Lensbaby: ora la creatività diventa wide

Lensbaby: ora la creatività diventa wide

di Matteo Cervo, pubblicata il

“La casa di produzione di lenti dagli effetti creativi, Lensbaby, presenta degli aggiuntivi da collegare al proprio Composer basculante.”

PMA 2009: gli eventi dedicati alla stampa prima della fiera, sono l'occasione per vedere in anteprima sia i prodotti già annunciati che vere e proprie novità di piccoli e grandi produttori. Tra le case che ci hanno colpito ecco una proposta interessante da Lensbaby. Il marchio noto per la costruzione di lenti volutamente poco nitide, facilmente affette da luci parassite o semplicemente con un ridottissimo campo di fuoco, è di certo conosciuto dai fotografi che sperimentano nuovi effetti creativi con la propria fotocamera.

Lensbaby ci presenta un nuovo "gioco" da collegare alla propria reflex, al posto dell'obiettivo standard: si tratta della lente Composer che in foto potete osservare in bianco, costituita da due gruppi ottici collegati tra loro tramite uno snodo. Lo snodo permette completa libertà di movimento sul basculaggio; il composer, come tutte le lenti lensbaby conserva una spiccata perdita di nitidezza dal centro ai bordi, accompagnata da una morbida vignettatura. Basculando il gruppo ottico anteriore si può creare una zona di nitidezza anche decentrata all'interno dell'inquadratura.

Grazie all'extender 0,42x con attacco magnetico è possibile allargare l'angolo di campo del Composer fino ad ottenere un grandangolo creativo con le stesse proprietà della lente sottostante. Ecco Composer ed Extender montati assieme, così come ci sono stati presentati.

Nell'ultima immagine potete apprezzare il risultato ottenuto con Composer ed Extender 0,42x. Tra gli extender aggiuntivi ricordiamo il Pinhole, Single Glass Optic, Double Glass Optic, Plastic Optic e l'extender tele 1,6x. Lensbaby non possiede tuttora un distributore per l'Italia, anche se Sam Pardue, CEO e cofondatore di Lensbaby, ci ha assicurato durante una piacevole chiacchierata che il gruppo sta prendendo accordi proprio in questi giorni per iniziare la distribuzione anche nel nostro paese. Lo stesso ha accolto con entusiasmo una futura "prova sul campo" da parte della nostra redazione.


Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: deck pubblicato il 03 Marzo 2009, 09:57
Scusate...

...non per essere poco 'romantico': ma lo stesso effetto non si può ottenere con un fotoritocco Photoshop?
Commento # 2 di: Eraser|85 pubblicato il 03 Marzo 2009, 09:58
Avvertenza! Guardare per più di qualche manciata di secondi l'ultima foto fa male agli occhi

Scherzi a parte, l'effetto è molto particolare.. mi piace
Commento # 3 di: Stigmata pubblicato il 03 Marzo 2009, 10:04
E' un tilt-shift di bassa qualità, in pratica.
Edit: bassa qualità ma alto prezzo... il muse viene 100USD o 150USD a seconda che abbia la lente in plastica o in vetro, il composer viene 270USD e lo stesso il control freak. Il convertitore wide 80USD.
Tra l'altro il muse e il control freak è da un bel pezzo che esistono, solo che prima si chiamavano in un altro modo.

Imho sono giocattolini da flickr o poco più.
Commento # 4 di: Duncan pubblicato il 03 Marzo 2009, 10:07
Originariamente inviato da: deck
...non per essere poco 'romantico': ma lo stesso effetto non si può ottenere con un fotoritocco Photoshop?


Sicuramente si, ma la bellezza di scattarla direttamente così è un'altra cosa, inoltre sono dell'idea meno si elabora un immagine meglio è, quindi se è possibile farlo durante la fase di scatto è sicuramente meglio.
Commento # 5 di: Notturnia pubblicato il 03 Marzo 2009, 10:14
@deck

se la foto la crei così sei un Fotografo.. dentro..

se la crei con photoshop sei un creativo :-D.. un grafico.. uno che sa come elaborare le foto..

il fotografo fa le foto.. non le ritocca.. io le uniche correzioni che faccio sono quelle del bilanciamento del bianco nelle foto.. a meno che non ci voglio giocare.. ma sennò.. bilanciamento del bianco.. e poi si stampa..
Commento # 6 di: Duncan pubblicato il 03 Marzo 2009, 10:31
Notturnia

Sono concorde sulla prima affermazione, ma in disaccordo con l'ultima, l'elaborazione della foto non necessariamente ne stravolge la natura, è una possibilità creativa in più, in fondo ottenere la medesima foto con un aggiuntivo ottico od elaborandola che differenza fa? Se l'immagine che hai in testa è poi quella che ottini alla fine, per me, non c'è.

Naturalmente preferisco ritoccare il meno possibile le foto, perchè gli strumenti vanno saputi usare sempre meglio la foto buona già dalla scatto IMHO
Commento # 7 di: demon77 pubblicato il 03 Marzo 2009, 10:48
Beh, ok essere puristi della fotografia.. ma io quoto Deck!!
Commento # 8 di: =Cipo2003= pubblicato il 03 Marzo 2009, 11:09
Originariamente inviato da: Duncan
[...] in fondo ottenere la medesima foto con un aggiuntivo ottico od elaborandola che differenza fa? Se l'immagine che hai in testa è poi quella che ottini alla fine, per me, non c'è.[...]


sono d'accordo
Commento # 9 di: Haran Banjo pubblicato il 03 Marzo 2009, 12:06
Scuole di pensiero diverse...
Commento # 10 di: jin8k pubblicato il 03 Marzo 2009, 12:36
mmm... un simile effetto ho ottenuto con shutter speed abbastanza lunga e zoom manuale... in pratica durante lo scatto, si fa zoom-in veloce manualmente, cosi si ottiene un simile effetto...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor