Anche Trascend mette la connettività Wi-Fi sulle schede SD

Anche Trascend mette la connettività Wi-Fi sulle schede SD

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Anche Trascend sceglie la connettività Wi-Fi per le sue schede di memoria da 16GB e 32GB Classe 10”

Uno dei temi del momento è certamente quello della connettività sulle fotocamere: diversi produttori hanno deciso di dotare le loro macchine fotografiche di moduli Wi-Fi in modo da permettere da un lato il trasferimento wireless delle immagini e la condivisione sui social network in presenza della rete casalinga o di un hotspot (fisso o creato dal cellulare) e dall'altro per abilitare il controllo remoto da terminali mobili come smartphone e tablet.

I primi passi per portare la connettività Wi-Fi sui cellulari sono passati attraverso le schede SD: in particolare le schede Eye-Fi sono quelle che per prime hanno portato la connettività wireless sulle fotocamere nelle mani del grande pubblico. Il successo di questa iniziativa è stato limitato inizialmente, ma da quando i cellulari permettono di creare hotspot Wi-Fi in grado di sfruttare la connessione 3G, HSPA e ora anche LTE, le cose sono cambiate e il trend pare di nuovo in crescita.

Tanto che da tempo anche Toshiba è scesa in campo con la sua tecnologia FlashAir e che ora anche Trascend mette sul piatto la propria proposta. Si tratta di schede SDHC da 16GB e 32GB dotate di modulo Wi-Fi integrato e funzionante in due modalità: Direct Share Mode, per la connessione diretta con un dispositivo mobile, e Internet Mode, per condividere le proprie foto ed effettuarne il backup in presenza di una connessione wireless alla rete. Per la prima modalità Trascend ha messo a disposizione un'App scaricabile gratuitamente per i dispositivi iOS (iPhone/iPad/iPod touch) e Android.

Trascend ha puntato su schede di Classe 10, per venire incontro alle esigenze di chi utilizza anche i video Full HD sulla propria fotocamera e ha posizionato i suoi nuovi prodotti rispettivamente a $69 e $99 per le versioni 16GB e 32GB.


Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: mentalray pubblicato il 12 Novembre 2012, 09:56
Pazzesco, non avrei mai pensato che in una schedina di memoria ci potesse stare un modulo wifi. Mi chiedo solo quanto sono utili se all'interno della fotocamera non è presente un sistema operativo in grado di gestire tale connessione con SW dedicati. Se non ho capito male il direct mode è una sorta di bluetooth, ma a sto punto la colleghi al computer con la USB ...
Commento # 2 di: Scarfatio pubblicato il 12 Novembre 2012, 10:04
non era meglio inserire NFC? Il wifi esiste da anni su una miriade di dispositivi.
Commento # 3 di: bdave77 pubblicato il 12 Novembre 2012, 10:29
Originariamente inviato da: Scarfatio
non era meglio inserire NFC? Il wifi esiste da anni su una miriade di dispositivi.


NFC é una tecnologia non pensata per il trasferimento di dati come puó essere quello di file fotografici, bensí per microtransazioni in prossimitá.
Commento # 4 di: guido89_ pubblicato il 12 Novembre 2012, 11:38
Originariamente inviato da: bdave77
NFC é una tecnologia non pensata per il trasferimento di dati come puó essere quello di file fotografici, bensí per microtransazioni in prossimitá.


beh oddio...s beam di samsung serve a scambiare file, documenti, foto o video che siano ed è nfc...valida replica per la prossimità, ma non per il tipo di file (che in teoria transazioni finanziarie dovrebbero essere più complesse di un'immagine visti i protocolli di sicurezza..
Commento # 5 di: !fazz pubblicato il 12 Novembre 2012, 11:45
Originariamente inviato da: mentalray
Pazzesco, non avrei mai pensato che in una schedina di memoria ci potesse stare un modulo wifi. Mi chiedo solo quanto sono utili se all'interno della fotocamera non è presente un sistema operativo in grado di gestire tale connessione con SW dedicati. Se non ho capito male il direct mode è una sorta di bluetooth, ma a sto punto la colleghi al computer con la USB ...


beh, devi considerare che l'interfaccia sd non è nata solo per le memorie anzi c'è tutta una serie di periferiche esterne (principalmente per palmari) con interfaccia sd dai moduli gps al ai moduli bt fino ad arrivare alle schede di rete wifi

se ti interessa la questione trovi parecchio materiale cercando sdio
Commento # 6 di: Rubberick pubblicato il 12 Novembre 2012, 12:23
ma piuttosto una cf wireless? se uno non volesse accollarsi spese enormi con i grip wireless?
Commento # 7 di: ChIP_83 pubblicato il 12 Novembre 2012, 12:34
pensate che una scheda del genere sia compatibile con una nikon D3100 ?
Commento # 8 di: !fazz pubblicato il 12 Novembre 2012, 13:59
Originariamente inviato da: ChIP_83
pensate che una scheda del genere sia compatibile con una nikon D3100 ?


dovrebbe essere compatibile senza nessun problema il trasferimento wireless è indipendente dalla macchina utilizzata (viene gestito dal pc)
Commento # 9 di: zephyr83 pubblicato il 12 Novembre 2012, 18:20
Originariamente inviato da: guido89_
beh oddio...s beam di samsung serve a scambiare file, documenti, foto o video che siano ed è nfc...valida replica per la prossimità, ma non per il tipo di file (che in teoria transazioni finanziarie dovrebbero essere più complesse di un'immagine visti i protocolli di sicurezza..

Direttamente tramite NFC si riescono a scambiare pochi byte, va bene giusto per contatti, link e robe del genere! S beam se nn sbaglio usa l'NFC per l'accoppiamento rapido ma poi lo scambio avviene tramite wifi. In altri casi viene sfruttato il bluetooth, ma direttamente tramite nfc ti scordi di inviare immagini o altri file!
BenQ Monitor