Rebranding per Carl Zeiss: d'ora in poi sarà solamente 'ZEISS'

Rebranding per Carl Zeiss: d'ora in poi sarà solamente 'ZEISS'

di Michele Tarantini, pubblicata il

“L'azienda tedesca decide un cambio nel nome: tutti i prodotti saranno ora in avanti marchiati ZEISS”

Carl Zeiss è uno di quei marchi che certamente non hanno bisogno di presentazioni; con una lunga tradizione di prodotti votati all'eccellenza ed oltre un secolo e mezzo di storia alle spalle, il produttore tedesco si è guadagnato di diritto un posto nella storia della fotografi e del mercato dell'ottica in generale.  

Attiva in diversi segmenti -l'azienda tedesca produce dai microscopi alle lenti per occhiali, passando ovviamente per il mercato delle ottiche fotografiche- Carl Zeiss ha recentemente annunciato, tramite un post sul proprio blog, di avere messo in atto una strategia di rebranding.

Per "creare un'immagine più chiara e coerente" l'azienda ha infatti deciso di unificare tutti differenti prodotti sotto il marchio inconfondibile di "ZEISS". La decisione arriva dopo che negli anni passati parte del management dell'azienda si è appositamente occupato di studiare il posizionamento del marchio. Nel post pubblicato l'azienda ripercorre le vicissitudini dei propri marchi (Ikon, Jena, Carl Zeiss...), raccontando come nel passato le più svariate circostanze storiche, in primis la divisione della Germania, abbiano ovviamente influito sulla storia dell'azienda stessa.

Il primo prodotto che verrà lanciato sul mercato con il nuovo brand sarà la famiglia di ottiche Touit, di cui però verranno inizialmente distribuiti anche alcuni esemplari con il "vecchio" marchio, la casa dice per ragioni tecniche, sicuramente anche per la gioia dei collezionisti.


Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: mentalray pubblicato il 02 Luglio 2013, 15:44
Carl Zeiss faceva un po' Giovanni Rana
Commento # 2 di: frankie pubblicato il 02 Luglio 2013, 23:21
In effetti nel settore oftalmico e di strumentazione il cambio era già avvenuto molti anni fa (10?) e in effetti ora c'è più uniformità.

Per gli affezionati rimane comunque "Carletto"
Commento # 3 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 03 Luglio 2013, 00:02
ZEISS tutto maiuscolo... cheap.
Commento # 4 di: Eress pubblicato il 03 Luglio 2013, 14:14
Originariamente inviato da: M47AMP
CARL nella lente superiore ZEISS in quella inferiore è sempre stato, nel suo equilibrio, di una eleganza impareggiabile.
Difficile raggiungere un tale vertice, del resto molto retrò, e forse oggi difficile da capire.

Non possono capire, oggi so tutti piastrellisti
Commento # 5 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 03 Luglio 2013, 14:26
Originariamente inviato da: M47AMP
Non capisco il tuo post: il logo è sempre stato in caratteri maiuscoli. CARL nella lente superiore ZEISS in quella inferiore è sempre stato, nel suo equilibrio, di una eleganza impareggiabile.
Difficile raggiungere un tale vertice, del resto molto retrò, e forse oggi difficile da capire.


Non capisco neanch'io il tuo post, forse non so a cosa ti riferisci.
Le ottiche fotografiche e cinematografiche le ho sempre visto con "Carl Zeiss" scritto di seguito in stampatello minuscolo.

Originariamente inviato da: Eress
Non possono capire, oggi so tutti piastrellisti


Cacchio una Reductio a Windows, dalla fotografia da parte di un utente solitamente non fotografo nel giro di 4 post. Godwin sarebbe contento.
Commento # 6 di: roccia1234 pubblicato il 03 Luglio 2013, 14:46
Io continuo a preferire il simbolo con il doppietto acromatico .
Commento # 7 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 03 Luglio 2013, 16:18
Originariamente inviato da: M47AMP
perché il non capire d'emblée, ovvero nell'immediatezza, sui due piedi, o come diavolo d'altro si possa dire, può capitare: ma qui si parla del logo, non delle singole stampigliature sui singoli pezzi.


Qui veramente si parla di entrambe le cose, quindi puoi anche evitare l'aria tronfia da illuminato dello stile.

Il mio riferimento al "cheap" era sulle stampigliature, che sono importanti.

Il Logo solo ZEISS e' cosi' da un sacco di tempo quindi non e' proprio il commento di una "notizia" la sua critica.
Commento # 8 di: Eress pubblicato il 03 Luglio 2013, 17:50
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
Cacchio una Reductio a Windows, dalla fotografia da parte di un utente solitamente non fotografo nel giro di 4 post. Godwin sarebbe contento.

Invero non mi stavo rivolgendo a te, ma ad un preciso riferimento di M47AMP allo stile mattonella o piastrella che dir si voglia, ultimamente molto in voga. Che al di là di ogni inopportuno riferimento personale - a proposito per caso ci conosciamo? a me non risulta - rimane esteticamente un'oscenità.
Commento # 9 di: Eress pubblicato il 03 Luglio 2013, 20:38
Originariamente inviato da: M47AMP
ma trovo che il cattivo gusto imperi ormai incontrastato

Su questo non ci sono dubbi.
Commento # 10 di: Raghnar-The coWolf- pubblicato il 04 Luglio 2013, 10:03
Originariamente inviato da: M47AMP
Sicuramente la stampigliatura sugli obiettivi farebbe miglior figura se fosse stato semplicemente lasciato cadere il Carl e fosse rimasto il solo Zeiss: NON come ora con il ZEISS TUTTO MAIUSCOLO.


Concordo.
BenQ Monitor