Nikon: soffre il comparto fotografico, per fortuna ci sono le apparecchiature da litografia

Nikon: soffre il comparto fotografico, per fortuna ci sono le apparecchiature da litografia

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Contando che il comparto fotografico rappresenta quasi il 64% del fatturato la situazione non è certamente rosea, anche se i trend molto positivi di sistemi per litografia e di precisione, soprattutto sul fronte degli utili, danno un po' di ossigeno alla compagnia, aiutando a contenere l'impatto della contrazione del giro d'affari nel mercato fotografico”

Per Nikon il comparto fotografico rappresenta quasi il 64% del fatturato

Se Nikon fosse solo un produttore di fotocamere e ottiche ci sarebbe poco da stare allegri negli uffici del marchio nipponico: i risultati finanziari, infatti, parlano di vendite nuovamente in calo, con risultati peggiori del previsto nel settore Imaging. A controbilanciare la caduta dei prodotti fotografici ci sono i rami d'azienda dedicati ai sistemi litografici per la produzione di semiconduttori (in particolare di pannelli di grandi dimensioni) e quello degli strumenti di precisione, come microscopi e strumenti di misura. Il comparto medicale è invece il peggiore di tutti, facendo registrare ingenti perdite.

Il comparto fotografico, anche a causa dei tassi di cambio non favorevoli, ha fatto registrare risultati inferiori alle attese, che già avevano previsto un segno meno davanti a vendite e utile operativo. Le prime hanno visto una riduzione rispetto all'anno precedente dell'11%, mentre l'utile ha avuto una contrazione ancora maggiore, pari al 19%. I prodotti per litografia per semiconduttori sono cresciuti del 7% sotto il profilo dei volumi di vendite, facendo segnare un +75% alla voce utile operativo: si tratta di un risultato al di sotto delle aspettative per quanto riguarda le vendite, ma superiore ad esse del 20% per quanto riguarda gli utili. Sono salite del 7% anche le vendite di strumenti di precisione, con utile operativo raddoppiato rispetto all'anno precedente: anche in questo caso vendite sotto le aspettative e ricavi invece ben al di sopra. Il ramo medicale ha visto consistenti, anche se inferiori al previsto.

La situazione totale quindi qual è? Contando che il comparto fotografico rappresenta quasi il 64% del fatturato la situazione non è certamente rosea, anche se i trend molto positivi di sistemi per litografia e di precisione, soprattutto sul fronte degli utili, danno un po' di ossigeno alla compagnia, aiutando a contenere l'impatto della contrazione del giro d'affari nel mercato fotografico. Se Nikon saprà continuare nella sua differenziazione e saprà continuare sulla strada tracciata nei settori in crescita, potrebbe trovare un equilibrio. Un particolare, le fotocamere a ottiche intercambiabili hanno venduto meno del previsto, mentre ottiche e compatte hanno portato a Nikon più utili di quanto messo in conto nelle ultime stime.

Per l'anno prossimo si prevedono vendite in netto aumento per le apparecchiature FPD per litografia (+43%), con una crescita dell'utile netto pari a 2,7 volte quello attuale. Previsioni di solida crescita anche per gli strumenti di misura e microscopi. Il medicale continuerà a far registrare perdite, mentre tre fattori negativi andranno a impattare sulle vendite del comparto fotografico: contrazione del mercato fotografico, tassi di cambio sfavorevoli e ritardo nel lancio di alcuni prodotti chiave anche per gli effetti del terromoto a Kumamoto.


Commenti (20)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: roccia1234 pubblicato il 18 Maggio 2016, 09:16
Oh beh, dopo la D600 che sputazza (sostituita da un'identica D610 che non sputazza, immagino la felicità degli acquirenti), la D750 con ben tre richiami, la D810 con problemi all'autofocus (o era la D800? boh, non ricordo), la D5 che sembra abbia una sensore per certi versi peggiore di D4s, recente aumento generalizzato del listino prezzi fino al 30%, listino prezzi che comunque era già bello salato di suo, ottiche come il 24-70 2.8 VR o il 300 f/4 PF che, otticamente, si sono rivelate pari o peggiori dei predecessori, ma vendute a prezzi ben maggiori (almeno inizialmente).

Somma tutto e diciamo che, se il comparto fotografico nikon è in sofferenza, ci hanno messo non poco del loro...

Poi per l'italia l'assistenza Nital/LTR richiede un pizzo (spesso e volentieri di notevole entità, ma nonostante questo la qualità dell'assistenza è spesso da mettersi le mani nei capelli.
Commento # 2 di: adapter pubblicato il 18 Maggio 2016, 09:20
Originariamente inviato da: roccia1234

Poi per l'italia l'assistenza Nital/LTR richiede un pizzo (spesso e volentieri di notevole entità, ma nonostante questo la qualità dell'assistenza è spesso da mettersi le mani nei capelli.


Io per le riparazioni, mi affido alla Nikon di Zurigo.
Sono Svizzeri, fanno gli orologi, vuoi che non riparano le fotocamere in maniera divina?
Commento # 3 di: Ginopilot pubblicato il 18 Maggio 2016, 09:23
I soldi nikon li fa nella fascia bassa. Dove pero' sempre piu' spesso la gente si affida a smartphone. Quello della riduzione vendite e' un discorso generalizzato. Il problema di nikon e' che, a differenza di altri, ha una fetta molto grossa nel settore.
Commento # 4 di: hackaro75 pubblicato il 18 Maggio 2016, 09:47
Originariamente inviato da: adapter
Io per le riparazioni, mi affido alla Nikon di Zurigo.
Sono Svizzeri, fanno gli orologi, vuoi che non riparano le fotocamere in maniera divina?


Così riparare la reflex ti costa quanto un Rolex!!!
Commento # 5 di: demon77 pubblicato il 18 Maggio 2016, 09:48
Originariamente inviato da: Ginopilot
I soldi nikon li fa nella fascia bassa. Dove pero' sempre piu' spesso la gente si affida a smartphone. Quello della riduzione vendite e' un discorso generalizzato. Il problema di nikon e' che, a differenza di altri, ha una fetta molto grossa nel settore.


Oddio.. la fascia bassa è quella che sta sparendo proprio per via degli smartphone..
Commento # 6 di: hackaro75 pubblicato il 18 Maggio 2016, 09:48
Originariamente inviato da: roccia1234
Oh beh, dopo la D600 che sputazza (sostituita da un'identica D610 che non sputazza, immagino la felicità degli acquirenti), la D750 con ben tre richiami, la D810 con problemi all'autofocus (o era la D800? boh, non ricordo), la D5 che sembra abbia una sensore per certi versi peggiore di D4s, recente aumento generalizzato del listino prezzi fino al 30%, listino prezzi che comunque era già bello salato di suo, ottiche come il 24-70 2.8 VR o il 300 f/4 PF che, otticamente, si sono rivelate pari o peggiori dei predecessori, ma vendute a prezzi ben maggiori (almeno inizialmente).

Somma tutto e diciamo che, se il comparto fotografico nikon è in sofferenza, ci hanno messo non poco del loro...

Poi per l'italia l'assistenza Nital/LTR richiede un pizzo (spesso e volentieri di notevole entità, ma nonostante questo la qualità dell'assistenza è spesso da mettersi le mani nei capelli.



Quoto in tutto e per tutto! Se non altro l'assistenza Nital ti offre una garanzia di 4 anni che, se usi tanto l'attrezzatura, non è malaccio.
Commento # 7 di: adapter pubblicato il 18 Maggio 2016, 10:08
Originariamente inviato da: hackaro75
Così riparare la reflex ti costa quanto un Rolex!!!


Costa uguale ed hai un servizio migliore.
Provare per credere...
Commento # 8 di: hackaro75 pubblicato il 18 Maggio 2016, 10:15
Originariamente inviato da: adapter
Costa uguale ed hai un servizio migliore.
Provare per credere...


Non costa uguale perché intanto devi spedire in Svizzera ed è un costo ed uno scomodo aggiuntivo, a meno che tu non viva già lì, e poi Nikon CH non credo accetti qualsiasi cosa gli passi sotto al naso... devi averla comprata in Svizzera altrimenti ciccia!
Commento # 9 di: Ginopilot pubblicato il 18 Maggio 2016, 10:19
Originariamente inviato da: demon77
Oddio.. la fascia bassa è quella che sta sparendo proprio per via degli smartphone..


Appunto le vendite si riducono sempre piu'.
Commento # 10 di: roccia1234 pubblicato il 18 Maggio 2016, 10:28
Originariamente inviato da: hackaro75
Quoto in tutto e per tutto! Se non altro l'assistenza Nital ti offre una garanzia di 4 anni che, se usi tanto l'attrezzatura, non è malaccio.


4 anni di assistenza, non sono male... se l'assistenza funzionasse come si deve.

Ma leggendo sempre più spesso robe simili:
http://www.juzaphoto.com/topic2.php...7241&show=1
Sinceramente mi guarderò bene dall'acquistare roba nital, ora e in futuro.

Tra l'altro, 600-700€ in più su una macchina da, mediamente, 2000-2500€, sono veramente TANTI soldi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor