Panasonic annuncia la prima videocamera 64:9 Ultra-Wide

Panasonic annuncia la prima videocamera 64:9 Ultra-Wide

di Nino Grasso, pubblicata il

“Panasonic ha realizzato un sistema da 40kg che integra quattro videocamere AW-HE120 per realizzare filmati a 64:9, laddove il canonico widescreen non basta”

Quando NHK ha rilasciato le specifiche per quello che sarebbe stato inteso come lo standard HDTV, ha pensato ad un aspect ratio di 16:9 per avere un'idea maggiore del campo di visione dell'essere umano, leggermente più schiacciato rispetto al tradizionale 4:3 che si utilizzava allora in ambiente domestico.

Panasonic Ultra Wide 64_9

Secondo Panasonic il 16:9 non è sufficiente per colmare le esigenze di alcune nicchie di mercato, soprattutto quelle relative al mondo sportivo. Il colosso giapponese ha realizzato una videocamera che permette di registrare a 720p fotogrammi caratterizzati da un insolito aspect ratio di 64:9.

La visuale panoramica a 160° viene catturata da quattro videocamere HD 16:9 (modello AW-HE120) che si muovono contemporaneamente controllate da un computer interno. Le stesse sono posizionate in modo tale che un software personalizzato unisca i fotogrammi in modo da realizzare un unico video Ultra-Wide senza mostrare tagli netti fra la fine del frame di una videocamera e l'inizio di quello registrato da un'altra.

Logicamente si tratta di un sistema che non può essere trasportato da un operatore sulla spalla e che permette di registrare un evento sportivo da un'unica postazione senza richiedere spostamenti dell'attrezzatura. Il nuovo sistema di Panasonic potrebbe essere utilizzato da allenatori per analizzare l'andamento di una partita a posteriori come se fosse in realtà seduto in panchina, avendo così la panoramica dell'intero stadio sportivo per tutta la durata della partita.

Panasonic ha mostrato l'attrezzatura allo show Integrate 2013, che si tiene in questi giorni a Sidney in Australia.


Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Muppolo pubblicato il 28 Agosto 2013, 17:32
(...) NHK (...) ha pensato ad un aspect ratio di 16:9 per avere un'idea maggiore del campo di visione dell'essere umano, leggermente più schiacciato rispetto al tradizionale 4:3 che si utilizzava allora in ambiente domestico.

Davvero ha pensato ad un aspect ratio di 16:9 per questo motivo, e non per permettere ai produttori di elettrodomestici di ri-venderci ciò che già avevamo?
;-)
Commento # 2 di: djbill pubblicato il 28 Agosto 2013, 17:40
Una fesseria già nelle prime righe: il formato 16:9 è quello che permette di gestire sia il 4:3 usato nelle tv con bande nere verticali che il 21:9 del cinema con bande nere orizzontali. La proporzione dei 16:9 non è altro che il rettangolo che contiene le precedenti proporzioni.

Documentarsi invece di tradurre il comunicato stampa non fa male:

https://vimeo.com/68830569
Commento # 3 di: robertogl pubblicato il 28 Agosto 2013, 18:33
Originariamente inviato da: djbill
Una fesseria già nelle prime righe: il formato 16:9 è quello che permette di gestire sia il 4:3 usato nelle tv con bande nere verticali che il 21:9 del cinema con bande nere orizzontali. La proporzione dei 16:9 non è altro che il rettangolo che contiene le precedenti proporzioni.

In che senso? Cioè non capisco perché 16:9 e no 14:9, per esempio
Commento # 4 di: djbill pubblicato il 28 Agosto 2013, 18:53
Il link nella parte finale lo spiega molto bene, ma è un peccato saltare tutta la parte intermedia che spiega perché è nato il widescreen...
Commento # 5 di: Luca69 pubblicato il 28 Agosto 2013, 20:03
Originariamente inviato da: djbill
Una fesseria già nelle prime righe: il formato 16:9 è quello che permette di gestire sia il 4:3 usato nelle tv con bande nere verticali che il 21:9 del cinema con bande nere orizzontali. La proporzione dei 16:9 non è altro che il rettangolo che contiene le precedenti proporzioni.

Documentarsi invece di tradurre il comunicato stampa non fa male:

https://vimeo.com/68830569


Video molto interessante
Commento # 6 di: aled1974 pubblicato il 29 Agosto 2013, 11:10
Il nuovo sistema di Panasonic potrebbe essere utilizzato da allenatori per analizzare l'andamento di una partita a posteriori come se fosse in realtà seduto in panchina, avendo così la panoramica dell'intero stadio sportivo per tutta la durata della partita.


non mi intendo di calcio ma all'allenatore che giovamento poterebbe?

se è in panchina già vede (male) quello che succede nella zona interessante ma nessuno gli vieta di guardare dall'altra parte del campo

nel post partita può accedere alle inquadrature delle telecamere "normali" che sono posizionate tutto attorno al campo

questa servirebbe a vedere cosa? Se il portiere si gratta il naso mentre gli altri 21 sono dall'altra parte del campo?


secondo me è un po' forzato come indirizzo di utilizzo, una sorta di creazione di un bisogno indotto non necessario e dopo l'eventuale sboronaggine "io ce l'ho più largo del tuo" finisce nell'angolino. Almeno per l'allenatore

di utilizzi ce ne possono essere altri, magari più proficui, chissà

ciao ciao
Commento # 7 di: gnpb pubblicato il 31 Agosto 2013, 21:55
Originariamente inviato da: robertogl
In che senso? Cioè non capisco perché 16:9 e no 14:9, per esempio


Perché è quella che consente il miglior compromesso di visione tra i formati dal 1,33 al 2,35:1
Link ad immagine (click per visualizzarla)
BenQ Monitor