflex a pellicola per vedere con il mirino attraverso l'obiettivo della macchina.
Commento # 18 di: nickmot pubblicato il 15 Febbraio 2022, 15:19
Originariamente inviato da: Giuss
Da (parziale) ignorante è quello che stavo pensando io, se si usano mirini elettronici lo specchio non ha senso di esistere.
Serviva nelle reflex a pellicola per vedere con il mirino attraverso l'obiettivo della macchina.


Solo negli ultimi anni i mirini elettronici hanno raggiunto una buona qualità, tanto da non far rimpiangere quelli ottici.
Commento # 19 di: demon77 pubblicato il 15 Febbraio 2022, 15:25
Originariamente inviato da: nickmot
Solo negli ultimi anni i mirini elettronici hanno raggiunto una buona qualità, tanto da non far rimpiangere quelli ottici.


Esatto.
Era appunto per quersto motivo che quasi tutti hanno tergiversato a lungo prima di cestinare definitivamente specchio e pentaprisma.
Commento # 20 di: HSH pubblicato il 15 Febbraio 2022, 15:27
Originariamente inviato da: demon77
ah beh si, se perliamo delle ML di ultimo grido sicuramente.


Anche una normale Z50 apsc, solo corpo sta sui 950 € contro l'ottima D5600 300€ in meno
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »