Tecnologia anti-mosso in Photoshop: annuncio il 6 maggio

Tecnologia anti-mosso in Photoshop: annuncio il 6 maggio

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Dopo due anni Adobe torna a parlare della tecnologia anti-mosso per riportare a nitidezza immagini mosse: tutti i dettagli durante Adobe MAX del 6 maggio”

Adobe è al lavoro sulla tecnologia da tempo, già nel 2011 aveva promesso una tecnologia di stabilizzazione digitale in post produzione, in grado di rendere nitide immagini mosse, analizzando le immagini e ricavando lo schema di movimento che ha portato al mosso, porvando correggerlo. Due anni fa le prime dimostrazioni avevano lasciato tutti a bocca aperta, salvo poi dimostrarsi, in parte, non del tutto veritiere in quando una delle immagini era uno scatto nitido sfocato 'ad arte' per mettere in luce le potenzialità del nuovo plug-in per Photoshop. Per un bel po' di tempo non si è poi più sentito parlare di tale tecnologia.


L'immagine dimostrativa del 2011 incriminata

A distanza di due anni Adobe torna sul tema e in un video crea grandi aspettative nei confronti dell'evento Adobe MAX del 6 di maggio. In quella data dovrebbe essere finalmente lanciato ufficiale il nuovo filtro per Photoshop 'Camera Shake Redutcion', in grado di riportare a nitidezza delle immagini mosse anche in modo profondo, almeno stando alla dimostrazione video:

Si tratta di una funzione che aveva creato grande interesse nel pubblico, che si trova spesso a dover affrontare la tragica realtà di non poter utilizzare scatti interessanti a causa della presenza evidente di mosso. Sarà interessante valutare dopo l'annuncio l'effettiva efficacia del nuovo filtro, ma certamente potrebbe rivelarsi un'arma in più per recuperare scatti difficili.


Commenti (24)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: .:Sephiroth:. pubblicato il 22 Aprile 2013, 10:28
se funziona sarebbe davvero utilissimo
Commento # 2 di: Eress pubblicato il 22 Aprile 2013, 10:30
Una caratteristica che serviva da tempo.
Commento # 3 di: roccia1234 pubblicato il 22 Aprile 2013, 10:42
Basta che stavolta non sia finta
Commento # 4 di: mentalray pubblicato il 22 Aprile 2013, 10:51
Beh ottimo, magari in futuro lo si avrà direttamente in-camera al pari della correzione della distorsione della lente e non avremo piu' bisogno di costosi obiettivi o corpi macchina stabilizzati meccanicamente.
Commento # 5 di: themac pubblicato il 22 Aprile 2013, 11:04
A parte che il video fa rabbrividire : Usare un trackpad, come una specie di polpo, per photoshop, e' farsi del male da soli (ma e' proprio usare un trackpad che e' [I]Diabolico[/I], fa perdere dal 40 al 90% di produttivita' in ogni ambito) , dovrebbe essere vietato, contro i diritti dell'uomo

In ogni caso, se i rumor sono veri, e partendo dall'assioma che nessuna foto mossa puo' essere salvata (ma in questo la tecnologia e' sempre ben disposta a smentire ogni certezza...), pare si tratti di un de-shake che va a profilarsi sulla tipologia della macchina che ha scattato la foto (come i profili raw, per rendere una idea) e, anche, sul "tipo di mosso".

Stiamo a vedere.

Se funziona (anche pochino) e' assolutamente "The Next Big Thing" e Adobe passa in cima alla mia lista degli "innovatori"

TheMac
Commento # 6 di: gatsu76 pubblicato il 22 Aprile 2013, 11:08
di filtri del genere c'era traccia anche qualche anno fa ma non facevano assolutamente miracoli, anzi i risultati erano a dir poco penosi.. non mi aspetto troppo (sperando di essere smentito), ma magari qualche micromosso può essere salvato.. sono molto curioso...
Commento # 7 di: Cfranco pubblicato il 22 Aprile 2013, 11:42
Originariamente inviato da: gatsu76
di filtri del genere c'era traccia anche qualche anno fa ma non facevano assolutamente miracoli, anzi i risultati erano a dir poco penosi.. non mi aspetto troppo (sperando di essere smentito), ma magari qualche micromosso può essere salvato.. sono molto curioso...


Matematicamente la ricostruzione dell' immagine è abbastanza banale ( almeno per un pc )
Il problema è che per farlo bisogna conoscere come si è spostata la fotocamera durante lo scatto
Lì sta il casino, infatti la cosa importante è questa : "analizzando le immagini e ricavando lo schema di movimento che ha portato al mosso"
I software che si trovano chiedono a te di definire il vettore di spostamento, non cercano neppure di provare a calcolarlo
Bisognerà vedere se riesce a ricostruire lo spostamento, su quali assi e che casi di movimenti non uniformi riesce a gestire
Una volta che sai la traiettoria tutto il resto è facile


Originariamente inviato da: mentalray
Beh ottimo, magari in futuro lo si avrà direttamente in-camera al pari della correzione della distorsione della lente e non avremo piu' bisogno di costosi obiettivi o corpi macchina stabilizzati meccanicamente.

Farlo in-camera potrebbe essere persino più facile, se la camera avesse dei sensori di movimento potrebbe conoscere lo spostamento della macchina durante lo scatto in maniera automatica, senza dover analizzare l' immagine ( con le difficoltà di interpretazione che questo comporta )
Commento # 8 di: Rubberick pubblicato il 22 Aprile 2013, 11:58
tutto ottimo ma la maggior parte delle operazioni se non erro è ancora single threaded.. spero tutti questi filtri siano gestiti in multi-thread se non altro per sfruttare i multi core decentemente

mi pare il filtro blur fosse l'unico a sfruttare pienamente il multi-thread... immagino il codice di photoshop sia immenso e debbano riscrivere molto ma è giunto il momento
Commento # 9 di: gd350turbo pubblicato il 22 Aprile 2013, 12:03
Nell'attesa di sapere se questa sarà una reale innovazione o una grande bufala, continuo di scattare le foto con i tempi più bassi possibili !
Commento # 10 di: deggial pubblicato il 22 Aprile 2013, 12:11
Originariamente inviato da: Cfranco
Matematicamente la ricostruzione dell' immagine è abbastanza banale ( almeno per un pc )
Il problema è che per farlo bisogna conoscere come si è spostata la fotocamera durante lo scatto
Lì sta il casino, infatti la cosa importante è questa : "analizzando le immagini e ricavando lo schema di movimento che ha portato al mosso"
I software che si trovano chiedono a te di definire il vettore di spostamento, non cercano neppure di provare a calcolarlo
Bisognerà vedere se riesce a ricostruire lo spostamento, su quali assi e che casi di movimenti non uniformi riesce a gestire
Una volta che sai la traiettoria tutto il resto è facile


se nella foto c'è un punto di luce, la cosa diventa facile (facile facile no, diciamo più facile), perchè praticamente ti disegna il vettore dello spostamento in modo chiaro.
Per tutti gli altri infiniti casi, immagino che dal punto di vista teorico prima devi riuscire a isolare una porzione di un determinato colore con qualche filtro, e poi cercare di trovare il vettore.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor