Sony World Photography Awards: a settembre la mostra arriverà anche in Italia

Sony World Photography Awards: a settembre la mostra arriverà anche in Italia

di Roberto Colombo, pubblicata il

“La buona notizia è che da quest'anno la mostra dei Sony World Photography Awards farà tappa anche in Italia, per la precisione allo Spazio Tadini di Milano (via Jommelli 24) dal 16 settembre al 16 ottobre 2016”

Irving Penn, Richard Avedon, Guy Bourdin, David Lachapelle, Mario Testino, Oliviero Toscani: alcune delle loro foto più famose rivivono negli scatti di Alberto Alicata

Negli ultimi anni i fotografi italiani hanno sempre ben figurato ai Sony World Photography Awards, concorso internazionale che, dati alla mani, è ormai il più partecipato del mondo. Fino a ieri per poter vedere le foto dal vivo era necessario recarsi nei giorni successivi all'annuncio dei vincitori alla Somerset House di Londra, dove viene tutti gli anni allestita la mostra con una selezione degli scatti premiati e finalisti. Oppure, negli ultimi anni, intercettare all'estero la mostra itinerante in India, Germania, Cina, Giappone, Australia, Francia, Russia e Stati Uniti.

La premiazione dei Sony World Photography Awards è sempre anche momento di incontro conviviale tra i fotografi, qui vediamo Christian Massari, vincitore del National Award per l'Italia, tra i due vincitori Alberto Alicata (a sinistra) e Francesco Amorosino

La buona notizia è che da quest'anno la mostra dei Sony World Photography Awards farà tappa anche in Italia, per la precisione allo Spazio Tadini di Milano (via Jommelli 24) dal 16 settembre al 16 ottobre 2016. Come dicevamo è la prima volta che la prestigiosa mostra promossa dalla World Photography Organisation arriva in Italia. L’ingresso sarà gratuito per coloro che hanno la tessera dello Spazio, mentre il biglietto per il pubblico costerà 2 euro.

In esposizione, tra gli altri, i 3 italiani vincitori della categoria Professionisti, Marcello Bonfanti (Ritratto), Alberto Alicata (Fotografia in posa) e Francesco Amorosino (Natura Morta), il vincitore del National Award, Christian Massari e la vincitrice della categoria Panorama dello Youth Award, Anais Stupka.


Commenti

BenQ Monitor