Adobe rilascia la release candidate di Camera Raw 8.1

Adobe rilascia la release candidate di Camera Raw 8.1

di Michele Tarantini, pubblicata il

“Adobe ha rilasciato la versione RC di Camera Raw e DNG Converter 8.1: disponibili anche per gli utenti CS6, con alcune limitazioni”

Adobe, che ha da poco presentato l'ultima versione della propria suite di applicativi - quella che è stata ribattezzata Creative Cloud - ha anche appena rilasciato la release candidate delle versioni 8.1 di Camera Raw e DNG Converter. Tra le novità da segnalare vi è innanzitutto la possibilità di fruire dell'ultima versione di Camera Raw, la 8.1 come detto, non solo dagli utenti dell'ultima versione dei software di casa Adobe, come consuetudine della casa, ma anche dagli utenti CS6.  

Gli utenti CS6 che aggiorneranno Camera Raw ovviamente non potranno sfruttare appieno le possibilità offerte dall'ultima versione del software, quelle presentate contestualmente alla Creative Cloud come le nuove funzionalità Upright e Radial Gradient, ma potranno tuttavia avvalessi della piena compatibilità con le fotocamere presentate recentemente come Olympus EP 5 o Panasonic LUMIX DMC G6, stesso supporto offerto dalla contestuale versione di Adobe DNG Converter.

Riguardo alle intenzioni di Adobe sull'eventuale disponibilità di futuri aggiornamenti per gli utenti CS6, Tom Hogarty, product manager di Camera Raw e Lightroom si è espresso a riguardo con queste parole: "I don’t have a timeline for how long this camera raw support will continue for Photoshop CS6 but I want to be consistent with our past policy of providing raw support for currently shipping products". Per la lista completa delle fotocamere e delle ottiche supportate dall'ultima release candidate oltre che per il download è possibile visitare la pagina dedicata Adobe Labs .


Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Maniac! pubblicato il 21 Maggio 2013, 13:39
Per fortuna anche per la CS6
Commento # 2 di: AleLinuxBSD pubblicato il 21 Maggio 2013, 17:01
Peccato che Adobe si sia interstardita nel volere imporre l'edizione Cloud ...
In ogni modo, grazie a questa mossa si spera che esisterà maggiore incentivo nella ricerca di alternative ...
Commento # 3 di: vidal1986 pubblicato il 21 Maggio 2013, 21:53
Ma quali alternative. Adobe controlla il mercato della fotografia professionale, quindi fa bene a fare così. Da professionista mi dispiace, perché è costato un botto comprare parte della suite. L'unica sottospecie di alternativa era offerta da Macromedia... che è stata assorbita dalla stessa Adobe.
Il clouding arginerà molto la pirateria, e forse sarà la volta che noi professionisti verremo rispettati e non perderemo il lavoro per ogni coglione di bimbominkia dotato di reflex che si vende per 30 euro!
Commento # 4 di: KevinL pubblicato il 22 Maggio 2013, 09:11
Secondo me invece cambierà poco sul piano pirateria: usciranno comunque le copie pirata e Adobe stessa trae giovamento dalla pirateria, se photoshop e company non hanno rivali è anche grazie alla enorme diffusione.
Se sparirà la pirateria i bimbominkia di sicuro non spenderanno migliaia di € per acquistare photoshop, e magari si rivolgeranno ad es a gimp contribuendo alla sua diffusione e Adobe non guadagnerebbe di più perchè appunto i professionisti acquistano già, gli "scariconi" non acquisterebbero comunque
Commento # 5 di: lucap68 pubblicato il 22 Maggio 2013, 18:41
@ vidal1986,

sbagli, perché se io da committente accetto un lavoro di un bimbominkia a 30€ vuol dire che della qualità non me ne frega poi tanto, il che si traduce, in soldoni, nel fatto che il bimbominkia continuerà a fornire servizi di bassa qualità, ma con un software diverso, perché il suo target non richiederà mai la complessità di photoshop.
E comunque non sarà photoshop a far diventare qualcuno un profesionista da strapagare.
Allo stesso modo, se io uso photoshop ogni tanto, non userò la versione cloud, ma mi terrò qualle vecchia, e tra un tot di anni, la dismetterò semplicemente a favoro di qualche altro software che nel frattempo sarà emerso.
Per quanto riguarda la pirateria, riguarderà solo quella percentuale di professionisti che ci facevano un reddito senza acquistarlo, perché chi lo usa amatorialmente, non lo avrebbe comunque acquistato. E alla fine, sarà proprio il quest ultimo a favorire la nascita di altri standard di fatto, accade sempre che un sistema declina e muore, quando si ripiega su se stesso a difendere le posizioni raggiunte con un gioco di chiavistelli.
BenQ Monitor