Acquisizione video da professionisti con la Blackmagic Intensity Pro 4K

Acquisizione video da professionisti con la Blackmagic Intensity Pro 4K

di Alberto De Bernardi, pubblicata il

“Blackmagic aggiorna la sua scheda di acquisizione video Intensity al formato Ultra HD: registrazione fino a 2160p@30fps o 1080p@60 fps a 179 Euro.”

p>Blackmagic ha aggiornato la sua scheda di acquisizione video Intensity al formato Ultra HD: si chiama Intensity Pro 4K, ed è una scheda PCIe compatibile Windows, Mac e Linux che consente di acquisire video fino al formato 2160p @ 30fps, oppure 1080p @ 60 fps.

Mette a disposizione ingressi HDMI e analogici YUV, Video Composito e S-video, risultando così compatibile con qualsiasi sorgente, dalla più recente Ultra HD al vecchio videoregistratore VHS, passando per lettori DVD e Console. In effetti, Blackmagic propone la Intensity Pro 4K non solo ai videomaker, ma anche ai giocatori "professionisti" che desiderano creare i loro walk-trough.

Oltre al supporto Ultra HD e al frame rate di 60 fps per la risoluzione Full HD, la nuova scheda aggiunge il cosiddetto "Deep Color" quando si lavora con l'HDMI. Può cioè catturare filmati a 10 bit colore per ciascun canale.

La buona notizia è che, nonostante le funzionalità di livello "Pro", la scheda mantiene un prezzo di fascia consumer: $ 199 - 179 Euro, compreso il software DaVinci Resolve Lite per Mac e Windows.


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: ugo73 pubblicato il 17 Febbraio 2015, 18:42
già già Resolve Davinci Lite è scaricabile gratuitamente dal loro sito se fosse stata la versione full allora era un'altro discorso...

ed aggiungo

Mette a disposizione ingressi HDMI e analogici YUV, Video Composito e S-video, risultando così compatibile con qualsiasi sorgente, dalla più recente Ultra HD al vecchio videoregistratore VHS, passando per lettori DVD e Console.


peccato che tra l'analogico e l'HDMI ci siano un bel po' di videocamere professionali e non con porta firewire ... quindi la compatibilità con qualsiasi sorgente proprio non c'è anzi....
Commento # 2 di: Paganetor pubblicato il 17 Febbraio 2015, 20:32
il firewire è una "normale" porta tipo l'usb, non devi avere necessariamente una scheda di acquisizione per recuperare dati da una Firewire
Commento # 3 di: leoben pubblicato il 17 Febbraio 2015, 23:19
Domanda da profano: ma le videocamere professionali non registrano in digitale su scheda di memoria o hard disk? In questi casi si ha già il filmato (o meglio, varie clip video) pronto per un semplice copia/incolla su pc o workstation per l'editing. Basta giusto la usb per il trasferimento...
Commento # 4 di: Alucard83 pubblicato il 18 Febbraio 2015, 08:13
Le camere professionali hanno una memoria interna e registrano internamente, ma solitamente il formato è molto compresso, come l'HDV oppure il più recente XAVC, che hanno bitrate e dimensioni compatibili con i piccoli supporti delle compact flash e schede SD card (siamo intorno ai 5 Mbyte per secondo) equipaggiate su tali camere.
Se vuoi una qualità che sia degna di questo nome, per eseguire anche color correction seria, allora è necessario registrare in formati meno compressi, come ad esempio il ProRes 422 o 444, anche XQ, ma il bitrage in questo caso sale a 27 Mbyte per secondo ed oltre (fino al ProRes XQ 444 per il 4K che arriva a 160 Mbyte per secondo), poi si passa al RAW, che è di molto superiore.
Attualmente solo camere come la AJA CION e poche altre hanno un registratore integrato su disco SSD in grado di reggere tale flusso dati.
L'alternativa è uscire dalla camera tramite i loro cavi HDMI o HD-SDI, entrare in una scheda video professionale, come questa, ed eseguire la registrazione tramite software professionali come Adobe Premiere, Final Cut, Media Composer etc.
Ovviamente questo impone avere il computer collegato alla camera, infatti queste schede sono usate in situazioni in cui registri uno studio con camere fisse, non con camera alla mano.
Questa scheda in particolare poi, registra in 2160p (credo sia
UltraHD, 3840x2160, non il 4K cinema, ovvero 4096x2160) a 30 fps, il che significa che il suo HDMI è ancora la release 1.4a invece che la 2.0 (che permette di registrare UHD a 60fps).

Si. Resolve Lite è totalmente Free, e rispetto alla controparte full ha il limite fino alla risoluzione Ultra HD 3840x2160, oltre all'accelerazione hardware tramite multi-gpu disattivata.


Spero di essere stato esaustivo.
Commento # 5 di: leoben pubblicato il 18 Febbraio 2015, 13:46
Originariamente inviato da: Alucard83
L'alternativa è uscire dalla camera tramite i loro cavi HDMI o HD-SDI, entrare in una scheda video professionale, come questa, ed eseguire la registrazione tramite software professionali come Adobe Premiere, Final Cut, Media Composer etc.
Ovviamente questo impone avere il computer collegato alla camera, infatti queste schede sono usate in situazioni in cui registri uno studio con camere fisse, non con camera alla mano.


Era la parte qui sopra che mi mancava! Pensavo alle telecamere "da spalla" e non certo a quelle da studio tv.

Commento # 6 di: NIO72 pubblicato il 18 Febbraio 2015, 15:06
Io ho comperato diversi anni la la sorella minore, quando al massimo faceva solo i 1080p.

L'ho usata esclusivamente per l'acquisizione dalla PS3, ma per fare questo potevo usare solo il composito perchè non bypassa il DHCP.

Una volta comperata la PS4 ho dovuto aspettare l'aggiornamento del FW che finalmente hanno messo la possibilità di switch on/off per il DHCP...che poi sulla PS4, se uno glie ne frega poco del livello qualitativo, c'è implementato anche lo SHARE.

Per farla in breve è una scheda che salvo che non hai una cam, come dice @Alucard83, te ne fai di poco a mio avviso.

Il prodotto e il prezzo sono più che buoni ma se è per un uso non professionale, sempre come dice @Alucard83, se devi stare li appicciato al pc con la cam non ha senso se non per farti i selfie.
BenQ Monitor