Polaroid: al CES con una mirrorless basata su Android

Polaroid: al CES con una mirrorless basata su Android

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Una mirrorless basata su Android 4 e molto simile nelle forme a Nikon 1 J1/J2: ecco la carta che Polaroid giocherà al CES 2013”

Polaroid è un marchio che sta cercando di ritrovare la sua strada dopo aver rappresentato uno dei pilastri della fotografia popolare analogica, conquistando il cuore anche di molti professionisti, che utilizzavano le pellicole a sviluppo istantaneo per avere una sorta di previsualizzazione Live View ai tempi dello scatto a pellicola. Polaroid ha il grande rimpianto di aver smesso di credere alle macchine a sviluppo istantaneo appena prima dell'esplosione del fenomeno vintage in fotografia. A partire dai primi filtri digitali ispirati alle atmosfere create dalle foto fatte con le Polaroid c'è stato tutto un movimento che ha cercato di tornare alle radici: Project Impossible è un esempio di come una tecnologia ritenuta da molti superata, quella delle pellicole a sviluppo istantaneo, appunto, possa tornare a trovare una nicchia di mercato redditizia.

Polaroid ha invece barattato il suo passato per passare a un ibrido digitale, accoppiando fotocamere digitali di dubbia qualità con le stampanti portatili a sublimazione. L'ibrido ha avuto molto meno successo del vintage e Polaroid sta cercando nuove vie per tornare a essere protagonista nel mondo della fotografia. L'anno scorso a CES ci aveva provato con una fotocamera Android, con risultati non certo di rilievo: il marchio non si perde d'animo e ha in serbo anche per l'edizione 2013 del Consumer Electronics Show di Las Vegas qualcosa da mettere sul piatto.

Quest'anno la novità sarà una fotocamera mirrorless basata su Android, almeno stando alle parole del CEO della compagnia. Le immagini e le specifiche tecniche pubblicate online fanno pensare a un clone di Nikon 1 J1/J2, con tanto di obiettivo base 10-30mm. Il sensore dovrebbe adottare quindi lo stesso formato da 1" delle mirrorless Nikon, anche se sarà accreditato di 18,1 megapixel. Sul retro, per utilizzare meglio l'OS Android 4, l'interfaccia passerà attraverso un display touchscreen da 3,5". La curiosità di tutti ora è indirizzata verso l'innesto che verrà utilizzato: oltre che simile sarà pienamente compatibile con la baionetta Nikon CX?


Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 21 Dicembre 2012, 14:43
VA BEH.. Questa almeno è una mirrorless che in più ha android.. ha più senso della galaxy camera.
Ho il sospetto che costerà un bel pezzo più delle altre mirrorless con la scusa di android.
Commento # 2 di: legno pubblicato il 22 Dicembre 2012, 11:55
Originariamente inviato da: demon77
VA BEH.. Questa almeno è una mirrorless che in più ha android.. ha più senso della galaxy camera.
Ho il sospetto che costerà un bel pezzo più delle altre mirrorless con la scusa di android.


Credo proprio che tu abbia ragione!! Concedetimi la battuta: "anche la mia vecchia polaroid e' finita al CES!"
Commento # 3 di: AleLinuxBSD pubblicato il 22 Dicembre 2012, 22:05
Io penso che se fossero presenti alcuni requisiti quali:
- buona gestione delle funzionalità presenti nella fotocamera ricorrendo ad un SO customizzato
- buona comunicabilità con altri dispositivi android & c
- buon prezzo
potrebbe ricavarsi una piccola nicchia.
Però una vocina nell'orecchio mi dice che a partire dal terzo punto è improbabile aspettarsi qualcosa del genere ... ergo altro insuccesso assicurato ...
D'altronde è ovvio che tutte le aziende propongano simili soluzioni considerando i prezzi, ingiustificati, che riescono ad ottenere ...
Ma con tutti gli attori in campo che ci sono adesso diventa difficile differenziare, in modo significativo, simile prodotti, e l'accoglienza di simili soluzioni resta tiepida nei Paesi che contano ... (a parte i Giapponesi ...).
BenQ Monitor