Soldati illuminati dai fasci di luce che filtrano dai fori di proiettile: il Pulitzer a Manzano

Soldati illuminati dai fasci di luce che filtrano dai fori di proiettile: il Pulitzer a Manzano

di Roberto Colombo, pubblicata il

“La Siria vista dagli obiettivi dei fotografi è protagonista ai premi Pulitzer: molto d'impatto la foto di Javier Manzano con due soldati ribelli appostati illuminati dai fasci di luce che filtrano attraverso i fori di proiettile nel muro del loro covo”

Come spesso accade sono i conflitti i luoghi da cui arrivano le immagini di fotogiornalismo più premiate: la Siria con la sua guerra civile continua ad essere, suo malgrado, uno di quelli più citati nei diversi premi fotografici. È accaduto anche per i premi Pulitzer nelle sezioni Breaking News Photography e Feature Photography.

Nel primo caso il premio è andato in modo congiunto a Rodrigo Abd, Manu Brabo, Narciso Contreras, Khalil Hamra e Muhammed Muheisen di Associated Press per la loro copertura mediatica della guerra in Siria, con la produzione di immagini definite 'memoriabili' in condizioni di grande pericolo.

Motivazioni simili per il premio nella categoria Feature Photography dove il free-lance Javier Manzano si è aggiudicato la prima posizione grazie al particolare scatto che ritrae due ribelli siriani illuminati dai raggi di luce che penetrano nel loro covo dai fori di proiettile. In questo caso l'immagine è stata distribuita dall'Agenzia France Presse.


Commenti (23)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Pess pubblicato il 17 Aprile 2013, 10:06
A dir poco suggestiva...
Commento # 2 di: loncs pubblicato il 17 Aprile 2013, 10:48
A me sarebbe piaciuto vedere la scena intera, fotografo compreso, mentre gli dice di stare in posa.
Commento # 3 di: Phantom II pubblicato il 17 Aprile 2013, 11:10
La spettacolarizzazione delle tragedie (che nel caso siriano, poi, hanno più a che fare con la destabilizzazione estera che con autentiche istanze interne) in salsa videogioco.
Che tristezza.
Commento # 4 di: demon77 pubblicato il 17 Aprile 2013, 11:15
davvero notevole.
però si vede davvero troppo che la foto è "costruita" e non scattata durante una situazione reale
(nel senso che le persone sono lì in posa nel posto scelto ad hoc)
Commento # 5 di: fastleo63 pubblicato il 17 Aprile 2013, 11:20
Quoto.
E' sicuramente costruita, altrimenti i fasci di luce, se fossero provenienti da una sorgente lontana (come ad esempio il sole) e non artificiale come suppongo sia quella usata per lo scatto, sarebbero pressoché paralleli tra loro e non divergenti come nella foto.
Questo però non toglie nulla alla bellezza dell'immagine.
Commento # 6 di: aled1974 pubblicato il 17 Aprile 2013, 11:53
non ho capito bene quale sia la motivazione che porta alle premiazioni

la condizione di pericolo? (sì, ok, foto in posa con illuminazione artificiale, dov'era il pericolo?)
l'autenticità? (idem come prima, poteva farla in studio e sarebbe risultata identica)
ciò che la foto è in grado di trasmettere? (molto soggettivo, data la fin troppa evidente finzione do ragione a Phantom II, sa più di videogioco)
breaking news? (ormai tutto è breaking news, perchè dare risalto solo a finti scatti di guerra?)
la bellezza dello scatto in sè? (opinabile)

http://www.google.it/search?hl=it&a...vKKiJ7AaTkIH4Dw <-- ce ne sono di ben più "emozionanti", passatemi il termine virgolettato, intendo nel senso che trasmettono molte più emozioni. E non necessariamente le foto di violenza

il tutto IMHO, beninteso, dato che il pulitzer verrà sicuramente assegnato per qualche motivo

ciao ciao
Commento # 7 di: kernelex pubblicato il 17 Aprile 2013, 12:02
a fianco dei soldati si vedono dei sacchi per pararsi dai proiettili nemici...
non saranno mica i classici sacchi di riso mandati da UE per le emergenze umanitarie?
e dai colori, mi sembra anche roba itaGliana.

sicuramente delle foto "petinate", ma molto belle.
Commento # 8 di: Zappz pubblicato il 17 Aprile 2013, 12:12
Bella foto, ma quei raggi mi sanno troppo di photoshop...
Commento # 9 di: polkaris pubblicato il 17 Aprile 2013, 12:34
Non discuto sull'aspetto tecnico e artistico, ma trovo davvero pessime queste foto che trasmettono una immagine eroica e bella della guerra.
Commento # 10 di: mattydag pubblicato il 17 Aprile 2013, 12:44
Vedete che i raggi sono radiali e potrebbero benissimo provenire da una sola sorgente luminosa come il sole. È il grandangolo che da la prospettiva ai raggi che nella realtà sono sicuramente paralleli.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor