WPP 2014: l'86% delle foto è scattato con reflex Canon e Nikon

WPP 2014: l'86% delle foto è scattato con reflex Canon e Nikon

di Michele Tarantini, pubblicata il

“Canon è la scelta maggiormente in voga tra i partecipanti, anche del vincitore. Solo il 2% dei lavori è stato scattato a pellicola”

Quanto è importante il tipo di attrezzatura che si utilizza per realizzare una fotografia? Il tema è vecchio quanto (e più) della fotografia stessa ed ancora oggi i dibattiti sulla questione affollano più di qualche forum (e conferenza, workshop...). Che pensiate che il fotografo sia il sommo ed unico creatore delle immagini catturate o solamente un umile servitore della propria macchina fotografica, sta di fatto che spesso -talvolta anche per una sorta di voyeurismo- avere la possibilità di sapere con quale attrezzatura è stata realizzata un'immagine stuzzica più di qualche curiosità.

L'organizzazione dell'appena concluso World Press Photo ha messo a disposizione i metadati di (quasi) tutte le immagini finaliste. Sono diversi i dati interessanti che si possono trarre da questo genere di informazioni. Innanzitutto il grande predominio delle DSRL; in un momento durante il quale il segmento delle mirrorless è in costante crescita (anche verso la parte alta della gamma), la quasi totalità delle fotografie sono scattate con fotocamere reflex.

Canon inoltre surclassa Nikon di molto; sua la fotocamera più utilizzata (EOS 1D X) in assoluto ed anche quella con la quale è stato realizzato lo scatto vincente (Canon EOS 5D Mark III con EF 35mm f/1.4L USM ad F1.4 ed un’esposizione di 1/40 a 10.000 ISO). Leica, marchio forse più di altri legato al fotogiornalismo, è stata scelta solamente dal 7% dei fotografi, poco più di quelli che hanno optato per una Sony. In ultimo registriamo come, prevedibilmente, nel mondo del reportage la pellicola sia ormai prossima al totale abbandono: solamente il 2% delle immagini arrivate nelle selezioni finali non sono state realizzate utilizzando una fotocamera digitale.


Commenti (22)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Paganetor pubblicato il 19 Febbraio 2014, 10:00
Be', il fatto che siano scattate con i due brand più diffusi non significa che non si potessero fare con altri

E lo dico da felice possessore di attrezzatura Canon
Commento # 2 di: demon77 pubblicato il 19 Febbraio 2014, 10:02
"in un momento durante il quale il segmento delle mirrorless è in costante crescita (anche verso la parte alta della gamma), la quasi totalità delle fotografie sono scattate con fotocamere reflex"

Va beh direi che ci sta..
Le mirrorless sono indubbiamente macchine di tutto rispetto e probabilmente tra qualche anno si prenderanno la loro fetta anche nel mondo professionale, ma la DSRL resterà sempre in testa penso.
Non solo per la maggior possibilità in termini di ottiche e impostazioni (che potrebbe pure colmarsi in futuro) ma anche perchè i reporter di oggi hanno già il loro kit di ottiche accumulate nel tempo e relativi corpi macchina.. non è roba che prendi e metti da parte dall'oggi al domani!
Commento # 3 di: roccia1234 pubblicato il 19 Febbraio 2014, 10:21
Sinceramente, una cosa del genere me la aspettavo anche senza leggere l'articolo.
Canon e nikon sono i marchi più diffusi, e producono (e vendono) principalmente dslr, va dasè che la maggior parte delle foto vengano scattate con queste.

Originariamente inviato da: demon77
Le mirrorless sono indubbiamente macchine di tutto rispetto e probabilmente tra qualche anno si prenderanno la loro fetta anche nel mondo professionale, ma la DSRL resterà sempre in testa penso.
Non solo per la maggior possibilità in termini di ottiche e impostazioni (che potrebbe pure colmarsi in futuro) ma anche perchè i reporter di oggi hanno già il loro kit di ottiche accumulate nel tempo e relativi corpi macchina.. non è roba che prendi e metti da parte dall'oggi al domani!


Io non ne sarei così sicuro.
Oramai le mirrorless possono competere in tutto e per tutto ad armi pari con una DSLR classica... tranne per quanto riguarda l'AF e il mirino ottico.
Ed è proprio lato AF che i produttori stanno lavorando più intensamente, integrando nei sensori d'immagine i sensori dell'af a fase.
Ora sono ancora in fase embrionale, ma non mi stupirei se, in un futuro non troppo lontano, questi sensori raggiungeranno le stesse prestazioni degli AF a fase dedicati delle DSLR. Anche oggi, comunque, hanno prestazioni di tutto rispetto.
A quel punto lo specchio che si ribalta servirebbe solo al mirino ottico... ma con l'avanzare dei mirini elettronici (e con la tecnologia OLED che promette faville), anche il mirino ottico potrebbe essere/sarà soppiantato da quello elettronico.
A quel punto, lo specchio sarà inutile.

Per la questione ottiche, sarebbe sufficiente montarle tramite adattatori, ovviamente con contatti elettronici, che non daranno alcuna differenza nell'uso pratico.
Commento # 4 di: opelio pubblicato il 19 Febbraio 2014, 11:29
Originariamente inviato da: roccia1234
A quel punto lo specchio che si ribalta servirebbe solo al mirino ottico... ma con l'avanzare dei mirini elettronici (e con la tecnologia OLED che promette faville), anche il mirino ottico potrebbe essere/sarà soppiantato da quello elettronico.
A quel punto, lo specchio sarà inutile.

Per la questione ottiche, sarebbe sufficiente montarle tramite adattatori, ovviamente con contatti elettronici, che non daranno alcuna differenza nell'uso pratico.


A questo livello di fotogiornalismo si parla di tutto meno che di geek della fotografia. E se ne sbattono della qualità di un mirino elettronico; cercano altro e per quello serve il mirino ottico.

Poi proprio utile usare gli adattatori mandando al diavolo tutta la tropicalizzazione della coppia corpo/obiettivo.

Non è gente che fotografa i gatti per poi metterci su una cornicetta patetica e la firma pinco pallo photographer.
Commento # 5 di: flapane pubblicato il 19 Febbraio 2014, 11:29
Originariamente inviato da: roccia1234
Per la questione ottiche, sarebbe sufficiente montarle tramite adattatori, ovviamente con contatti elettronici, che non daranno alcuna differenza nell'uso pratico.


A meno di non produrre mirrorless "massicce", si avrebbe un baricentro totalmente sballato, motivo per cui nessuno, ad oggi, ha prodotto zoom 2.8 specifici per mirrorless.
Commento # 6 di: CrapaDiLegno pubblicato il 19 Febbraio 2014, 11:34
Originariamente inviato da: roccia1234
Io non ne sarei così sicuro.
Oramai le mirrorless possono competere in tutto e per tutto ad armi pari con una DSLR classica... tranne per quanto riguarda l'AF e il mirino ottico.
Ed è proprio lato AF che i produttori stanno lavorando più intensamente, integrando nei sensori d'immagine i sensori dell'af a fase.
Ora sono ancora in fase embrionale, ma non mi stupirei se, in un futuro non troppo lontano, questi sensori raggiungeranno le stesse prestazioni degli AF a fase dedicati delle DSLR. Anche oggi, comunque, hanno prestazioni di tutto rispetto.
A quel punto lo specchio che si ribalta servirebbe solo al mirino ottico... ma con l'avanzare dei mirini elettronici (e con la tecnologia OLED che promette faville), anche il mirino ottico potrebbe essere/sarà soppiantato da quello elettronico.
A quel punto, lo specchio sarà inutile.

Per la questione ottiche, sarebbe sufficiente montarle tramite adattatori, ovviamente con contatti elettronici, che non daranno alcuna differenza nell'uso pratico.

Sarà anche così, però poi mi devi spiegare a cosa serve risparmiare 2cm sul corpo macchina e fare un corpo impossibile da impugnare quando si usano ottiche che non siano pancake.
La mirrorless FF avranno questo problema, dato che le ottiche luminose pesano e il corpo macchina sottile non aiuta per nulla.
A quel punto, ribaltando il punto di vista, a che serve tutto l'ambaradan elettronico, dall'AF super evoluto integrato sui sensori al mirino oled da mille mila pixel (e euro) se poi lo spazio risparmiato non è per nulla un vantaggio?

Le mirrorless sono le macchine perfette per fare street, poichè sono piccole, maneggevoli e discrete. Possono andare bene quando uno fa un'attività già impegnativa di suo e portarsi appresso una reflex diventa difficile, ma in quel caso non ha comunuqe senso pensare di montarci dei lunghi/pesanti obiettivi.
Se prorio uno ha soldi da buttare può pensare di usarle come sostituta delle compattine per quando va a fare il turista.
Questi sono gli unici motivi, per conto mio, per cui uno dovrebbe rinunciare ad una reflex e pagare un botto di soldi quelle fotocamere. Per tutte le altre attività fotografiche le reflex rimarranno comunque in uso.
Commento # 7 di: lockheed pubblicato il 19 Febbraio 2014, 11:40
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Sarà anche così, però poi mi devi spiegare a cosa serve risparmiare 2cm sul corpo macchina e fare un corpo impossibile da impugnare quando si usano ottiche che non siano pancake.
---CUT---


Appunto!
Se fai foto con ottiche standard e ti accontenti allora OK.
Appena inizia ad usare tele a focale fissa e grandangoli superluminosi se inizia a smanettare con adattori e altro voglio vedere se non ti rimane in mano la mirolless aperta in due...
Dai su...Le macchine serie saranno sempre di un'altro stampo....
Commento # 8 di: roccia1234 pubblicato il 19 Febbraio 2014, 11:56
Originariamente inviato da: opelio
A questo livello di fotogiornalismo si parla di tutto meno che di geek della fotografia. E se ne sbattono della qualità di un mirino elettronico; cercano altro e per quello serve il mirino ottico.

Poi proprio utile usare gli adattatori mandando al diavolo tutta la tropicalizzazione della coppia corpo/obiettivo.

Non è gente che fotografa i gatti per poi metterci su una cornicetta patetica e la firma pinco pallo photographer.


Il discorso tropicalizzazione si estende anche ai teleconverter. Come sono tropicalizzati quelli, si può tropicalizzare un adattatore.
Che poi non è mica detto che cambino baionetta e tiraggio eh... nulla vieta a canikon, in futuro, di fare una D850 o 5d mark 9 (nomi a caso) senza specchio ma con baionetta eos/F.

Probabilmente al passaggio pellicola -> digitale, moltissimi la pensavano come te, e giustamente, perchè i sensori digitali erano quello che erano.
Sono passati "solo" 14 anni (dalla canon D30/nikon 1D), ed è già da parecchio tempo che chi scatta a pellicola è visto come un dinosauro.

Originariamente inviato da: flapane
A meno di non produrre mirrorless "massicce", si avrebbe un baricentro totalmente sballato, motivo per cui nessuno, ad oggi, ha prodotto zoom 2.8 specifici per mirrorless.


Non hai colto il punto. Oggi mirrorless = scendo ad alcuni compromessi per avere un corpo compatto e leggero, quindi è giusto che le lenti siano fatte di conseguenza.

Ora, immagina una D4/1DX, con AF a fase integrato nel sensore di prestazioni uguali a quelle degli AF dedicati (che devono ancora inventare, ma imho ci arriveranno, e neanche tra tantissimo tempo)
Aggiungi un mirino OLED di altissima qualità che non fa rimpiangere i migliori mirini pentaprisma (idem come sopra)

A questo punto, a che serve lo specchio? Eccoti il corpo da DSLR professionale, con ottiche e prestazioni professionali, ma senza specchio -> mirrorless.

E non è necessario cambiare baionetta.

Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Sarà anche così, però poi mi devi spiegare a cosa serve risparmiare 2cm sul corpo macchina e fare un corpo impossibile da impugnare quando si usano ottiche che non siano pancake.
La mirrorless FF avranno questo problema, dato che le ottiche luminose pesano e il corpo macchina sottile non aiuta per nulla.
A quel punto, ribaltando il punto di vista, a che serve tutto l'ambaradan elettronico, dall'AF super evoluto integrato sui sensori al mirino oled da mille mila pixel (e euro) se poi lo spazio risparmiato non è per nulla un vantaggio?

Le mirrorless sono le macchine perfette per fare street, poichè sono piccole, maneggevoli e discrete. Possono andare bene quando uno fa un'attività già impegnativa di suo e portarsi appresso una reflex diventa difficile, ma in quel caso non ha comunuqe senso pensare di montarci dei lunghi/pesanti obiettivi.
Se prorio uno ha soldi da buttare può pensare di usarle come sostituta delle compattine per quando va a fare il turista.
Questi sono gli unici motivi, per conto mio, per cui uno dovrebbe rinunciare ad una reflex e pagare un botto di soldi quelle fotocamere. Per tutte le altre attività fotografiche le reflex rimarranno comunque in uso.


Vedi la risposta sopra, non sto parlando di corpi compatti con compromessi prestazioniali rispetto alle dslr.


Ricordo a tutti che le SLR non sono esistite da sempre... prima si usavano esclusivamente macchine a telemetro, ora relegato a nicchie di appassionati che acquistano leica. Il mondo cambia.

In ultimo, a scanso di equivoci, sono tutte mie ipotesi "a pelle", nulla di provato né con fonti né verità rivelate .
Commento # 9 di: Marko#88 pubblicato il 19 Febbraio 2014, 12:20
Originariamente inviato da: opelio
A questo livello di fotogiornalismo si parla di tutto meno che di geek della fotografia. E se ne sbattono della qualità di un mirino elettronico; cercano altro e per quello serve il mirino ottico.



Serve il mirino ottico per...?
Commento # 10 di: demon77 pubblicato il 19 Febbraio 2014, 12:25
Originariamente inviato da: roccia1234
Ora, immagina una D4/1DX, con AF a fase integrato nel sensore di prestazioni uguali a quelle degli AF dedicati (che devono ancora inventare, ma imho ci arriveranno, e neanche tra tantissimo tempo)
Aggiungi un mirino OLED di altissima qualità che non fa rimpiangere i migliori mirini pentaprisma (idem come sopra)

A questo punto, a che serve lo specchio? Eccoti il corpo da DSLR professionale, con ottiche e prestazioni professionali, ma senza specchio -> mirrorless.

E non è necessario cambiare baionetta.


Ah ok, non avevo capito.
Stai immaginando una fotocamera di un prossimo futuro che può avere le fattezze di una reflex con tutto il discorso ottiche ed ergonomia invariato ma di fatto senza più avere lo specchio perchè rimpiazzato da un mirino oled di lato livello.

Beh non vedo proprio perchè no.
Può tranquillamente essere il futuro delle attuali reflex.. avere parti meccaniche in meno è in generale vantaggioso.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor