Nuove cineprese digitali 4K per Canon, ora anche con Global Shutter: ecco EOS C700

Nuove cineprese digitali 4K per Canon, ora anche con Global Shutter: ecco EOS C700

di Roberto Colombo, pubblicata il

“OS C700 PL GS è la prima videocamera Cinema EOS dotata di Global Shutter, per riprendere soggetti in rapido movimento e scene d’azione senza il fastidioso effetto 'rolling shutter'”

Oltre alla piccola XC15, Canon ha presentato due nuovi modelli di cineprese digitali del sistema Cinema EOS: EOS C700 (EF/PL) e EOS C700 GS PL. Molto simili nella scheda tecnica le due cineprese si differenziano per una caratteristica che per alcuni potrebbe essere molto importante: EOS C700 PL GS è la prima videocamera Cinema EOS dotata di Global Shutter, per riprendere soggetti in rapido movimento e scene d’azione senza il fastidioso effetto 'rolling shutter'. Le due videocamere EOS C700 catturano video internamente in 4K con frame rate elevati fino a 59.94P/50P e 2K fino a 200p/240p (modalità sensor crop), o 4K RAW fino a 100P/120P con il registratore opzionale dedicato Codex Raw CDX-36150, agganciabile alla cinepresa. Canon ha incluso, per la prima volta, anche il supporto per il formato Apple ProRes.

La ripresa è affidata al sensore Canon CMOS Super 35mm, che è coadiuvato nel suo gravoso lavoro da un triplo processore DIGIC DV5, arrivando alla sensibilità massima di 102.400 ISO. EOS C700 (EF/PL) offre la scelta fra una vasta gamma di spazi colore, tra cui Canon Cinema Gamut, BT.2020 e DCI-P3, oltre al supporto per il workflow ACES 1.0. La videocamera prevede anche il monitoraggio HDR con SMPTE ST.2084. Supportando Canon Log 3, Log 2 e Log Gamma, EOS C700 (EF/PL) è in grado di registrare con una gamma dinamica molto estesa, in grado di arrivare fino a 15 stop (14 stop con EOS C700 GS PL).

EOS C700 permette di registrare in 4K ad elevato bitrate internamente sulla doppia scheda CFast 2.0 interna, supportando sia i formati XF-AVC e ProRes, consentendo in contemporanea la registrazione di file RAW 4K su registratore esterno. Dotata di un terminale Ethernet, EOS C700 consente a televisioni e broadcaster di trasmettere in streaming in diretta via internet flussi video Full HD. Inoltre può essere collegata a una rete Wi-Fi utilizzando il trasmettitore di file wireless opzionale (WFT-E6B/WFT-E8). Canon ha lavorato con Codex per fornire una soluzione integrata di registrazione. Il registratore Codex RAW (CDX-36150) permette infatti, quand collegato a Canon EOS C700, la registrazione 4K RAW ad alta velocità, fino a 120 frame al secondo. Il futuro aggiornamento firmware includerà la registrazione 4.5K RAW fino a 100 fps, 4K Apple ProRes fino a 60 fps e 2K Apple ProRes fino a 120 fps.

Canon EOS C700 (EF/PL) e EOS C700 GS PL saranno disponibili a partire da Dicembre 2016 al prezzo suggerito al pubblico rispettivamente di € 33.109,99 e di € 35.339,99 (IVA inclusa).


Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 02 Settembre 2016, 12:16
"Canon EOS C700 (EF/PL) e EOS C700 GS PL saranno disponibili a partire da Dicembre 2016 al prezzo suggerito al pubblico rispettivamente di € 33.109,99 e di € 35.339,99 (IVA inclusa)"

Ragazzi.
Quando vedi prezzi così appare subito chiaro perchè moltissimi puntano ad una fotocamera per le riprese..
Anche con 10mila euro di fotocamera ed obiettivi ha comunque risparmiato parecchio.
Commento # 2 di: AleLinuxBSD pubblicato il 02 Settembre 2016, 13:01
Originariamente inviato da: demon77
Quando vedi prezzi così appare subito chiaro perchè moltissimi puntano ad una fotocamera per le riprese..

Per evitare questo "problema" certi produttori (ad es. nella nuova Canon 5d Mark IV la cosa è particolarmente sfacciata) eliminano certe funzionalità particolarmente utili per il video in chiaro conflitto di interessi.

Mentre altri, più saggiamente, capiscono che l'ergonomia pessima delle fotocamere, più altre caratteristiche, tipo ND integrato, collegamenti audio, ecc. non sono un intralcio al loro reparto videocamere.

Il nodo della questione è dato dagli elevati margini di guadagno che i produttori hanno al livello di videocamere e gli approcci più o meno penalizzanti lato utenza.
Commento # 3 di: Rubberick pubblicato il 07 Settembre 2016, 02:57
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Mentre altri, più saggiamente, capiscono che l'ergonomia pessima delle fotocamere, più altre caratteristiche, tipo ND integrato, collegamenti audio, ecc. non sono un intralcio al loro reparto videocamere.


Risolvibili con vari accessori e comunque non tutti hanno bisogno di videocamere per riprese molto movimentate
BenQ Monitor