Micropompe per il nuovo brevetto Canon sulle lenti liquide

Micropompe per il nuovo brevetto Canon sulle lenti liquide

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Canon ha recentemente depositato un nuovo brevetto: in questo caso sono le lenti liquide al centro dell'attenzione. Un sistema a micropompe è la soluzione Canon”

Il mondo dei brevetti permette di dare un interessante sguardo sui temi su cui sono al lavoro i team di ricerca e sviluppo delle aziende, grandi e piccole. Buona parte dei brevetti non arriva a una finalizzazione diretta, anche se resta nel bagaglio di proprietà intellettuale delle aziende, tornando utili poi magari per azioni legali o simili. Canon sembra molto attiva negli ultimi tempi nella ricerca di nuove tecnologie. Abbiamo recentemente visto come abbia depositato un brevetto legato a sensori 'a strati' privi di filtro Bayer e con funzionamento simile ai Foveon X3 utilizzati da Sigma.

Uno degli ultimi brevetti venuti alla luce copre una tecnologia per un nuovo design di lenti liquide, un tema che ciclicamente torna a fare parlare di sé. Generalmente si utilizzano due liquidi e con l'applicazione di una corrente elettrica se ne modifica la curvatura all'interfaccia, ma il brevetto Canon ha un approccio completamente diverso basandosi su un sistema di micropompe, che dovrebbero permettere un controllo più preciso e stabile della curvatura della lente liquida. Controllando tramite le pompe le quantità dei liquidi all'interno della camera è possibile modificare la curvatura della lente.

Nel brevetto le micropompe lavorano su due stati spento/acceso e la modifica della curvatura avviene attraverso l'accensione in serie di più pompe. Canon sembra già proporre design abbastanza complessi, con anelli concentrici di micropompe. Al momento non è noto quale possa essere il campo di applicazione del brevetto, generalmente questo tipo di tecnologia viene indirizzato a elementi di piccole dimensioni, come i moduli utilizzati in cellulari e videocamere di sorveglianza.


Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Microfrost pubblicato il 03 Giugno 2013, 10:59
i sette nani saranno contenti

L O L
Commento # 2 di: roccia1234 pubblicato il 03 Giugno 2013, 11:02
Mooolto interessante come brevetto.

Magari si può sfruttare la cosa per avere sistemi autofocus estremamente più rapidi, precisi e senza i difetti dell'IF e magari che mettono a fuoco più da vicino (marketing permettendo).

O magari lenti zoom di maggiore qualità e con minori compromessi delle attuali.

O entrambe le cose
Commento # 3 di: -giorgio-87 pubblicato il 03 Giugno 2013, 12:22
complimenti bel nome...canon 80d micropompe attive
BenQ Monitor