Phase One IQ3 100MP Trichromatic, nuova tecnologia per vedere come l'occhio umano

Phase One IQ3 100MP Trichromatic, nuova tecnologia per vedere come l'occhio umano

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Phase One dichiara il suo nuovo dorso IQ3 100MP Trichromatic da 100 megapixel di mettere a disposizione la stessa capacità di catturare i colori dell'occhio umano. Tra le particolarità la sensibilità nativa a partire da soli 35 ISO”

Chi utilizza oggi un sistema medio formato non cerca solo la massima risoluzione, ma spesso è interessato in modo particolarmente alla perfetta riproduzione dei colori. Proprio a questa categoria di fotografi si indirizza il nuovo dorso medio formato presentato da Phase One: IQ3 100MP Trichromatic. Per raggiungere il risultato l'azienda danese ha collaborato in modo molto stretto con il suo fornitore di sensori, la giapponese Sony, progettando un nuovo design per la matrice Bayer, al fine di ottimizzare la resa cromatica. Phase One dichiara il suo nuovo dorso di mettere a disposizione la stessa capacità di catturare i colori dell'occhio umano.

Trichromatic, questo il nome della nuova tecnologia applicata al filtro Bayer, che al momento resta un'esclusiva per Phase One. La tecnologia, di cui al momento non sono stati rilasciati dettagli, è hardware e dovrebbe garantire una migliore separazione dei colori e la totale mancanza di crosstalk la le diverse componenti cromatiche, almeno stando all'illustrazione con cui Phase One la racconta sul suo sito. Il sensore CMOS da 53,4mmx40,1mm ha una risoluzione di 101 megapixel e sforna immagini da 11608x8708 pixel, con pixel size da 4,6 micron. Tra le particolarità la sensibilità nativa a partire da soli 35 ISO e in grado di salire fino al valore di 12.800 ISO. La gamma dinamica, anche grazie alla tecnologia Opticolor+ a 16-bit, dovrebbe raggiungere i 15 stop.

Troviamo poi la possibilità di utilizzare l'otturatore elettronico e di utilizzare tempi di otturazione fino a 60 minuti. Tra le nuove caratteristiche la tecnologia che (come già accade in casa Hasselblad) mantiene il punto di messa a fuoco anche quando si ricompone l'immagine, utilizzando i dati degli accelerometri inegrati. Inoltre per la messa a fuoco più precisa ora è possibile utilizzare anche le ghiere di comando sul corpo per regolazioni micrometriche.

Il nuovo dorso è un oggetto indirizzato al mercato professionale, con un prezzo di listino di ben $44,990 USD, che diventano $49,990 USD per il bundle che include il corpo macchina XF e un'ottica a focale fissa Schneider Kreuznach Blue Ring a scelta.Per chi volesse giocare con i file che il nuovo dorso è in grado di sfronare, Phase One ne mette a disposizione sul suo sito uno per il download.


Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Rubberick pubblicato il 14 Settembre 2017, 11:18
Mi domando, per curiosità... ma queste macchine sfornano anche video con codec non esageratamente compressi?

Mi pare di aver letto che avevano impiego anche in ambito ricognizione foto per il controllo del suolo etc se montati su droni..

Peccato che a tutte ste macchine mettano wifi N quando almeno andrebbe messo l' AC
Commento # 2 di: AleLinuxBSD pubblicato il 14 Settembre 2017, 11:34
Mi pare che la gamma dinamica teorica dell'occhio umano superi i 20 stop ma, in ogni modo, ogni miglioramento lato sensori è positivo.
Da chiedersi, nel caso i risultati portino a tangibili miglioramenti, se e quando la concorrenza sfornerà soluzioni equivalenti, dato che a quel punto il tutto diventerà accessibile.
Commento # 3 di: andbad pubblicato il 14 Settembre 2017, 11:48
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Mi pare che la gamma dinamica teorica dell'occhio umano superi i 20 stop ma, in ogni modo, ogni miglioramento lato sensori è positivo.
Da chiedersi, nel caso i risultati portino a tangibili miglioramenti, se e quando la concorrenza sfornerà soluzioni equivalenti, dato che a quel punto il tutto diventerà accessibile.


Si parla di colori, non di gamma dinamica (esposizione). Quest'ultima nei sensori migliori (a livello reflex) si aggira intorno ai 14 stop.

50k€ di dorso+obiettivo e poi le tue immagini le guardano su cinafonini con display TFT che virano al blu

By(t)e
Commento # 4 di: Rubberick pubblicato il 14 Settembre 2017, 12:05
Però cavolo quell'interfaccia touch mi sembra un pò laggosa, dovrebbe essere fluidissima su una macchina di quel costo..
Commento # 5 di: songohan pubblicato il 14 Settembre 2017, 13:29
Mamma mia che unghie sporche il tipo in studio...
BenQ Monitor