Foto da record del Monte Bianco a 365 Gigapixel: ecco i retroscena

Foto da record del Monte Bianco a 365 Gigapixel: ecco i retroscena

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Abbiamo incontrato Filippo Blengini, ideatore del progetto che ha portato alla foto da record da 365 Gigapixel del Monte Bianco: gli abbiamo chiesto di svelarci i 'dietro le quinte' di questa incredibile immagine, ottenuta fondendo 70.000 scatti”

L'attrezzatura

La scelta dell'attrezzatura è stata fatta in relazione al risultato finale che si voleva raggiungere, ma anche e soprattutto in base al luogo di scatto, che richiedeva per la parte finale del percorso di portare a spalla il materiale, su un percorso da affrontare coi ramponi.

Il corpo macchina utilizzato è stato una Canon EOS 70D, mentre l'ottica montata di fronte al sensore è stato un obiettivo a focale fissa Canon EF 400mm f2.8 L IS con Extender 2x III.

Matteo La Torre di Canon Italia, che ha fornito supporto al progetto ha dichiarato: "Abbiamo offerto a Filippo un kit fotografico di qualità che fosse efficiente, ma anche semplice e leggero da trasportare. La scelta è caduta su Canon EOS 70D, fotocamera che permette operazioni di scatto veloci, pur senza essere pesanti. Facilità lo spostamento e il puntamento e permette una ampia gamma di scatti anche a basse temperature. Per quanto riguarda il comparto ottico abbiamo identificato versatilità, leggerezza e precisione nell'accoppiata tra l'ottica Canon EF 400mm f2.8 L IS e l'Extender 2x III. Questa permette di raggiungere i limiti di risoluzione della 70D, tenendo in considerazione l'atmosfera a quelle altitudini e la distanza dei soggetti."


Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Luca*gr pubblicato il 27 Maggio 2015, 10:35
Per chi è interessato, c'è anche questo interessante progetto fatto con una go-pro, dove sei totalmente immerso con le immagini sulla mitica parete nord dell'Eiger oppure su quella del Cervino.
Sembra di essere veramente li a scalare...

http://www.project360.mammut.ch/#home
Commento # 2 di: Uakko pubblicato il 27 Maggio 2015, 11:33
Secondo me...

...poteva essere fatto meglio.
Si vedono i confini dei bordi delle foto e il cielo non ha un colore uniforme.
Commento # 3 di: zyrquel pubblicato il 27 Maggio 2015, 11:33
la domada è solo una: ma l'immagine si ingrandisce fino a quanto? perchè se il massimo proposto corrisponde al 100% la qualità della foto è davvero scadente in molti(ssimi) punti, per non parlare degli innumerevoli errori di stiching

...ma il cielo conta per il conto dei *pixel??
Commento # 4 di: demon77 pubblicato il 27 Maggio 2015, 11:53
Originariamente inviato da: Uakko
...poteva essere fatto meglio.
Si vedono i confini dei bordi delle foto e il cielo non ha un colore uniforme.


Leggi l'intervista!
Trovare la "finestra" di luce giusta con le ombre e meteo favorevole è stato parecchio difficile ed ha richiesto diversi giorni di appostamento.
Normale che ci sia qualche difettuccio.

Non è come piazzarsi sulla cima di un grattacielo in una bella giornata di sole e sparare duemila scatti in un'ora.
Commento # 5 di: Davis5 pubblicato il 27 Maggio 2015, 12:07
ma solo a me viene in mente la corazzata potemkin da tutto sto lavoro?

Ha usato una reflex con sensore DX e ottica moltiplicata...
se usava una Canon 5dIII (non la nuova R) con ottica NON moltiplicata veniva meglio con un quarto degli scatti!
(Volendo poteva usare una d800 dell'innominabile concorrenza con il nuovo 400E...)

Alcune rocce hanno dei buchi colossali, con mancanze ben visibili...

Helicon docet....
Commento # 6 di: zoeid pubblicato il 27 Maggio 2015, 14:24
Davis5: ho schiacciato due volte su un punto a caso, vedo aberrazioni viola su tutti i bordi
Commento # 7 di: Chip77 pubblicato il 27 Maggio 2015, 14:45
Bella, ma è tutto uguale!
Commento # 8 di: Phopho pubblicato il 27 Maggio 2015, 15:07
ma pure in cima al monte bianco c'è una gru?!?
Commento # 9 di: amd-novello pubblicato il 27 Maggio 2015, 19:12
fantastico
Commento # 10 di: devilred pubblicato il 27 Maggio 2015, 20:41
Originariamente inviato da: Luca*gr
Per chi è interessato, c'è anche questo interessante progetto fatto con una go-pro, dove sei totalmente immerso con le immagini sulla mitica parete nord dell'Eiger oppure su quella del Cervino.
Sembra di essere veramente li a scalare...

http://www.project360.mammut.ch/#home


grazie! e' fantastico.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor