Phase One Industrial porta i suoi moduli medio formato da 100 megapixel sui droni DJI M600

Phase One Industrial porta i suoi moduli medio formato da 100 megapixel sui droni DJI M600

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Phase One Industrial annuncia la piena integrazione dei suoi moduli con droni DJI M600 e M600 Pro, velivoli tra i più utilizzati nel settore professionale e industriale. Sfruttando l'SDK messo a disposizione da DJI, Phase One Industrial permette ora pieno controllo combinato di drone e modulo fotografico, anche con doppio controllo (pilota e operatore fotografico), oltre a sfruttare tutte le potenzialità di volo controllato dei quadricotteri cinesi ”

La fotografia medio formato ha trovato negli ultimi tempi dei grossi alleati nei droni: per le loro caratteristiche i dorsi e le fotocamere medio formato digitali rappresentano un'ottima soluzione per la fotografia aerea e industriale. Testimone ne è l'acquisto della quota di maggioranza di Hasselblad da parte di DJI, ma anche l'impegno che sta concentrando in questo settore un altro marchio nordico, Phase One, che ha una divisione ad esso dedicato: Phase One Industrial.

Questa divisione ha progettato i due moduli per fotografia aerea iXU e iXU-RS, declinati in taglio da 50 e 100 megapixel e ora annuncia la piena integrazione dei suoi moduli con droni DJI M600 e M600 Pro, velivoli tra i più utilizzati nel settore professionale e industriale. Sfruttando l'SDK messo a disposizione da DJI, Phase One Industrial permette ora pieno controllo combinato di drone e modulo fotografico, anche con doppio controllo (pilota e operatore fotografico), oltre a sfruttare tutte le potenzialità di volo controllato dei quadricotteri cinesi come quelle di DJI Ground Station Pro per volo autonomo tramite waypoint. Inoltre all'interno dei metadati delle foto vengono memorizzati dati come la geolocalizzazione e la posizione della testa cardanica. I moduli per fotografia aerea sono definiti 'Industrial Grade' e quindi studiati per resistere a tutte le condizioni di utilizzo, anche le più gravose e difficili.

Alcuni clienti hanno già potuto mettere alla prova i moduli iXU montati su M600: uno di questi è Lufthansa, che utilizza tali sistemi per compiti d'ispezione, raggiungendo la precisione di un millimetro per pixel fondamentale per rilevare crepe e imperfezioni come mai prima d'ora. GEO1 è invece la divisione di Aerial Filmworks che si occupa di monitoraggio nell'ambito dei mercati elettrico, del gas e del petrolio: anche in questo caso la grande risoluzione dei moduli Phase One ha rappresentato un passo in avanti non indifferente, anche per il semplice fatto che più pixel a disposizione permettono una copertura maggiore per singolo fotogramma e quindi anche minore tempo di volo necessario per la singola operazione di monitoraggio.

I moduli fotografici Phase One Industrial iXU e iXU-RS hanno prezzi a partire da $29,000, cifra che include il kit di integrazione con i droni e l'ottica, ma non il drone stesso...


Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Rubberick pubblicato il 10 Maggio 2017, 00:59
Scommettiamo che a breve arriveremo a moduli da 500 px ?

Serviva un ambito per spingere in la la corsai ai MP e ci sta tutto questo
Commento # 2 di: Bestio pubblicato il 10 Maggio 2017, 13:29
Ad appendere 30000€ di ottica ad una cosa volante che potrebbe anche schiantarsi al suolo mi metterebbe un'ansia non da poco...
BenQ Monitor