Italiani: popolo di acquirenti di fotocamere compatte

Italiani: popolo di acquirenti di fotocamere compatte

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Italia fanalino di coda nella diffusione delle mirrorless e regina delle vendite di compatte: i dati GFK e Panasonic confermano il profilo poco evoluto del nostro Paese in ambito fotografico”

Con Lumix GF3 Panasonic ha dato ulteriori conferme alla sua strategia, che punta per il top della gamma delle sue fotocamere sulle tecnologie mirrorless e sul sistema Micro Quattro Terzi. Nell'articolo che abbiamo pubblicato ieri trovate il nostro primo contatto con la nuova EVIL di casa Panasonic e con la nuova ottica presentata per l'occasione Leica Summilux DG 25mm f/1.4. Il Digital Imaging Seminar 2011 è stata l'occasione per Panasonic per presentare le novità, ma anche per fare il punto della situazione e delineare le strategie future.

Alla presenza di Laurent Abadie Chairman e CEO di Panasonic Europe Ltd e di Ichiro Kitao, direttore della business unit che in Giappone studia e produce le fotocamere del colosso nipponico, i vertici italiani di Panasonic hanno ribadito l'importanza che il settore mirrorless ricoprirà nel prossimo futuro. Il 2013 dovrebbe essere l'anno in cui le Compact System Camera arriveranno ad avere lo stesso peso delle reflex in termini di vendite: interessante vedere come questo processo non andrà, secondo le previsioni, a erodere numeri alle reflex, semplicemente sarà il risultato di una crescita sostenuta del settore mirrorless e molto più contenuta di quello reflex. A farne le spese probabilmente saranno le compatte premium.

Al momento il profilo geografico del mercato reflex è molto spostato verso l'estremo oriente, dove Giappone e Singapore vedono una ampia fetta del mercato delle ottiche intercambiabili in mano alle mirrorless. Diverso il discorso in occidente, dove l'Europa è poco sopra il 10% e il Nord America ha il dato più risicato, pari al 7%.

Il Panasonic Digital Imaging Seminar 2011 è stato anche l'occasione per sentire il parere di GFK: interessanti i dati relativi alle vendite nei Paesi europei con l'Italia fanalino di coda nella classifica della diffusione delle mirrorless, dietro la Spagna, con un dato pari allo 0,4% del mercato totale delle macchine fotografiche. Il nostro Paese è quello che compra più compatte in percentuale, con il 91,2% del mercato rappresentato da sistemi a ottiche non intercambiabili. La Germania è invece il paese più evoluto con solo l'86,4% del mercato destinato alle compatte e con il dato relativo alle reflex più grande del Vecchio Continente. Il dato tedesco è secondo solo a quello giapponese, dove però le mirrorless hanno un ruolo di grande rilievo, accaparrandosi il 4,1% del mercato totale DSC.

La sensazione che spesso si ha del nostro Paese, ossia di una nazione abbastanza lenta a recepire alcune innovazioni tecnologiche e molto orientata al mercato consumer, trova quindi conferma nei dati GFK. Si tratta anche di un problema di cultura fotografica: come dicevamo in occasione della premiazione dello Student Focus ai Sony World Photograpy Awards stupisce la quantità di istituti dedicati ad insegnare la fotografia all'estero, comparata con il numero di quelli italiani, praticamente pari a zero dato che la fotografia è di volta in volta considerata solo un'appendice di altre materie: dell'arte, del giornalismo, del design.


Commenti (35)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: gd350turbo pubblicato il 14 Giugno 2011, 11:30
Bhè direi che siamo abituati ormai ad essere il classico "fanalino di coda" nelle classifiche positive ed in "pole position" in quelle negative...

Io ho appena preso una compatta della panasonic, micro tough, ma per il solo motivo che è impermeabile e robusta, quindi posso portarla senza timore in quei posti dove avrei paura di rovinare la D700...
Commento # 2 di: RR2 pubblicato il 14 Giugno 2011, 11:32
"Il nostro Paese è quello che compra più compatte..."
"La sensazione che spesso si ha del nostro Paese, ossia di una nazione abbastanza lenta a recepire alcune innovazioni tecnologiche..."

Sarà mica che a causa/con la scusa della crisi si lavora di più e si guadagna di meno e che di base abbiamo tra gli stipendi medi più bassi d'Europa? Siamo quintultimi se non sbaglio.
Commento # 3 di: gd350turbo pubblicato il 14 Giugno 2011, 11:55
Originariamente inviato da: RR2
"Il nostro Paese è quello che compra più compatte..."
"La sensazione che spesso si ha del nostro Paese, ossia di una nazione abbastanza lenta a recepire alcune innovazioni tecnologiche..."

Sarà mica che a causa/con la scusa della crisi si lavora di più e si guadagna di meno e che di base abbiamo tra gli stipendi medi più bassi d'Europa? Siamo quintultimi se non sbaglio.


La crisi non esiste...
O meglio la crisi esiste quando occorre pagare le bollette, le rate del mutuo, l'affitto, ma non esiste per prendere l'iphone, l'ultima compattina appunto, o andare in ferie...

Si siamo come dicevo il fanalino di coda dove bisognerebbe essere in pole position...
Commento # 4 di: p4ever pubblicato il 14 Giugno 2011, 11:56
Originariamente inviato da: RR2
"Il nostro Paese è quello che compra più compatte..."
"La sensazione che spesso si ha del nostro Paese, ossia di una nazione abbastanza lenta a recepire alcune innovazioni tecnologiche..."

Sarà mica che a causa/con la scusa della crisi si lavora di più e si guadagna di meno e che di base abbiamo tra gli stipendi medi più bassi d'Europa? Siamo quintultimi se non sbaglio.


quoto
siamo semplicemente i più poveri....datemi 1800 euro al mese di stipendio e vedete come faccio girare la tecnologia pure io...

anche se ad onor del vero, poi magari in italia vi è il paradosso che per certe cose (auto e cellulari) saremmo capaci di morir di fame ed indebitarci fino a 90 anni...penso che come concentrazione di auto e telefonini anche i giapponesi ci invidiano

ot
preferiamo le compatte perchè costano meno, e su quella che costa meno di tutte..chiediamo lo sconto. punto.
Commento # 5 di: scorpionkkk pubblicato il 14 Giugno 2011, 14:28
Originariamente inviato da: gd350turbo
La crisi non esiste...
O meglio la crisi esiste quando occorre pagare le bollette, le rate del mutuo, l'affitto, ma non esiste per prendere l'iphone, l'ultima compattina appunto, o andare in ferie...

Si siamo come dicevo il fanalino di coda dove bisognerebbe essere in pole position...


Sono d'accordo. Risparmiando 500 euro al mese si può agevolmente acquistare un appartamento in periferia in circa 41,6 anni. E se il risparmio è di 1000 euro si può scegliere se dimezzare il tempo di acquisto dell'appartamento a 20,8 anni oppure pagare il solito affitto irrisorio (la media è di 300 euro al mese in tutta italia) per destinare i restanti 700 euro al proprio progetto familiare.
Se il risparmio sale a 1500/2000 euro al mese allora si possono fare ovviamente entrambe le cose.
Le vacanze invece sono un capitolo buio della nostra felice nazione. Esagerato il famigerato 40% di vacanzieri a livello nazionale il quale, a sua volta, predilige vacanze di una sola settimana all'interno della nazione. A livello europeo sono più spartani con partenze per il 68% e vacanze di due settimane con scelta consistente di mete estere ma comunque europee.
Inoltre per coloro, come il sottoscritto, che non vanno proprio in vacanza (personalmente da circa 12 anni (23 anni - 35 anni), neanche per due giorni ), sarà disponibile una carreggiata autostradale della lunghezza di alcuni metri in modo da quantificare a beneficio di televisioni e giornali l'ammontare dei pochi (?) che possiedono questa sana abitudine.
Alla luce di ciò tutte le città che in questi ultimi anni hanno generato profitti dalle iniziative estive promosse a beneficio dei non-vacanzieri, dovranno ricredersi e convincersi di aver immaginato la presenza dei propri cittadini eliminando qualsiasi manifestazione.
Gli utenti di iphone inoltre saranno costretti a riempire il 730 barrando la casella "possessore di iphone". Ciò farà immediatamente salire l'aliquota IRPEF al 93% considerando il valore di mercato del bene in questione pari a circa 900.000.000 € al pezzo.
Commento # 6 di: gd350turbo pubblicato il 14 Giugno 2011, 14:50
Si...
Direi proprio che i 12 anni senza ferie fanno sentire i loro effetti !
Commento # 7 di: zyrquel pubblicato il 14 Giugno 2011, 15:41
non ho capito cosa c'è di male non non volere [ ancora ] comprare una mirrorless, se voglio una compatta prendo una compatta, se non mi interessa il peso/ingombro vado di reflex
Commento # 8 di: eeetc pubblicato il 14 Giugno 2011, 16:00
Io ho ancora una gloriosa reflex a pellicola degli anni 90 che svolge egregiamente il suo lavoro.. eppure l'altro giorno mi sono preso una compattina digitale da 90€, la comodità di mettere in tasca un oggettino per foto non troppo impegnative è impagabile.. la reflex si muove solo per i viaggi "importanti"..

ps
@scorpionkkk
prenditi urgentemente una vacanza di almeno 3 settimane, ne hai bisogno
Commento # 9 di: DUDA pubblicato il 14 Giugno 2011, 16:34
Originariamente inviato da: gd350turbo
Bhè direi che siamo abituati ormai ad essere il classico "fanalino di coda" nelle classifiche positive ed in "pole position" in quelle negative...

Io ho appena preso una compatta della panasonic, micro tough, ma per il solo motivo che è impermeabile e robusta, quindi posso portarla senza timore in quei posti dove avrei paura di rovinare la D700...


Sei un fico, quindi chi si compra una compatta perchè non sente la necessità di avere di più, o non ne ha interesse "affossa" l'immagine dell'Italia...fammi la lista di tutta la tecnologia che hai in casa, se appena appena non hai l'autoradio più tecnologica che ci sia o il lettore bluray più avanzato in commercio potrò accusarti di essere "negativo"...d'accordo?
Commento # 10 di: DUDA pubblicato il 14 Giugno 2011, 16:38
Originariamente inviato da: zyrquel
non ho capito cosa c'è di male non non volere [ ancora ] comprare una mirrorless, se voglio una compatta prendo una compatta, se non mi interessa il peso/ingombro vado di reflex


Si, ma io e te ci arriviamo, ma c'è gente purtroppo che compra la tecnologia in base al [costo/data di produzione], per fare il figo alle feste con la reflex FF nikon a tracolla e usarla in Program, col 18-55...l'importante è non essere una tremenda onta per l'Italia.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor