Nikon D3100: sotto il vestito molto

Nikon D3100: sotto il vestito molto

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Parafrasando il famoso film di Carlo Vanzina il titolo di questa recensione sintetizza il nostro giudizio su Nikon D3100: sotto un apparente vestito da entry level si nascondono caratteristiche molto interessanti”

Introduzione

Nikon D3100 si è presentata come un aggiornamento sostanziale del precedente modello Nikon D3000, dopo che quest'ultima aveva rappresentato un cambio di nomenclatura con un leggero make-up rispetto alla precedente reflex entry level D60, restando però ancorata a un sensore CCD da 10 megapixel privo di live view e supporto video.

Le novità introdotte con Nikon D3100 ruotano tutte intorno al nuovo elemento sensibile scelto, un sensore CMOS da 14,2 megapixel, in grado di ampliare molto le possibilità rispetto al modello precedente. Nikon ha introdotto le funzionalità Live View e il supporto alla registrazione di filmati video. In quest'ultimo campo molti si aspettavano il semplice supporto 720p, ma Nikon ha deciso di seguire il trend del momento e ha offerto la registrazione Full HD anche sul modello di ingresso nel suo parco reflex.

Piccola e leggera Nikon D3100 punta a ripetere il successo dei modelli precedenti, inserendosi nel solco della tradizione delle macchine della casa giallo-nera: in particolare troviamo un autofocus a 11 punti con possibilità di inseguimento e una sensibilità ISO elevata ai livelli di macchine di fascia superiore. Come sempre nella nostra recensione affiancheremo dati e test tecnici a una ricca gamma di impressioni sul campo, per dare un'idea a tutto tondo delle opportunità che questa piccola reflex mette a disposizione.

BenQ Monitor