Un fisheye 8mm F1.8 e uno zoom 7-14mm F2.8 sono le nuove ottiche PRO Olympus

Un fisheye 8mm F1.8 e uno zoom 7-14mm F2.8 sono le nuove ottiche PRO Olympus

di Roberto Colombo, pubblicata il

“M.ZUIKO DIGITAL ED 8mm Fisheye 1:1.8 PRO e M.ZUIKO DIGITAL ED 7-14mm 1:2.8 PRO sono le novità per le mirrorless Olympus: un fisheye dall'apertura mai vista (F1.8) e uno zoom super grnadangolare f".8 fisso”

Estensione e qualità del parco ottiche sono uno degli aspetti fondamentali che guidano la scelta di un sistema fotografico, soprattutto per i professionisti. Olympus, dopo aver deciso di abbandonare del tutto il mondo delle reflex, sta ricostruendo attorno a E-M1 ed E-M5 il parco ottiche Zuiko di categoria professionale che aveva ben figurato ai tempi dello specchio. Con la serie M.ZUIKO PRO Olympus sta riportando al formato Micro Quattro Terzi alcuni degli obiettivi più apprezzati dai fotografi e oggi è arrivato il turno di due super grandangolari: M.ZUIKO DIGITAL ED 8mm Fisheye 1:1.8 PRO e M.ZUIKO DIGITAL ED 7-14mm 1:2.8 PRO. La gamma dello ottiche professionali per le mirrorless di casa Olympus copre quindi le focali equivalente da 14mm a 300mm.

L'ottica fisheye si fa notare per un'apertura mai vista prima su un obiettivo del genere f/1.8: la versione precedente per reflex aveva diaframma massimo F3.5. Anche lo zoom si fa notare nello stesso campo, con apertura migliorata rispetto alla versione precedente (e a quella per Micro Quattro Terzi di Panasonic) con un dato che ora fa segnare f/2.8. Il nuovo M.ZUIKO DIGITAL ED 7-14mm 1:2.8 PRO è resistente ad acqua e polvere, grazie a 11 guarnizioni, e promette massimo contenimento delle aberrazioni, ad esempio del coma, puntando a farsi apprezzare anche da chi desidera puntare l'ottica verso il cielo stellato. Offre una distanza minima di messa a fuoco pari a 7,5cm dalla lente frontale, molto interessante per sfruttare al massimo le potenzialità creative di un'ottica con un angolo di campo così elevato. È dotato di comode funzionalità, come la ghiera di messa a fuoco a doppia posizione che permette di passare istantaneamente dalla messa a fuoco automatica a quella manuale tirando la ghiera in direzione del corpo macchina e del tasto L-Fn, a cui assegnare una funzione a piacere tra quelle del menu della fotocamera.

M.ZUIKO DIGITAL ED 8mm Fisheye 1:1.8 PRO offre invece una distanza minima di messa a fuoco ancora più ridotta, potendosi avvicinare fino a 2,5cm dal soggetto con la lente frontale. Le potenzialità creative vengono accresciute dall'elevata apertura, interessante per ottenere uno forte bokeh anche con un obiettivo che generalmente invece vede nell'uso in iperfocale uno dei suoi metodi di utilizzo d'elezione. Anche in questo caso Olympus ha lavorato per contenere al massimo le aberrazioni cromatiche, il coma e la caduta di luce ai bordi. L’obiettivo fisheye DIGITAL ED 8mm Fisheye 1:1.8 PRO sarà in vendita a 899€ mentre M.ZUIKO DIGITAL ED 7-14mm 1:2.8 PRO avrà un costo indicativo di 1.299€. Entrambi saranno disponibili a partire da giugno 2015.


Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: genesi86 pubblicato il 12 Maggio 2015, 11:26
Ho provato un paio di obiettivi serie "pro" di Olympus e mi hanno entusiasmato, in particolare il 12-40 2.8, un capolavoro, spero abbiano mantenuto i medesimi standard qualitativi.
Panasonic nel micro 4/3 non ha zoom di pari levatura, sembra credere molto di più nei prime, quasi sempre eccelsi, specie quelli progettati in partnership con Leica, dove la manina del produttore tedesco si nota specie nel micro contrasto.
Commento # 2 di: roccia1234 pubblicato il 12 Maggio 2015, 11:33
Particolarissimo quel fisheye!! Specie l'apertura f/1.8 è davvero unica per questo genere di lenti... sarebbe curioso vedere come va!!

Anche la minima MAF a soli 2,5cm dalla lente frontale è interessante...

Originariamente inviato da: genesi86
Ho provato un paio di obiettivi serie "pro" di Olympus e mi hanno entusiasmato, in particolare il 12-40 2.8, un capolavoro, spero abbiano mantenuto i medesimi standard qualitativi.
Panasonic nel micro 4/3 non ha zoom di pari levatura, sembra credere molto di più nei prime, quasi sempre eccelsi, specie quelli progettati in partnership con Leica, dove la manina del produttore tedesco si nota specie nel micro contrasto.


Beh, meglio così, no?
Le lente del consorzio u4/3 personalmente le vedo come facenti parte tutte di un grosso corredo (senza distinguere tra oly e pana), quindi il fatto che una punti più sugli zoom pro e l'altra sui fissi pro aiuta ad avere un corredo globalmente più variegato, con maggiore scelta e meno doppioni.
Commento # 3 di: genesi86 pubblicato il 12 Maggio 2015, 12:33
Originariamente inviato da: roccia1234
Particolarissimo quel fisheye!! Specie l'apertura f/1.8 è davvero unica per questo genere di lenti... sarebbe curioso vedere come va!!

Anche la minima MAF a soli 2,5cm dalla lente frontale è interessante...



Beh, meglio così, no?
Le lente del consorzio u4/3 personalmente le vedo come facenti parte tutte di un grosso corredo (senza distinguere tra oly e pana), quindi il fatto che una punti più sugli zoom pro e l'altra sui fissi pro aiuta ad avere un corredo globalmente più variegato, con maggiore scelta e meno doppioni.


Assolutamente vero, il corredo è lo stesso, però il bello di questo sistema è anche nella concorrenza interna, con obiettivi più o meno simili come focali che devono per forza differenziarsi dall'altro competitor (il fish oly non a caso è f1.8). Tra l'altro la presenza di obiettivi sovrapponibili e interscambiabili rende florido il mercato dell'usato, come sovente già avviene nel mondo micro43
dove è possibile costruirsi
Commento # 4 di: daylight pubblicato il 13 Maggio 2015, 07:26
Originariamente inviato da: genesi86
Ho provato un paio di obiettivi serie "pro" di Olympus e mi hanno entusiasmato, in particolare il 12-40 2.8, un capolavoro, spero abbiano mantenuto i medesimi standard qualitativi.
Panasonic nel micro 4/3 non ha zoom di pari levatura, sembra credere molto di più nei prime, quasi sempre eccelsi, specie quelli progettati in partnership con Leica, dove la manina del produttore tedesco si nota specie nel micro contrasto.


Non ha zoom di pari levatura? Allora il 12-35 e il 35-100 cosa sarebbero???
D'altro canto anche Oly ha dei fissi di qualità più che ottima, tipo il 75, il 45 e il 60 macro...

Diciamo che di roba ce ne sta davvero tanta, il problema semmai è il portafoglio, come sempre
BenQ Monitor