Stanchi delle app con pochi filtri? Infiltr ve ne offre fino a 5,1 milioni

Stanchi delle app con pochi filtri? Infiltr ve ne offre fino a 5,1 milioni

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Infiltr sta per Infinite Filters basa la sua interfaccia sul concetto di 'spatial filter spectrum' una sorta di superficie 3D che si allarga oltre l'orizzonte senza fine in cui ogni pixel rappresenta uno dei 5,1milioni di filtri a disposizione”

Instagram ha da poco aggiornato l'app per permettere di scattare immagini non solo quadrate, ma anche nelle classiche modalità rettangolari (sia verticali sia orizzontali), mentre è da diverso tempo che la galleria dei filtri e delle possibilità di modifica delle foto è stata ampliata. Per qualcuno però le app con i filtri predefiniti da applicare dopo lo scatto delle foto son troppo limitate: si indirizza proprio a questo tipo di utenti la nuova app fotografica per Phone Infiltr, che promette ben 5.1 milioni di combinazioni di filtri e regolazioni, da applicare con un solo tocco prima dello scatto della foto grazie alla particolare interfaccia, priva di qualsiasi pulsante. Naturalmente le foto sono modificabili anche in post produzione, nella stessa identica maniera. L'azienda che ha creato l'app crede molto nella sua nuova interfaccia, tanto da averla protetta con una richiesta di brevetto.

Infiltr sta per Infinite Filters basa la sua interfaccia sul concetto di 'spatial filter spectrum' una sorta di superficie 3D che si allarga oltre l'orizzonte senza fine in cui ogni pixel rappresenta un filtro. Quando si muove il dito sullo schermo appaiono dei punto colorati che permettono di capire in che direzione dello spettro ci si sta muovendo. Inoltre l'app elimina automaticamente quei filtri che farebbero sembrare la foto innaturale, facendo navigare l'utente solo tra i filtri migliori per quella particolare inquadratura. Con un tocco sullo schermo si mette poi a fuoco, mentre con un doppio tocco si fa selezionare all'app un filtro a caso. Al momento l'app è utilizzabile solo per le foto, ma è previsto un futuro anche 'video'. L'app è disponibile su iTunes a $1,99.


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: djmatrix619 pubblicato il 28 Agosto 2015, 20:45
Assurda questa moda dei filtri.
Ora anche il piú principiante dei principianti si sente un genio della fotografia postando due robe su Instagram..
Commento # 2 di: nakkius pubblicato il 28 Agosto 2015, 21:01
Originariamente inviato da: djmatrix619
Assurda questa moda dei filtri.
Ora anche il piú principiante dei principianti si sente un genio della fotografia postando due robe su Instagram..

aggiungerei anche poeta e filosofo inserendo una frase scopiazzata da qualche libro o da qualche poesia sentita qua e la
Commento # 3 di: Cronos00 pubblicato il 29 Agosto 2015, 10:21
Dovrebbero mettere una sorta di sistema operativo anche sulle macchine fotografiche, così da poter installare i vari software e filtri.

Di contro poi ci sarebbe la schermata blu anche sulla fotocamera.
Commento # 4 di: Sorgiva pubblicato il 29 Agosto 2015, 17:42
Realtà distorta

Classica app creata per ingannare gli stolti e fare successo. Sul serio c'è qualcuno che ci crede? Al massimo sono 5,1 milioni di combinazioni su di una manciata di filtri che non è la stessa cosa, ma l'effetto finale è quello che si vede. Numero filtri <> risultati ottenibili
Commento # 5 di: PietroGiuliani pubblicato il 29 Agosto 2015, 22:09
Con un software di editing ci sono ben più di cinque milioni di compensazioni...
Già una vignettatura realizzata con una maschera (anziché con un preset), o un viraggio simulato con le curve (anziché con un preset) hanno una complessità e una varietà di risultati possibili pressoché infinita...
Commento # 6 di: Marko#88 pubblicato il 30 Agosto 2015, 23:09
Originariamente inviato da: Cronos00
Dovrebbero mettere una sorta di sistema operativo anche sulle macchine fotografiche, così da poter installare i vari software e filtri.

Di contro poi ci sarebbe la schermata blu anche sulla fotocamera.


Le macchine fotografiche hanno già una sorta di sistema operativo.
E si vive MOLTO bene anche senza i filtri.
BenQ Monitor