Capire il cambiamento climatico: Canon è Digital Imaging Partner della mostra

Capire il cambiamento climatico: Canon è Digital Imaging Partner della mostra

di Mattia Speroni, pubblicata il

“Capire il cambiamento climatico è la nuova mostra che punta alla sensibilizzazione degli spettatori verso i cambiamenti che stanno coinvolgendo il nostro Pianeta. Canon ha scelto di essere partner della mostra, in linea con la filosofia aziendale.”

Capire il cambiamento climatico è la mostra che ha aperto i battenti il 7 Marzo 2019 e continuerà fino al 26 Maggio 2019. Come si può capire dal titolo, si tratta di un progetto che punta a far conoscere ai visitatori ciò che sta accadendo sul nostro Pianeta attraverso fotografie e tecnologie digitali.

La mostra Capire il cambiamento climatico è stata realizzata dal Museo di Storia Naturale di Milano, dal Comune di Milano (assessorato alla Cultura), OTM Company e Studeo Group e ha visto la collaborazione della National Geographic Society. Il curatore scientifico è poi un nome conosciuto ai più, Luca Mercalli, Presidente Società Meteorologica Italiana.

capire il cambiamento climatico mostra

Capire le cause e i cambiamenti che la Terra sta subendo e come limitarne gli effetti sarà essenziale nei prossimi anni, sia per l'esistenza dell'essere umano sia per le forme animali e vegetali che popolano il pianeta.

All'interno di Capire il cambiamento climatico ci saranno oltre 300 fotografie realizzate dai fotografi di National Geographic che mostreranno dalla fusione dei ghiacci perenni, ai fenomeni meteorologici estremi (ondate di caldo, uragani e tempeste). Ci sarà poi spazio per le sfide alla sopravvivenza di animali per via dei cambiamenti dell'habitat.

Canon ha voluto partecipare come Digital Imaging Partner per mostrare la sensibilità aziendale verso la tematica trattata e portando il suo know-how nella realizzazione delle installazioni.

Canon spende molto in ricerca e sviluppo per migliorare i processi produttivi cercando di ridurre al minimo il suo impatto in diversi settori. Seguendo la filosofia "Produci - usa - ricicla" e sfruttando un'idea di economia circolare, la società nipponica è molto sensibile alla tematica "green".

I proiettori Canon sono stati utilizzati all'interno di Capire il cambiamento climatico per mostrare le immagini in grande formato permettendo di far immergere lo spettatore nelle scene e "viverle" più intensamente. Il parco dispositivi conta 27 proiettori tra XEED WUX-400ST, XEED WUX-450ST e XEED WUX-500ST in grado di fornire sia qualità di riproduzione che un attento risparmio energetico.

Massimiliano Ceravolo (Director Professional Imaging Group and Marketing Imaging Technologies & Communications Group) ha dichiarato "Kyosei – Vivere e lavorare insieme per il bene comune – è questa la filosofia che da sempre accompagna la nostra azienda. Crediamo che essere al fianco di Cortona On the Move, National Geographic Society e tutti gli enti coinvolti nel progetto sia la prova concreta di come Canon cerchi sempre diffondere Kyosei".


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: efewfew pubblicato il 12 Marzo 2019, 12:38
Ecco si, visto che dobbiamo "Capire le cause e i cambiamenti che la Terra sta subendo e come limitarne gli effetti" io aggiungerei altri proiettori, 27 mi sembrano pochini... anche perché se non alziamo il pil dei paesi come possiamo limitare il surriscaldamento globale?
BenQ Monitor