Mitakon 50mm f/0.95: in preordine con innesto FE per Sony A7 e A7R

Mitakon 50mm f/0.95: in preordine con innesto FE per Sony A7 e A7R

di Roberto Colombo, pubblicata il

“L'obiettivo super luminoso Mitakon 50mm f/0.95 è ora in preordine nella versione con innesto FE per mirrorless full frame Sony Alpha A7 e A7R”

Il mercato delle ottiche di terze parti è un settore che è tornato a essere molto florido dopo l'avvento delle fotocamere mirrorless; in particolare il segmento delle ottiche a messa a fuoco manuale ha trovato nuova linfa grazie alle senza specchio, che fanno uso delle tecnologie Live-View per il puntamento. Sistemi di ingrandimento del punto di messa a fuoco e - più recentemente - funzionalità di focus peaking rendono la messa a fuoco abbastanza semplice in modalità manuale, facendo così la fortuna degli - spesso economici - obiettivi privi di sistema autofocus.

Sono tornati in auge anche gli obiettivi super luminosi e si è tornati a parlare di aperture inferiori a F1.0; in questo settore Mitakon si è fatta notare con il suo 50mm f/0.95, che ora è stato reso disponibile in pre-order anche per le mirrorless full frame Sony A7, A7R e A7S, ossia con innesto FE. La resa dello sfocato sull'ampio sensore da 35mm delle mirrorless Sony potrebbe essere una caratteristica in grado di attirare molti: al momento è in preordine a prezzo scontato: $799,00, contro i $999,00 di listino.


Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 06 Maggio 2014, 13:43
notevole davvero, pensavo sarebbe costato di più visto che è addirittura un f 0,95.

Ci sono un po' di sample da vedere?
Commento # 2 di: Aenil pubblicato il 06 Maggio 2014, 13:53
Ma a 0,95 è usabile? Perché se no siamo da capo :-/
Commento # 3 di: Roberto Colombo pubblicato il 06 Maggio 2014, 14:21
Commento # 4 di: demon77 pubblicato il 06 Maggio 2014, 14:32
Originariamente inviato da: Roberto Colombo


Grazie!


Le foto non mi sembrano male per nulla, direi che nel complesso il risultato ci sia.
Impressionante quanto siano vicini i piani di fuoco..

Lo 0,95 sarà pure tanta roba ma non è neanche facilissimo da usare!
Commento # 5 di: opelio pubblicato il 06 Maggio 2014, 14:55
Originariamente inviato da: demon77
Grazie!


Le foto non mi sembrano male per nulla, direi che nel complesso il risultato ci sia.
Impressionante quanto siano vicini i piani di fuoco..

Lo 0,95 sarà pure tanta roba ma non è neanche facilissimo da usare!


Commento # 6 di: demon77 pubblicato il 06 Maggio 2014, 15:36
Originariamente inviato da: opelio


Obiettivo è un termine generico che descrive un dispositivo ottico in grado di raccogliere e riprodurre un'immagine. È presente in molte apparecchiature ottiche: macchine fotografiche, binocoli, cannocchiali, telescopi, microscopi e altro. Può essere composto da una o più lenti e/o da catadiottri come sistemi di specchi concavi e convessi, spesso abbinati anche essi a diottri. In molti casi anche il cristallino dell'occhio è parte del sistema ottico dove il piano focale è rappresentato dalla retina. Considerando gli obiettivi come una semplice lente, la distanza focale di questi è la misura espressa in millimetri che separa la lente dal piano focale. Essendo gli obiettivi composti da più gruppi di lenti, tale distanza non si misura da una lente in particolare all'interno degli stessi ma dal centro ottico dell'obiettivo che viene definito "punto nodale posteriore" e in genere si trova in prossimità del diaframma. In sostanza la distanza focale indica la distanza fra il punto nodale posteriore di un obiettivo e il piano su cui i soggetti all’infinito sono messi a fuoco. Non è vero che al variare della focale corrisponde una diversa prospettiva. Per le regole di geometria la prospettiva non cambia se il punto di vista e l’oggetto ripreso rimangono fissi, varia solamente se ci spostiamo dal punto di ripresa. Il variare della focale è una conseguenza del cambiamento di prospettiva, non la causa. Se ci spostiamo da un punto di ripresa arretrando, cambiamo la prospettiva e le dimensioni dell'oggetto che risulterà più piccolo all'interno del fotogramma, di conseguenza cambieremo anche la focale per ingrandire l'oggetto La lunghezza focale degli obiettivi è quel fattore che determina l’angolo di campo della ripresa ma ciò dipende anche dalle dimensioni del supporto. Due obiettivi di focale uguale variano l’angolo di campo ripreso in base alle dimensioni della superficie sensibile al quale sono destinati. Viene definito obiettivo “Normale”, un obiettivo che ha come lunghezza focale la lunghezza approssimativa della diagonale del supporto fotosensibile usato. Per le fotocamere 35 mm con pellicola da 24x36 mm, l’obiettivo normale è il 50 mm quindi per il formato 35 mm, prendendo come punto di riferimento la focale 50 mm (normale), gli obiettivi si differenziano fra grandangolari (focale minore) e teleobiettivi (focale maggiore).Ogni singola fibra ottica è composta da due strati concentrici di materiale trasparente estremamente puro: un nucleo cilindrico centrale, o core, ed un mantello o cladding attorno ad esso. Il core presenta un diametro molto piccolo di circa 10 µm per le monomodali e 50 µm per le multimodali, mentre il cladding ha un diametro di circa 125 µm. I due strati sono realizzati con materiali con indice di rifrazione leggermente diverso, il cladding deve avere un indice di rifrazione minore (tipicamente 1,475) rispetto al core (circa 1,5). Come ulteriore caratteristica il mantello (cladding) deve avere uno spessore maggiore della lunghezza di smorzamento dell'onda evanescente. Negli ultimi vent'anni i progressi relativi allo sviluppo della fibra ottica sono stati enormi. Al momento il collo di bottiglia che non sfrutta appieno la larghezza di banda che permette la fibra ottica rimane la traduzione dal segnale elettrico al segnale luminoso, ed è proprio questo il punto chiave sul quale si sta cercando di lavorare nell'industria della fibra ottica.
Commento # 7 di: Aenil pubblicato il 06 Maggio 2014, 15:36
Originariamente inviato da: Roberto Colombo


grazie

oddio carino l'effetto sfocato ma per il resto con quel diaframma mi sembra abbastanza impastata l'immagine e con quell'effetto "luminescenza" (sorry non conosco il termine corretto) tipico, forse a quel prezzo però è difficile pretendere di più
Commento # 8 di: zyrquel pubblicato il 06 Maggio 2014, 15:53
mah....anche con la tara del micromosso, specialmente nei ritratti ) non mi pare niente di miracoloso ( per 999$ )...un bel cyclop usato e passa la paura
Commento # 9 di: MrDoti pubblicato il 30 Dicembre 2014, 18:45
il Cyclop è un 85mm f1,5;
il mitakon 50mm f0,95; la storia cambia.
Il cyclops è quasi inusabile, questo è una lente pare ben fatta,
che mette in crisi i vari Leica da 10000 euro perchè ha prestazione simili ad 1/15 del costo.
BenQ Monitor