Il 4K? Completamente inutile. Parola di tre importanti registi

Il 4K? Completamente inutile. Parola di tre importanti registi

di Roberto Colombo, pubblicata il

“L'Ultra HD si è diffuso per la spinta dell'industria video, non per reali esigenze dei registi, per i quali a volte la risoluzione è già quasi fin troppa con le apparecchiature standard. Ecco l'opinione di tre importanti cineasti: Geoff Boyle, Rodney Charters, Bill Benett”

La vera utilità del 4K ? Stando all'opinione di tre registi è pari a zero. Geoff Boyle, Rodney Charters, Bill Benett condividono lo stesso giudizio sull'Ultra Alta Definizione: si tratta di un argomento molto spinto da parte dell'industria della ripresa e della riproduzione video, non una reale esigenza dei registi e dei direttori della fotografia. "Non mi importa nulla della risoluzione: ho passato la mia vita a mettere retine, calze, filtri di diffusione davanti e dietro le ottiche perché generalmente è tutto troppo nitido. Quello che mi interessa veramente sono la gamma dinamica e la resa dei colori" - questa l'opinione di Geoff Boyle (Mutant Chronicles [2008], Street Fighter - La leggenda [2009] and Dark Country [2009]). Sono argomenti simili a quelli utilizzati dai registi che si sono schierati per salvare le pellicole cinematografiche Kodak e poter girare film ancora negli anni a venire utilizzando questo mezzo al posto del digitale.

Sulla stessa linea anche Rodney Charters ( 24 [2001], Venerdì 13 [1987]) che rincara la dose dicendo che tutta quella risoluzione porta sullo schermo dettagli che possono anche avere un effetto negativo, ad esempio distraendo lo spettatore dalla vera scena che il regista voleva mettere davanti ai suoi occhi. Bill Benett (Kiss or Kill [1997], In a Savage Land [1999] and Tentazione mortale [2001]) fa poi una considerazione molto pratica: "Spesso lavoriamo con attrici sulla cinquantina, molto brave e molto pagate: nessuna di loro vuole vedere puntata verso di sé una videocamera 4K (o 6K o 8K) senza che di fronte ad essa ci sia un filtro di diffusione. Nel momento in cui aggiungi qualunque forma di diffusione non hai più una cinepresa 4, ma ti porti dietro comunque tutto il carico di dati che questa comporta".

La gamma dinamica è uno degli aspetti chiave per i direttori della fotografia e al momento c'è molto lavoro attorno a questo tema nell'ambiente, anche perché all'occhio umano immagini con un migliore contrasto e una gamma dinamica aumentata danno l'impressione di maggiore nitidezza. Addirittura Boyle è coinvolto in alcuni esperimenti per girare con due cineprese Arri in parallelo, non per ottenere immagini 3D, ma per arrivare a una gamma dinamica di 20 stop. Un altro elemento chiave sono i colori: in molti si sono resi conto che lo spazio colore Rec 709, utilizzato come standard per le TV ad alta definizione, faccia perdere moltissime informazioni di gamma cromatica. Se si trova il modo invece di riuscire a portarle agli occhi degli spettatori l'impatto delle immagini in movimento può essere molto maggiore, ma servono nuovi standard nell'industria. Dolby è al lavoro su qualcosa di simile con la sua tecnologia Dolby Vision.


La differenza nella qualità delle immagini che promette di portare la tecnologia Dolby Vision

Se avete una mezz'ora di tempo potete guardarvi tutta l'interessante tavola rotonda a questo indirizzo o cliccando sul video incorporato qui sotto.


Commenti (165)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Bivvoz pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:16
La differenza tra fhd e 4k in ambito televisivo si nota solo in determinate condizioni che si realizzano molto raramente in sistemi casalinghi e già per questo secondo me è inutile.

Ai colori non ci avevo mai pensato, ma a questa bisogna anche aggiungere che per far stare un film in 4k in un supporto fisico o per trasmetterlo via tv bisogna prima comprimerlo e la prima cose che i codec tagliano sono proprio i colori.
Commento # 2 di: Spinoza pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:20
Se mi davano i commenti di Coppola o di Scorsese magari erano interessati. Questi tre chi si li è mai filati?
Commento # 3 di: Pier de Notrix pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:32
in casa non serve su un TV da 50 pollici, ma al cinema è uno spettacolo! Su gli schermi cinematografici ci voleva proprio. Peccato che fin'ora ho trovato un solo film che mi interessava girato in 4K... niente di meno sono andato a vedere Lucy e non lo era! Ma dico, come si fa?
Commento # 4 di: khelidan1980 pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:36
Originariamente inviato da: Spinoza
Se mi davano i commenti di Coppola o di Scorsese magari erano interessati. Questi tre chi si li è mai filati?


Chiaro bisogna essere minimo crstiano ronaldo per parlare di calcio, tutti gli altri dicono solo idiozie
Commento # 5 di: AceGranger pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:37
Originariamente inviato da: Bivvoz
La differenza tra fhd e 4k in ambito televisivo si nota solo in determinate condizioni che si realizzano molto raramente in sistemi casalinghi e già per questo secondo me è inutile.

Ai colori non ci avevo mai pensato, ma a questa bisogna anche aggiungere che per far stare un film in 4k in un supporto fisico o per trasmetterlo via tv bisogna prima comprimerlo e la prima cose che i codec tagliano sono proprio i colori.


si ma qui si parla di Master, e di roba che ti arriva anche al cinema; anche i BR FHD ne guadagnerebbero, se i Master sono di qualita è piu semplice ottenere conversioni migliori e piu pulite.

questi 3"registi" da B-Movie fanno abbastanza ridere.
Commento # 6 di: illidan2000 pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:39
Originariamente inviato da: Pier de Notrix
in casa non serve su un TV da 50 pollici, ma al cinema è uno spettacolo! Su gli schermi cinematografici ci voleva proprio. Peccato che fin'ora ho trovato un solo film che mi interessava girato in 4K... niente di meno sono andato a vedere Lucy e non lo era! Ma dico, come si fa?


sono d'accordo con te.
le cose che ho letto in questo articolo sembrano una marea di cavolate.
i filtri li puoi mettere sempre e comunque, se le attrici non vogliono mostrare i loro difetti, cambiassero mestiere!
I quando vado al cinema vedo sempre delle immagini davvero poco curate, che al confronto la mia tv 720p è fantascienza. Nei film d'azione, in quelli fantasy, ma anche nei lungometraggi ne gioverebbe enormemente.
Gli schermi sono di dimensioni imparagonabili con le tv. altro che 4k, ci vorrebbero risoluzioni ancora più alte!
Commento # 7 di: Braccop pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:39
eeeh quanta ignoranza.

il 4k serve eccome e la resa si nota eccome. questo per il semplicissimo fatto che, almeno in ambito consumer, i video sono tutti encodati con un chroma subsampling 4:2:0, il che, in soldoni, si traduce in una risoluzione circa della meta' e in una resa cromatica piu' scarsa.

percui chi oggi guarda un blu ray fullhd ha in realta' quella che sarebbe una resa simile a un video 960x540 4:4:4 (cioe' con piena risoluzione colore RGB)

pertanto, il 4k nella sua incarnazione 4:2:0 permetterebbe di fruire di un risultato paragonabile ad un vero full hd 1920x1080 4:4:4

e questo solo parlando dell'ambito consumer.
Commento # 8 di: La Paura pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:40
Originariamente inviato da: Spinoza
Se mi davano i commenti di Coppola o di Scorsese magari erano interessati. Questi tre chi si li è mai filati?


si però secondo me dicono delle cose sensatissime.

Se un'attrice non vuole farsi riprendere in 4K senza il filtro di diffusione, allora a che cosa mi serve tutta questa risoluzione.
Poi vuoi mettere che è più facile lavorare in FHD. Puoi fare camere dal costo decisamente più basso, è puoi avere funzioni tipo hi-speed ecc occupando meno della metà dello spazio.

Io abito a roma e ci sono molti cinema alcuni dei quali con sale tecnicamente molto avanzate, be ti dico che la qualità della ripresa 4K la vedi solo se sei seduto in posizione semiperfetta, ovvero un 50 posti sui 400 della sala.

In ambito home, francamente non ne vedo la necessità, visto che le uniche cose che ho visto in 4K su un TV sono le demo nei centri commerciali.
Commento # 9 di: Portocala pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:40
Originariamente inviato da: khelidan1980
Chiaro bisogna essere minimo crstiano ronaldo per parlare di calcio, tutti gli altri dicono solo idiozie


No, ma se arriva un 38enne della serie D assieme a 2 suoi amici e mi dice che il nuovo pallone della Nike non è ottimo perchè troppo scivoloso, magari vedo se anche chi è in Serie A ha le stesse impressioni.
Commento # 10 di: demon77 pubblicato il 24 Ottobre 2014, 14:40
Ma sinceramente non è che mi possa influenzare l'opinione del tal regista o esperto che sia.

Ne so quel che basta per arrivarci da solo che tutto sto polverone del 4K è solo marketing per vendere nuove TV, videocamere, hard disk ecc.
E' inutile. Totalmente impercettibile su una tv anche da 50 pollici, salvo mettersi a cinque centimetri di distanza a confrontare i fermo immagine.

Al max torna buono per il cinema, quello si.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor