SpyderLENSCAL: calibrazione autofocus da un'idea italiana

SpyderLENSCAL: calibrazione autofocus da un'idea italiana

di Roberto Colombo, pubblicata il

“SpyderLENSCAL è un sistema la micro regolazione della messa a fuoco sulle reflex che mettono a disposizione questa funzionalità: commercializzato da Datacolor nasce dall'idea di un fotografo italiano, Gianluca Colla, che abbiamo incontrato nei padiglioni di Photokina 2012”

Datacolor che da molti anni si occupa della gestione del colore in ambito industriale, professionale e fotografico. Uno degli strumenti più conosciuti è certamente Spyder, colorimetro ormai giunto alla quarta generazione. Tra gli strumenti di calibrazione dedicati ai fotografi troviamo anche SpyderLENSCAL un piccolo kit utile per la micro calibrazione dei sistemi autofocus, utilizzabile sulle reflex che permettono di registrare e associare alle ottiche dati di correzione della messa a fuoco.

Il problema nasce quando si evidenzia una discrepanza tra il messaggio della fotocamera all'ottica per raggiungere il punto di fuoco e l'effettiva posizione a cui l'obiettivo ferma il gruppo di lenti deputate a variare il fuoco. Se questa differenza comincia a farsi evidente, è auspicabile effettuare una microregolazione del fuoco in modo da far concidere perfettamente la posizione indicata dal sistema di messa a fuoco e quella a cui l'ottica va a bloccarsi.

Abbiamo scoperto che il sistema proposto commercialmente da Datacolor nasce dall'idea di due fotografi italiani, Gianluca Colla e Andrea Benedetti: abbiamo incontrato il primo a Colonia durante Photokina 2012.

[HWUVIDEO="1212"]SpyderLENSCAL: il sistema di calibrazione nato da un'idea italiana[/HWUVIDEO]

Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: gd350turbo pubblicato il 20 Settembre 2012, 12:02
Bello ed interessante !

Si sa cosa costi ?
Commento # 2 di: roccia1234 pubblicato il 20 Settembre 2012, 12:08
Ma... la buona, vecchia focus chart?
Che si scarica e si stampa gratuitamente da internet e che consente di fare il test circa un minuto dopo che è venuto il dubbio "ma vuoi vedere che è la lente starata"?

Inoltre non capisco il senso di questa "news"... fosse una cosa nuova, ma è in giro da un bel po...
Commento # 3 di: gd350turbo pubblicato il 20 Settembre 2012, 12:24
Originariamente inviato da: roccia1234
Ma... la buona, vecchia focus chart?
Che si scarica e si stampa gratuitamente da internet e che consente di fare il test circa un minuto dopo che è venuto il dubbio "ma vuoi vedere che è la lente starata"?

Inoltre non capisco il senso di questa "news"... fosse una cosa nuova, ma è in giro da un bel po...


Io la trovo comoda...

La focus chart te la devi stampare, e se la stampante non è proprio perfetta sei perdente in partenza, poi mettera su un supporto e inclinarlo a 45 gradi...
Qui è già tutto pronto !
Non hanno inventato nulla, lo hanno reso più comodo !
Commento # 4 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 20 Settembre 2012, 14:03
bella idea, ma imho si può fare molto meglio... mumble mumble...
Commento # 5 di: gd350turbo pubblicato il 20 Settembre 2012, 14:10
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
bella idea, ma imho si può fare molto meglio... mumble mumble...


In che modo ?
Commento # 6 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 20 Settembre 2012, 14:15
Originariamente inviato da: gd350turbo
In che modo ?


in modo da rendere tutto automatico e fare un vero e proprio Spyder sfruttando principi ottici...

Qualcuno mi finanzia? :P
Commento # 7 di: gd350turbo pubblicato il 20 Settembre 2012, 14:21
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
in modo da rendere tutto automatico e fare un vero e proprio Spyder sfruttando principi ottici...

Qualcuno mi finanzia? :P


Più che la pecunia, occorre conoscere le specifiche per poter scrivere nel firmware delle reflex e non credo che nikon canon siano molto propense a divulgare queste informazioni e/o i sorgenti dei loro firmware !
Commento # 8 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 20 Settembre 2012, 14:28
Originariamente inviato da: gd350turbo
Più che la pecunia, occorre conoscere le specifiche per poter scrivere nel firmware delle reflex e non credo che nikon canon siano molto propense a divulgare queste informazioni e/o i sorgenti dei loro firmware !


ehsì, ma questo è un problema risolvibile, poi non ho detto che anche il trimming deve essere automatico...
Semplicemente anzichè sfruttare una piattaforma fisica e far far tutto all'utente, puoi usare altri principi ottici per tarare i sensori e fargli fare solo la regolazione...
Commento # 9 di: gd350turbo pubblicato il 20 Settembre 2012, 14:29
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
ehsì, ma questo è un problema risolvibile, poi non ho detto che anche il trimming deve essere automatico...
Semplicemente anzichè sfruttare una piattaforma fisica puoi usare altri principi ottici per tarare i sensori...


Allora ti rimane solo da progettare la parte hardware...
Commento # 10 di: de_nome_lanicon pubblicato il 20 Settembre 2012, 23:24
Il sistema è in giro da millenni.
Quello che si stampa non va bene perchè il punto di fuoco si trova su un piano inclinato.
Per come sono fatti i sensori di messa a fuoco serve un piano "piano".
Questo è l'unico metodo manuale che funziona.
Non capisco comunque la notizia... io ce l'ho da almeno 2 anni...

Detto questo, mi spiace scoraggiare chi pensa di farlo in automatico. Un programma c'è già in vendita, si chiama Reikan Fokal.
BenQ Monitor