Compatte rugged, card style e a prezzo accessibile nella nuova gamma Fufjifilm

Compatte rugged, card style e a prezzo accessibile nella nuova gamma Fufjifilm

di Roberto Colombo, pubblicata il

“L'aggiornamento della gamma Fujifilm ha interessato tutte le linee di modelli, comprese le compatte entry level, quelle in formato carta di credito e le compatte resistenti a immersioni e cadute.”

L'aggiornamento della gamma Fujifilm ha interessato tutte le linee di modelli, comprese le compatte entry level, quelle in formato carta di credito e le compatte resistenti a immersioni e cadute. Abbiamo già affrontato il capitolo delle top di gamma e delle superzoom.

Appartengono alla categoria delle rugged Fujifilm FinePix XP150 e XP100: entrambe sono basate su un sensore CMOS in formato 1/2.3" da 14,4 e su un'ottica F3.9-F4.9 non sporgente in grado di fornire zoom 5x con focali equivalenti 28-140mm. Le due macchine sono studiate per resistere a immersioni fino a 10 metri di profondità e a cadute da 2 metri, oltre che per operare a temperature fino a -10°C. L'unica differenza tra i due modelli è la presenza del GPS su Fujifilm XP150. Caratteristiche simili per FinePix XP50 che però ha una resitenza inferiore, raggiungendo 5m di profondità e potendo cadere da un'altezza di 1,5 metri.

La stessa ottica 28-140mm equipaggia le fotocamere in formato carta di credito FinePix Z1000EXR Wi-Fi e FinePix Z110. La prima, come reso evidente dal nome, oltra a utilizzare un sensore EXR CMOS da 16 megapixel integra un modulo Wi-Fi, pensato ad esempio per sfruttare il tethering degli smartphone per effettuare l'upload delle foto in mobilità sui social network.

L'operazione è possibile utilizzando l'app Fujifilm Photo Receiver, resa disponibile gratis sugli application market. La macchina è gestita totalmente tramite il display touchscreen ed è in grado di registrare filmati Full HD 1080p. Il modello Z110 integra anch'esso il touchscreen, ma non ha la stabilizzazione sul sensore, che in questo caso è un CCD da 14 megapixel.

In ambito compatte budget troviamo FinePix T400, che punta su sensore CCD in formato 1/2,3" da 16 megapixel e ottica zoom 10x 28-280mm equivalenti, con la sorella T350 con sensore da 14 megapixel, FinePix JZ200 e JZ100 con ottica 25-200mm e sensori CCD da 16 e 14 megapixel e infine JX550 e JX500 con obiettivo 26-130mm e gli stessi sensori visti sul resto della famiglia.


Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: nikio pubblicato il 05 Gennaio 2012, 19:22
Quanti Mpixel

Le ottiche striminzite sono necessarie per la compattezza della macchina, ma ha senso metterci un sensore da 14, 16 Mpix?
non avrebbe più senso metterci sensori da 8 Mpix e puntare di più sulla sensibilità?
Comunque vale la pena di specificare che le rugged hanno la stabilizzazione del sensore, che per la definizione dell'immagine vale molto più di qualche Mpix.
Commento # 2 di: sk000ks pubblicato il 05 Gennaio 2012, 20:15
sensori microscopici - sempre più MP

I sensori di queste micro-fotocamere sono sempre più piccoli. Sparano sempre più su con i megapixel, e gli tutti ad abboccare all'amo.

La corsa dovrebbe essere a chi c'è l'ha più grosso, il sensore. Le dimensioni contano, un bel po'.
Commento # 3 di: Parappaman pubblicato il 06 Gennaio 2012, 10:12
La Z1000EXR (così come le precedenti ultracompatte Z EXR) monta un sensore leggermente più grosso della media delle compatte, da 1/2" invece che da 1/2,3", e la modalità di scatto EXR SN accoppia i pixel per raddoppiare le capacità di assorbimento luce quando questa scarseggia, facendolo diventare effettivamente un 8 MP di qualità superiore. Va perciò vista come una 8 MP che all'occorrenza, e in piena luce, permette di scattare foto da 16 MP, anche se ovviamente il settore marketing Fuji capitalizza sui grandi numeri ed evita le tecnicità nelle descrizioni delle serie più "di largo consumo".

Ogni tanto, informiamoci prima di sparare a zero. Questa serie di ultracompatte è il meglio esistente sul mercato a quelle dimensioni.
Il resto... beh, sono ciofeche prezzate adeguatamente.

edit: c'è un refuso nel titolo
Commento # 4 di: nikio pubblicato il 06 Gennaio 2012, 11:50
Il fatto è che per avere 16 milioni di pixel distinti sul sensore (cioè perché la luce "destinata" ad un pixel non vada a finire su nessun altro) serve
non solo un'immobilità perfetta dell'apparecchio mentre scatta (che mi sembra un po' in contrasto con la natura "sportiva" delle rugged) ma diciamo pure che uno che imposta 16Mpix si porti dietro il cavalletto,
ma anche un'ottica di qualità eccellente (che dubito si possano fare con quelle dimensioni e soprattutto a quel prezzo)
[P.S. dimenticavo , ovviamente la perfetta messa a fuoco]
Per fare un confronto iniquo, la Canon G12 ha un sensore da 10Mpix, magari qualcuno prima o poi farà un confronto diretto, ma io scommetto già da ora che da quei 10Mpix restituiranno più dettagli dei 16 della fuji.
Semplicemente perché il collo di bottiglia nella definizione dell'immagine digitale non è (già da anni) il numero di pixel sul sensore.
Commento # 5 di: X3n0 pubblicato il 07 Gennaio 2012, 01:34
con 8 mpx avrebbero senso!
BenQ Monitor