Canon e le 50 sfumature di (mercato) grigio: negli USA è battaglia legale

Canon e le 50 sfumature di (mercato) grigio: negli USA è battaglia legale

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Canon negli Stati Uniti ha fatto causa ad alcune compagnie operanti nel mercato grigio dei suoi prodotti. La questione è non tanto la pratica stessa dell'importazione tramite mercato grigio, ma una serie di irregolarità riscontrate nei prodotti venduti ”

Quante sfumature può avere la definizione di mercato? Nell'andare dai canali ufficiali al mercato nero (illegale) troviamo in mezzo diverse pratiche che vengono fatte ricadere sotto il cappello della definizione di mercato grigio. In generale si tratta di procedure legali, anche se, come vedremo nel corso di questa notizia, il confine tra il lecito e il truffaldino potrebbe essere labile. Le apparecchiature elettroniche sono spesso soggette alle pratiche di mercato grigio, visto che a livello globale possono avere prezzi molto diversi tra di loro nei diversi paesi. Può quindi essere conveniente per un'azienda comprare all'estero, importare in modo legale in madrepatria e vendere un prodotto a prezzo molto concorrenziale mantenendo comunque un discreto margine operativo: è questa la base del mercato grigio.

Il produttorre può non riconoscere la garanzia locale di prodotti esteri

I prodotti dei canali ufficiali e quelli del mercato grigio generalmente non differiscono nella sostanza, ma vedono un diverso trattamento a livello di garanzia, con il produttore che di norma non riconosce la garanzia locale di un prodotto importato tramite mercato grigio dall'estero, rimandando alla garanzia locale del paese di arrivo per eventuali riparazioni. Spesso i distributori che operano sul mercato grigio ovviano al problema offrendo essi stessi sistemi di garanzia che possano evitare problemi al cliente, ma la qualità del servizio non sempre è all'altezza della garanzia ufficiale. Prodotti del mercato grigio spesso hanno prezzi molto allettanti, ma il tema della garanzia è sempre da tenere bene a mente ed è buona cosa leggere attentamenti i termini della garanzia offerta.

Veniamo però al nocciolo della notizia con Canon che negli Stati Uniti ha fatto causa ad alcune compagnie operanti nel mercato grigio dei suoi prodotti. Photography Bay ha avuto accesso ai documenti relativi alla denuncia di Canon USA e getta luce sulla vicenda, rivelando interessanti particolari. Il centro della questione è non tanto la pratica stessa dell'importazione tramite mercato grigio, ma una serie di irregolarità riscontrate nei prodotti venduti da Get It Digital LLC, All New Shop LLC e F&E Trading LLC (quest'ultima tramite i venditori online Big Value, Inc., Electronics Valley, Electronics Basket, DavisMax, Netsales e Sixth Avenue). I problemi più marginali messi in luce dalla denuncia sono quelli relativi alla copertura delle garanzie offerte sui prodotti e all'inclusione nelle confezioni di fotocopie dei manuali al posto degli originali, due fatti che comunque non sono identificabili come illegali.

In alcuni casi i numeri di serie erano contraffatti

Più vicino al confine è l'uso di confezioni che esternamente non rispecchiano l'effettivo contenuto, come avviene ad esempio nello scorporamento dei kit (pratica molto diffusa sul mercato grigio) e l'utilizzo della scatola originale, anche se all'interno non sono presenti alcuni componenti del kit originale (ottica, flash e custodie per esempio). In alcuni casi al posto degli accessori originali (caricabatterie e cavi) nelle confezioni sono stati inclusi dispositivi non originali, con l'aggravante della non conformità alle leggi statunitensi di alcuni di essi. La denuncia di Canon USA mette in luce però una pratica che sconfina chiaramente nell'illegale: diversi prodotti riportavano infatti particolari contraffatti, come ad esempio le targhette coi numeri di serie. Addirittura viene portato un caso in cui la targhetta riportava un campo bianco al posto del numero di serie. Questa pratica molto probabilmente è utilizzata per far passare come 'locali' prodotti in arrivo dall'estero che i centri assistenza Canon identificherebbero subito come esteri (e quindi soggetti alla garanzia del paese in cui sono stati venduti) proprio con un semplice sguardo al numero di serie. La denuncia di Canon USA chiede la cessazione immediata delle vendite di prodotti del mercato grigio da parte dei soggetti citati.

Dal mercato grigio si possono ottenere risparmi consistenti

Chiudiamo con alcune considerazioni sul tema del mercato grigio, che - lo ricordiamo - se non utilizza pratiche scorrette come quelle evidenziate dall'indagine di cui abbiamo parlato, non è illegale. Spesso lo sconto ottenibile sui prodotti, che come le fotocamere possono costare migliaia di euro, è davvero consistente: accettando il rischio della garanzia non locale e informandosi bene su come far valere i propri diritti in caso di problemi è una strada scelta da molti per potersi permettere apparecchi che risultano fuori budget tramite i canali ufficiali. Delicato è poi il tema del salto d'imposta con cui buona parte del risparmio sul prezzo è garantita dallo sfruttamento di disarmonie dell'IVA comunitaria: la pratica non è di per sé illegale, ma sfocia nel non lecito nel momento in cui si accerti che l'operazione è progettata al solo scopo di ottenere un vantaggio fiscale. Acquistando dal mercato grigio è quindi possibile ottenere consistenti risparmi, la cosa importante è sapere bene quello che si sta facendo.


Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: frankie pubblicato il 25 Novembre 2015, 15:45
Dopo una scottatura con un evidente caso di truffa di un noto venditore online poi sparito (ma riapparso sotto altro nome), ho deciso di utilizzare i negozi fisici se possibile o al massimo i più grossi rivenditori online.

A parte questa considerazione off topic, ma neanche tanto, visto che alle solite chiacchere da Bar: noooo cosa lo hai comprato a fare da U... o M... onlain loppagavidimeno!!!111!!11!!1!

Un bel giorno non si accende più il TV, ho scritto un messaggio di richiesta assistenza, mi han richiamato e dopo 5 giorni sono venuti a casa a sistemarmi il TV.

Dopo un mese aveva un altro problema (collegato al precedente) e sono venuti a prenderla per ripararla in lab.

Tutto compreso nella garanzia italiana, cosa che è esclusa in quella europa dei rivenditori online.

Ah, Samsung.
Commento # 2 di: gianluca.f pubblicato il 26 Novembre 2015, 07:55
Originariamente inviato da: frankie

Tutto compreso nella garanzia italiana, cosa che è esclusa in quella europa dei rivenditori online.

Ah, Samsung.


Tutto molto bello ma questa non è la garanzia è un servizio post vendita con i cosiddetti. Molto raro al giorno d'oggi e costoso.
BenQ Monitor