Polaroid aprirà una catena di punti vendita per stampare foto

Polaroid aprirà una catena di punti vendita per stampare foto

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Forte di un marchio molto noto fra gli appassionati e i nostalgici, Polaroid aprirà molto presto una catena di negozi in cui stampare le proprie foto a qualità elevata, con grandi margini di personalizzazione”

La fotografia digitale ha sconvolto molti degli schemi consolidati e sviluppatisi in decenni di esperienza in campo fotografico, travolgendo marchi storici come Kodak e Polaroid, rimaste per decenni delle vere e proprie realtà nelle quali ci si imbatteva molto spesso. Kodak ha per certi versi perso il treno del digitale, pur trovando il modo si sopravvivere grazie alle royalties dei brevetti e alla vendita di altri. Polaroid invece sta pensando a qualcosa di diverso, anche se non certo nuovo.

Stiamo parlando di una catena di negozi che si faranno carico di stampare in qualità elevata e con grandi margini di personalizzazione le foto dei propri clienti, soprattutto di quelli che fanno del proprio smartphone  la propria arma di scatto.

Nel mondo ogni giorno vengono scattate circa 1 miliardo e mezzo di fotografie con gli smartphone, secondo alcune stime. Di queste, la quasi totalità non vedrà mai la stampa e verrà al massimo vista sul display del cellulare o, nel migliore dei casi, su un monitor o una TV. Polaroid però si dice convinta che il miglior modo per valorizzare un'immagine particolarmente meritevole sia quella della stampa, e su questo anche molti "nativi digitali" concordano, affiancandosi alla vecchia schiera di chi le foto le ha sempre concepite in questo modo.

Il primo negozio (il nome comune a tutti sarà Polaroid Fotobar) sarà aperto a Delray Beach, Florida, cui seguiranno filiali a New York, Las Vegas e Boston. All'interno vi si troveranno delle colonnine collegate a workstation, con le quali gli addetti o direttamente i clienti provvederanno a sistemare, ridimensionare e rendere molto più gradevoli i propri scatti. La scelta del supporto di stampa sarà molto vario (troviamo anche il bambù), così come quello delle eventuali cornici. Il tutto sarà consegnato a casa nel giro di 72 ore.

Polaroid insiste nel sottolineare la qualità "da museo", con la quale intende ridare sfoggio alla pratica di stampare le foto migliori affidandosi a centri specializzati.  Warren Struhl, fondatore e CEO di Fotobar, che ha stretto una partnership con Polaroid in questo progetto, afferma:

"There are currently around 1.5 billion pictures taken every single day, and that number continues to grow in tandem with the popularity and quality of camera phones. Unfortunately, even the very best of those pictures rarely ever escape the camera phone with which they were taken to be put on display around our homes and offices. Why? Because turning those pictures into something tangible, creative and permanent is neither easy nor fun. Polaroid Fotobar stores are going to change all of that. Polaroid Fotobar store creators envision the stores becoming a recreational and entertainment destination in addition to a place to shop".

"Sono circa 1,5 miliardi le foto scattate ogni giorno, con un numero sempre crescente che va di pari passo con la popolarità e la qualità fotografica degli smartphone. Sfortunatamente, la quasi totalità di questi scatti, anche i migliori, rimangono negli smarphone o in apparecchi come TV e PC. Perché? Perché trasformare questi scatti in qualcosa di tangibile, creativo e duraturo non è né semplice né divertente. Polaroid Fotobar intende cambiare tutto questo. Gli store intendono diventare anche centri creativi e culturale, oltre che semplici negozi dove stampare le fotografie".

Questo è quanto riportato da TGDaily; l'idea non sembra per niente male, ed emerge l'intenzione di far assurgere a simbolo i negozi Polaroid Fotobar come qualcosa di cult, un po' come è Starbuck's per le caffetterie USA. Staremo a vedere, per capire se il modello sarà di successo ed eventualmente goderne anche nel nostro paese. 


Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: gd350turbo pubblicato il 03 Gennaio 2013, 17:39
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.fotografidigitali.it/new...foto_45261.html

Forte di un marchio molto noto fra gli appassionati e i nostalgici, Polaroid aprirà molto presto una catena di negozi in cui stampare le proprie foto a qualità elevata, con grandi margini di personalizzazione

Click sul link per visualizzare la notizia.


stampare in qualità elevata e con grandi margini di personalizzazione le foto dei propri clienti, soprattutto di quelli che fanno del proprio smartphone la propria arma di scatto.


Alta qualità e foto scattate con il cellulare mi sembrano due termini in antitesi tra di loro !


Poi...

Una volta si stampava per farle vedere ad amici e parenti, ora si mettono sul malefico social network di turno !
Commento # 2 di: Dumah Brazorf pubblicato il 03 Gennaio 2013, 18:38
Secondo me è giusto voler stampare alcune foto (solo le migliori, e non fatte col cellulare) per conservarle in un album "vecchio stile". Putroppo vedo le foto che stampai alcuni anni fa con la stampante a getto d'inchiosto già sbiadite per cui credo che le future stampe dovranno essere fatte come si deve.
Commento # 3 di: Korn pubblicato il 03 Gennaio 2013, 19:53
l'idea è carina speriamo prenda piede
Commento # 4 di: Wolfhask pubblicato il 03 Gennaio 2013, 20:14
Non mi dispiacerebbe vedere la qualità che avevo nelle foto fatte or sono, usavo l'analogica con le pellicole b&w e erano uno spettacolo, se trovassi una opportunità di vedere la stessa qualità di un tempo sarei tra i suoi migliori clienti.

Certo che stampare foto dai cellulari sembra quasi un'offesa sinceramente parlando, per carità avranno la qualità di alcune compatte ma tra dir "da museo" e quello che poi ne esce sinceramente non so che pensare... spero abbiano una postazione di correzione, maschere di contrasto etc etc perchè altrimenti non vedranno un centesimo da quelli che scattano con lo smartphone per postarla 5sec. dopo sui vari social.
Commento # 5 di: Wolfhask pubblicato il 03 Gennaio 2013, 20:17
ok se ne esce una cosa come questa in foto ottimo... vedremo poi i risultati

http://www.engadget.com/2013/01/02/...fotobar-stores/
Commento # 6 di: Ork pubblicato il 03 Gennaio 2013, 20:46
non è che ci sia la crisi economica, è che le idee che propongono sono delle cazzate..
Commento # 7 di: acerbo pubblicato il 04 Gennaio 2013, 00:20
Io quando ho voglia di stampare vado su uno dei tanti servizi di stampa on line, scelgo il formato, il tipo di carta e con 2 spicci me le faccio spedire a casa.
Commento # 8 di: AleLinuxBSD pubblicato il 04 Gennaio 2013, 08:01
Considerando gli ingenti costi da sostenere per dei punti vendita secondo me farebbe meglio ad offrire ampie opportunità di personalizzazione online e, se mai prenderà in considerazione pure l'Italia, dato che nell'articolo si fà riferimento unicamente agli USA, magari potrebbe essere interessante se mettessero le macchinette (magari presso le stazioni e gli aereoporti) per fare stampe al volo di pennette usb & cd.

Sostanzialmente quello che temo è che l'idea (stampa) sia molto giusta ma la sua implementazione (in termini di negozi fisici) sia un possibile clamoroso errore.
A quel punto è inutile poi lamentarsi dicendo che i costi sono maggiori dei guadagni e giustificare il tutto dicendo che è colpa di un numero di stampe insufficienti.
E poi magari fare come Fuji che prevede aumenti di 2 cifre ...

Insomma che gli errori di valutazione dei top manager, non ricadano, come al solito, sull'utente finale incolpato sempre e comunque se qualcosa non funziona, oltre a subirne conseguenze pure indirette.
Per dire se un domani, in seguito pure a questo errore, quest'azienda si trovasse in difficoltà, poi si ridurrebbe ulteriormente la concorrenza nel settore, e questo è male.
Commento # 9 di: MexeM pubblicato il 04 Gennaio 2013, 17:08
"delle vere e proprie realtà nelle quali ci si imbatteva molto spesso"
Eh???
"vere e proprie" deve sottolineare l'eccezionalità di qualcosa...è una frase che non ha senso.
Commento # 10 di: Lian_Sps_in_ZuBeI pubblicato il 06 Gennaio 2013, 10:32
io sono convinto che su certi versi alcuni di voi si sbagliano,anchio a volte uso il cellulare perche' non sempre ho una reflex a dietro..e cerco di stare attento almeno alla luce sul sogetto,se vi mostro alcune foto scattatre col il cellulare potreste benisimo dire che le ho fatte con una compatta..al di la' della qualita' che ci si accinge ad usare che sia smartphone,compatta o reflex ,si deve aggiungere la bravura del fotografo,quindi io vi posso tranquillamente dire che se do una reflex in mano a mia nipote di 5 anni sicuramente io con una compatta o con un smartphone ne faro' sicuramente di migliori,appunto xke' ce un divario fatto di esperienza..

complimenti a polaroid che è riuscita in qualche modo a sopravivvere a questo mondo cercando sempre soluzioni alternative..
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor