Vendita divisione Kiosk Kodak: in Italia Fowa resta ottimista

Vendita divisione Kiosk Kodak: in Italia Fowa resta ottimista

di Roberto Colombo, pubblicata il

“La strada verso il risanamento di Kodak passerà attraverso la vendita di importanti divisioni, tra cui quella a cui fanno capo i Kiosk, al centro di un recente accordo di distribuzione Kodak Italia-Kodak. Il distributore torinese resta comunque ottimista”

Poco più di una settimana fa Kodak ha annunciato la decisione di mettere in vendita alcuni importanti asset per continuarea sulla strada del risanamento e l'uscita dall'amministrazione controllata del Chapter 11 chiesta dopo la bancarotta di inizio anno.

Tramite comunicato stampa Kodak ha annunciato l'avvio del processo di vendita delle divisioni Personalized Imaging e Document Imaging. In particolare Personalized Imaging comprende le divisioni Retail Systems Solutions (RSS), Paper & Output Systems (P&OS) e Event Imaging Solutions (EIS). RSS è leader nelle soluzioni di stampa retail e comprende i 105.000 KODAK Picture Kiosk installati a livello globale; P&OS è il segmento che si occupa delle carte per stampa fotografica e delle pellicole fotografiche, mentre EIS fornisce servizi ai parchi tematici per la stampa di souvenir e foto ricordo. Document Imaging è il business che si interessa di fornire scanner, software di cattura e servizi a livello aziendale.

Sebbene fino ad ora le operazioni di ristrutturazione aziendale abbiano avuto effetto solo sulla casa madre sottoposta alla legge fallimentare statunitense, lasciando inalterato il campo di azioni delle filiali all'estero, questa decisione avrà un forte impatto anche sulle operazioni di queste ultime, compresa, nel nostro Paese, Kodak Italia. La filiale italiana aveva annunciato all'inizio dell'estate un importante accordo di distribuzione con Fowa, focalizzato in particolare sul mercato dei Kiosk, prodotti che però fanno capo a una delle divisioni che Kodak ha intenzione di mettere in vendita.

Abbiamo quindi chiesto a Donato Linzalata, Direttore Generale Fowa, che impatto può avere l'annuncio della messa sul mercato delle divisioni Personalized Imaging e Document Imaging sull'accordo di distribuzione Kodak-Fowa da poco stretto. Al momento il distributore torinese, dalla cui costola nacque anche Nital, sembra abbastanza ottimista:

"Il gruppo Fowa – Nital, in un momento di 'passaggio' come questo, assume un ruolo determinante in Italia, confermandosi partner di riferimento soprattutto per chi è già in possesso delle attrezzature facenti parte delle attività messe in vendita e che vorrà essere sicuro di mantenere la disponibilità dei consumabili.

La stampa fotografica continuerà ad essere una importante soluzione del mercato e del canale fotografico e come tale è strategica per il Gruppo Fowa – Nital.

Inoltre, un installato così importante ha un valore, in termini di sviluppo ancora da realizzare, che permette di immaginare e pianificare nuove attività e nuovi business."

I dirigenti di Kodak Italia condividono pienamente l'opinione di Fowa. Ora resta da vedere se e quando la casa madre di Rochester troverà acquirenti per le divisioni messe in vendita e quale sarà l'eventuale strategia della nuova proprietà.


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: domthewizard pubblicato il 05 Settembre 2012, 16:30
se non cala il costo copia fallirà nell'impresa pure fowa
BenQ Monitor