Sony Alpha A7 e A7r: la mirrorless diventa Full Frame

Sony Alpha A7 e A7r: la mirrorless diventa Full Frame

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Sony fa il grande passo e porta il sensore Full Frame anche sulle mirrorless: le nuove Sony Alpha A7 e A7r sfoggiano CMOS in formato 35mm da 24,3 e 36,4 megapixel, il secondo senza filtro anti- aliasing”

La mirrorless diventa Full Frame

Nell'ambito del mercato delle ottiche intercambiabili Sony si è guadagnata in questi anni una solida posizione in ambito mirrorless con il suo brand NEX e, dopo un avvio convincente, ha perso un po' di smalto sul brand Alpha, che compete sul mercato delle reflex. Ora Sony ha fatto una nuova scelta strategica: il brand Alpha sarà utilizzato per entrambi gli attacchi A-Mount ed E-Mount senza più una così netta distinzione tra mondo mirrorless e SLR (SLR nel caso Sony). I due mondi, secondo la visione Sony, sono sempre più destinati ad avvicinarsi e a fondersi, con confini che stanno divenendo sempre più labili e sono destinati a scomparire.

Il primo mattone di questa nuova strategia sono le nuove Sony Alpha A7 e A7r: mirrorless cona attacco E-Mount equipaggiate con sensore Full Frame 35mm. Dopo aver stupito il mercato con una compatta full frame, Sony ora ci riprova, questa volta in ambito CSC. La baionetta è la stessa delle sorelle APS-C, ma il sensore si allarga fino al formato pieno richiedendo così anche tutta una nuova serie di nuove ottiche per poter essere sfruttato in tutta la sua superficie.

Sony A7 è il modello che punta ad essere una tuttofare e impiega un elemento sensibile già visto in casa Sony, il sensore full frame 35 da 24,3 megapixel dotato di sistema di rilevazione di fase con 117 punti di rilevamento sul sensorre. Anche grazie all'adozione del nuovo processore BIONZ X, la nuova fotocamera promette di essere molto veloce in fase di messa a fuoco sfruttando entrambi i sistemi Fast Hybrid AF a rilevazione di fase e Fast Intelligent AF con algoritmo Spatial Object Detection basato sul contrasto. Rispetto alla Full Frame di casa, la SLT A99, Sony dichiara di aver lavorato sul mirino OLED XGA per renderlo tre volte più contrasto e il 30% più luminoso, per una resa dell'inquadratura più vicina alla realtà. Completano il quadro il corpo in magnesio con guarnizioni per resistere a umidità e polvere, le tre ghiere di regolazione, il display LCD orientabile, la connettività Wi-Fi con tecnologia NFC e supporto DLNA.

Sony Alpha A7r vede nella 'r' che accompagna il suo nome una parte fondamentale del suo DNA. La lettera sta per Resolution e infatti il sensore full frame utilizzato è un CMOS da ben 36,4 megapixel. Si tratta di un sensore di nuova concezione e Sony tiene a sottolineare come sia inedito sul mercato e sia quindi diverso da quello utilizzato in prodotti sul mercato da tempo. I riferimento a Nikon D800E è chiaro. Parliamo della versione E in quanto anche la nuova nata di casa Sony è priva di filtro passa basso puntando così alla massima risoluzione.

In questo caso scompare l'autofocus basato sulla rilevazione di fase e rimane solo quello Fast intelligent AF basato sul contrasto. Il corpo è completamente in magnesio, compresi alcuni particolari come le ghiere, che in A7 sono in plastica, e fa fermare la bilancia a 407 grammi, circa la metà di una reflex full frame. La novità nel sensore sta nella struttura gapless dei pixel che dovrebbe permettere ai singoli fotodiodi di raccogliere più luce grazie a un'area sensibile maggiore. La macchina offre un'uscita 4K per visualizzare le foto con HDMI o WI-FI su TV.

Visto il cambiamento nella dimensione del sensore, pur restando la compatibilità in modalità 'crop' con le precedenti ottiche del sistema NEX APS-C, è chiaro come Sony debba costruire un nuovo parco ottiche adatto a coprire il sensore Full Frame: il primo passo è il nuovo adattatore con specchio SLT 35mm e autofocus che porta tutte le ottiche, anche pieno formato sul sistema NEX, oltre al vecchio adattatore senza specchio già visto sulla videocamera 35mm.

Ma la vera novità sta nelle nuove ottiche full frame con attacco E-Mount: alla sua uscita le due fotocamere potranno essere accompagnate subito da due nuove ottiche: uno zoom stabilizzato (non c'è stabilizzatore sul sensore) 28-70mm f3.5/5.6 OSS che sarà fornito in kit con Sony A7 e il focale fissa ZEISS Sonnar 35mm F2.8, probabile prima scelta per chi acquisterà A7r, che verrà venduta solo in versione corpo. A gennaio sono poi in arrivo uno zoom stabilizzato ZEISS Vario-Tessar 24-70mm F4 OSS e il focale fissa ZEISS Sonnar 55mm F1.8. Per il mese di aprile invece è programmato il telezoom Sony G 70-200mm F4 OSS.

Parliamo infine dei prezzi: si parte da €1500 per A7 solo corpo (€1800 per il kit con lo zoom 28-70mm) fino ad arrivare a €2100 per la versione solo corpo di Sony Alpha A7r.


Commenti (107)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: emanuele83 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 10:02
Ottima mossa di sony, stesso sensore di nikon in pratica e qualche euro in meno. Certo il viewfinder è elettronico, e mi aspettavo un framerate maggiore per una mirrorless. Da valutare la resa delle ottiche e un peccato che non siano compatibili (se ho capito bene) con le altre lenti per sony alpha e vecchie minolta, ma non avendo stabilizzatore sul sensore (punto di forza della alpha850) occorreva cmq un upgrade. La cosa fantastica è che ora canon e nikon devono scendere di prezzo (canon soprattutto) e correre ai ripari con più proposte full frame, sia mirrorless che non! Insomma peso e dimensioni di una mirrorless full frame con un pancake manderanno in pensione qualunque apsc. Non oso immaginare quanta fetta di mercato queste macchine mangeranno a Leica! Non vedo l'ora tra qualche anno di cambiare la mia EOS 40D con una FF a prezzo intorno ai mille euro. Insomma, brava Sony, scelta coraggiosa, ma in questo campo occorreva essere i primi!
Commento # 2 di: roccia1234 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 10:24
No no no, sony non ci siamo...

Ottimi corpi, credo, compatti e a prezzi più che buoni... ma cosa sono quei mastodonti di lenti?!?!

Il 50ino è enorme (perchè? che cavolo c'è lì dentro? Godzilla?). Il 35 f/2.8 è interessante come dimensioni... ma molto meno come luminosità (f/2 faceva schifo? ).

Il resto sono zoom, ancora più grossi e (immagino) pesanti, l'esatto opposto delle lenti che servirebbero per una mirrorless.

Mah, stanno rifancendo lo stesso errore fatto con le nex. Corpi ottimi che promettono grandi cose come pesi e dimensioni... ma lenti enormi (tranne qualche eccezione) che mandano all'aria tutto il senso del sistema.
Commento # 3 di: emanuele83 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 10:28
Originariamente inviato da: roccia1234
No no no, sony non ci siamo...

Ottimi corpi, credo, compatti e a prezzi più che buoni... ma cosa sono quei mastodonti di lenti?!?!

Il 50ino è enorme (perchè? che cavolo c'è lì dentro? Godzilla?). Il 35 f/2.8 è interessante come dimensioni... ma molto meno come luminosità (f/2 faceva schifo? ).

Il resto sono zoom, ancora più grossi e (immagino) pesanti, l'esatto opposto delle lenti che servirebbero per una mirrorless.

Mah, stanno rifancendo lo stesso errore fatto con le nex. Corpi ottimi che promettono grandi cose come pesi e dimensioni... ma lenti enormi (tranne qualche eccezione) che mandano all'aria tutto il senso del sistema.


Credo lo facciano per contenere i prezzi delle lenti. Le dimensioni vanno paragonate ad una full frame dslr...
Commento # 4 di: aled1974 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 10:32
bene ma già prima non è che ci fossero tantissimi vetri, poi ora ce ne vanno di nuovi appositi nonostante la stessa baionetta, sony ora devi sbrigarti a far uscire ottiche se vuoi vendere i corpi e mi immagino il casino

IMHO s'intende

ciao ciao
Commento # 5 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 16 Ottobre 2013, 10:53
Straordinari Corpi a un ottimo prezzo.
Mi spiace della forma da SLR, ci sarebbe stato bene a forma più squadrata a telemetro...
Le lenti sono "da reflex" (ribadendo sulla forma, focali, luminosità... fare una mirorless e non sfruttare schemi grandangolari luminosi e compatti è come fare la pasta e non mettere il sale nell'acqua) come dimensioni, peccato perché il potenziale telemetrico di questa A7 è evidente ed enorme...

1500 e 2100€ sono un ottimo prezzo per delle mirrorless full frame con un buon sensore, straordinario (prezzo) oserei dire...

Se tornassi a fotografare e avessi bisogno di pompare il mio corredo non avrei dubbi.

Questa Full Frame con le mie lenti Leica/Voigtlander sarebbe senza dubbio perfetta.
Commento # 6 di: roccia1234 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 10:58
Originariamente inviato da: emanuele83
Credo lo facciano per contenere i prezzi delle lenti. Le dimensioni vanno paragonate ad una full frame dslr...


Insomma... si parla di 800€ per il 35 f/2.8 e 1100€ per il 55 f/1.8, alla faccia del conenimento dei prezzi .

Appunto, sono più grossi delle stesse lenti montate su FF. Non hanno minimamente sfruttato il vantaggio del tiraggio breve.

Giusto col 35 2.8... ma costa una fucilata...

http://www.dpreview.com/news/2013/1...pdated-70-200mm
Commento # 7 di: TheMash pubblicato il 16 Ottobre 2013, 10:58
Originariamente inviato da: roccia1234
No no no, sony non ci siamo...

Ottimi corpi, credo, compatti e a prezzi più che buoni... ma cosa sono quei mastodonti di lenti?!?!

Il 50ino è enorme (perchè? che cavolo c'è lì dentro? Godzilla?). Il 35 f/2.8 è interessante come dimensioni... ma molto meno come luminosità (f/2 faceva schifo? ).

Il resto sono zoom, ancora più grossi e (immagino) pesanti, l'esatto opposto delle lenti che servirebbero per una mirrorless.

Mah, stanno rifancendo lo stesso errore fatto con le nex. Corpi ottimi che promettono grandi cose come pesi e dimensioni... ma lenti enormi (tranne qualche eccezione) che mandano all'aria tutto il senso del sistema.


Con sensore FF le lenti devono avere dimensioni adeguate. Se fosse micro 4/3 ovviamente sarebbero più picccole.
Se il 35 dovevano farlo f2 sarebbe stato più grosso, non è che gli fa schifo. Ci sono scelte progettuali dietro ogni ottica.
Commento # 8 di: johnnyc_84 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 11:08
E comunque non è che la luminosità faccia la qualità della lente... specialmente se si parla di differenze tra F2.8 ed F2 (considerando poi che sono macchine con la stabilizzazione sul sensore.
Sulla dimensione, trattandosi di lenti per il pieno formato è normale che non abbiano dimensioni contenute. Oltre alle Zeiss questo sistema mi risulta che possa attingere allo sconfinato parco ottiche con baionetta K prodotto da Pentax con un semplice anello adattatore
Commento # 9 di: SuperMariano81 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 11:18
Non hanno il sensore stabilizzato e si, tra f/2 ed f/2.8 c'è tanta differenza
Commento # 10 di: roccia1234 pubblicato il 16 Ottobre 2013, 11:22
Originariamente inviato da: TheMash
Con sensore FF le lenti devono avere dimensioni adeguate. Se fosse micro 4/3 ovviamente sarebbero più picccole.
Se il 35 dovevano farlo f2 sarebbe stato più grosso, non è che gli fa schifo. Ci sono scelte progettuali dietro ogni ottica.


Ma proprio no .

Basta guardare le innumerevoli ottiche da telemetro prodotte... da quando è stato inventato il telemetro.

Il leica summilux 50 f/1.4 è 46x54mm, pesa 300g, ed è un f/1.4.

Questo:
http://i.imgur.com/7phr8Qb.jpg

È il mio jupiter 8, copia dello zeiss sonnar 50 f/2 PRE WWII. È lungo 38mm, largo 45mm e non penso arrivi ai 200g di peso.

Inutile dire che entrambi coprono il formato 135.

Il leica 35 f/2 è 54 x 35mm, anche lui copre il pieno formato.

Zeiss biogon, 35 f/2, 52 x 43mm, 250g.
La versione pre-WWII (che possiedo nella copia jupiter 12) una volta montato sulla macchina sporge per meno di 3 cm dall'attacco ed è largo 5 cm.

Continuo?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor