Tre Leica vendute all'asta per la cifra complessiva di 3.6 milioni di euro

Tre Leica vendute all'asta per la cifra complessiva di 3.6 milioni di euro

di Michele Tarantini, pubblicata il

“Ad un'asta tenutasi a Vienna sono state vendute una Leica M3D, un modello 'Luxus' ed un esemplare di Leica M3 per la cifra complessiva di oltre tre milioni e mezzo di euro”

Durante un'asta organizzata dalla galleria viennese Westlicht tenutasi qualche giorno fa tre fotocamere Leica hanno attirato l'attenzione dei collezionisti che hanno spinto le quotazioni verso cifre record.

Una Leica M3D appartenuta al fotografo di LIFE, amico di Pablo Picasso, David Douglas Duncan è stata venduta alla cifra record (per una fotocamera prodotta in serie) di €1.680.000. Una Leica rivestita parzialmente in oro, denominata 'Luxus', del 1929 è stata battuta per €1.020.000

Sono stati necessari €900.000 invece per permettere al battitore di chiudere l'asta riguardante la prima Leica M3 prodotta in serie nel 1953, caratterizzata dal numero di serie 700001, ed appartenuta a Willi Stein, ingegnere capo di Leitz.

Le basi d'asta, che erano rispettivamente di €150.000, €70.000 ed €80.000, sono state quindi abbondantemente superate, rendendo i tre esemplari in questione le più cosotose macchine fotografiche prodotte in serie mai vendute.


Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: TecnologY pubblicato il 27 Novembre 2012, 14:26
Qua sul mercatino non le avrebbero vendute a più di 15-20 ss incluse
che per me è quello che valgono..
Commento # 2 di: cristianox pubblicato il 27 Novembre 2012, 14:41
Pensa quanto facilmente questi hanno preso 1milione di euro per poterlo spendere come un umano qualsiasi spenderebbe 100 euro...
Commento # 3 di: piererentolo pubblicato il 27 Novembre 2012, 15:00
Originariamente inviato da: TecnologY
Qua sul mercatino non le avrebbero vendute a più di 15-20 ss incluse
che per me è quello che valgono..


Questo è il post di risposta a chi borbottava sull'eccessivo prezzo della nikon scacciavitata da Usain Bolt?

Comunque Chumlee di "Affari di Famiglia" le avrebbe comperate a non più di 2000 dollari l'una
Commento # 4 di: aoaces pubblicato il 27 Novembre 2012, 20:05
Originariamente inviato da: piererentolo
Questo è il post di risposta a chi borbottava sull'eccessivo prezzo della nikon scacciavitata da Usain Bolt?

Comunque Chumlee di "Affari di Famiglia" le avrebbe comperate a non più di 2000 dollari l'una


Stai scherzando ???
Rick o il Vecchio lo avrebbero licenziato se le avesse acquistate per $ 2000,00!
Troppo care !!
Commento # 5 di: gd350turbo pubblicato il 27 Novembre 2012, 20:18
1.680.000 per una Leica M3D...
tre miliardi delle vecchie lire per una macchina appartenuta ad un amico di picasso...
Commento # 6 di: lucusta pubblicato il 27 Novembre 2012, 22:44
non per farvi illudere, ma comprare antiquariato e' comunque un'altro degli escamotage per non pagare tasse (in altri paesi).

se ho un quadro di picasso appeso a casa questo non vale 1 milione di euro, ma vale solo come quadro; ricevero' 1 milione di euro solo se lo vendo.
solo le cose soggette a registro vanno sulla patrimoniale, il resto sono cose e basta... comunque da noi la patrimoniale non esiste in senso stretto, quindi ben pochi italiani lo fanno.
Commento # 7 di: Ramirez2 pubblicato il 27 Novembre 2012, 22:52
Comunque, chi le ha comprate, magari non capisce niente di fotografia, ma sa come spendere i soldi ... sennò non ne avrebbe fatti così tanti.
A proposito, sapete chi è che ha una Leica luxus (quella dorata e in pelle di lucertola)?
La regina d'Inghilterra. La tiene in un forziere termostatato e ventilato.
Voi pensate che sia scema?
Commento # 8 di: sbudellaman pubblicato il 27 Novembre 2012, 23:08
Originariamente inviato da: Ramirez2
Comunque, chi le ha comprate, magari non capisce niente di fotografia, ma sa come spendere i soldi ... sennò non ne avrebbe fatti così tanti.


Questo concetto ha senso se l'intenzione è quella di rivenderle in futuro, in pratica un investimento. Se poi uno se le compra per tenersele in salotto o per esposizione è un altro discorso... premesso che ognuno può spendere i soldi come vuole, io preferisco pagare di più solo per oggetti che hanno un reale vantaggio pratico. Lo sfizio può esserci quando questo vantaggio è minuscolo, oppure se è una questione meramente estetica (questione che non mi tocca quasi mai). Altrimenti per me sono soldi buttati.
Commento # 9 di: Ramirez2 pubblicato il 27 Novembre 2012, 23:42
Originariamente inviato da: sbudellaman
Questo concetto ha senso se l'intenzione è quella di rivenderle in futuro, in pratica un investimento.

Esatto, è esattamente quello che volevo dire.
Chi ha deciso di comprare quelle macchine a quelle cifre, ha già immobili, aziende, yachts, opere d'arte, ecc. In pratica diversifica gli investimenti.
Il collezionismo poi, non perde mai valore, specialmente in tempi di crisi.
Chi ha comprato quelle macchine probabilmente non le ha neanche viste, non sa neanche a cosa servono, non sa chi le ha fatte e perché. Molto probabilmente neanche le toccherà mai e le chiuderà in cassaforte. Ma probabilmente il suo consiglio di Amministrazione ha reputato un buon affare acquistarle.... e fra qualche anno quando sarà un pò a corto di liquidità le rivenderà qualcun altro ... guadagnandoci sopra.

I poveracci come noi invece discutono se quella macchina vale o no 100 euro più di quell'altra ... senza rendersi conto che (economicamente) sono tutte una fregatura, senza eccezione.
Commento # 10 di: gd350turbo pubblicato il 28 Novembre 2012, 08:18
Originariamente inviato da: sbudellaman
Questo concetto ha senso se l'intenzione è quella di rivenderle in futuro, in pratica un investimento. Se poi uno se le compra per tenersele in salotto o per esposizione è un altro discorso... premesso che ognuno può spendere i soldi come vuole, io preferisco pagare di più solo per oggetti che hanno un reale vantaggio pratico. Lo sfizio può esserci quando questo vantaggio è minuscolo, oppure se è una questione meramente estetica (questione che non mi tocca quasi mai). Altrimenti per me sono soldi buttati.


ah si, io sinceramente, se vedessi una di queste macchine su una bancarella di un mercatino, penso che al massimo potrei offrire qualche decina di euro per quella dorata che mi pare la più carina, le altre non le avrei nemmeno notate !

Può piacere o non piacere e su questo non si discute, ma penso che con una cifra più o meno simile ti comperi una Bugatti Veyron, cè una bella differenza !
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor