Ottiche Leica su compatte Sigma con sensore Foveon? Si può fare

Ottiche Leica su compatte Sigma con sensore Foveon? Si può fare

di Michele Tarantini, pubblicata il

“In Cina un sito offre la possibilità di modificare le comatte Sigma DP in modo da poter utilizzare le ottiche Leica con attacco M”

Tra la miriade di prodotti appartenenti ormai ad altri tempi dei quali i fotografi passati al digitale non hanno intenzione di disfarsi spiccano senza dubbio le ottiche dedicate al sistema Leica M. Ecco allora che sorgono servizi più o meno usuali pensati per incrociare le esigenze (o gli sfizi?) di un certo tipo di utenza.

È il caso ad esempio del servizio offerto da un membro del sito cinese Taobao, il quale offre la possibilità di modificare le compatte Sigma della serie DP in maniera tale da poterle utilizzare con le ottiche pensate per Leica M.

Il servizio, per 1.880 Yuan (circa €235), rimuove l'ottica Sigma non intercambiabile ed installa sulla parte anteriore del corpo macchina una piastra ergonomica dotata della mitica baionetta M. Il risultato dell'operazione dà vita di fatto ad un curioso ibrido: una mirrorrless con sensore Foveon e dotata di attacco M. Non è dato sapere in quanti siano realmente disposti a sottoporre la propria fotocamera ad un operazione di questo tipo, tuttavia è innegabile che in molti da tempo aspettano una senzaspecchio dotata di sensore Foveon e per ora questa è l'unica soluzione possibile per ottenerla.


Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: demon77 pubblicato il 12 Aprile 2013, 09:53
Direi una soluzione piuttosto particolare..
Visto cosa costano le ottiche leica direi che puntare su un corpo macchina SIGMA piuttosto che LEICA originale non è che cambia molto.

Sensore FOVEON: ho voluto provarlo al Photoshow smanettando un po' con la ammiraglia di casa Sigma.. mi ha lasciato parecchio perplesso, non è semplice da usare.
Provando scatti al volo li allo stand Sigma (quindi con una situazione di luce non eccelsa ma nemmeno scarsa) ho notato che faceva un rumore notevole..
In studio viaggerà anche bene ma fuori dalle condizioni ideali non va bene secondo me..
Commento # 2 di: opelio pubblicato il 12 Aprile 2013, 16:44
Originariamente inviato da: demon77
Direi una soluzione piuttosto particolare..
Visto cosa costano le ottiche leica direi che puntare su un corpo macchina SIGMA piuttosto che LEICA originale non è che cambia molto.

Sensore FOVEON: ho voluto provarlo al Photoshow smanettando un po' con la ammiraglia di casa Sigma.. mi ha lasciato parecchio perplesso, non è semplice da usare.
Provando scatti al volo li allo stand Sigma (quindi con una situazione di luce non eccelsa ma nemmeno scarsa) ho notato che faceva un rumore notevole..
In studio viaggerà anche bene ma fuori dalle condizioni ideali non va bene secondo me..


Oltre i 400 iso e' inutilizzabile. Sotto fornisce risultati strabilianti ed unici.
Commento # 3 di: Faster_Fox pubblicato il 12 Aprile 2013, 18:31
Il Foveon è letteralmente spaventoso ma solo se rimane sotto i 400...peccato che le macchine sigma apparte il sensore siano ridicole. Batteria che non dura niente, 3 macchine con 3 lunghezze focali diverse...perchè non fare una a lenti intercambiabili? Autofocus ridicolo, etc...insomma sicuramente non adatta a tutti...
Commento # 4 di: opelio pubblicato il 12 Aprile 2013, 19:03
Originariamente inviato da: Faster_Fox
Il Foveon è letteralmente spaventoso ma solo se rimane sotto i 400...peccato che le macchine sigma apparte il sensore siano ridicole. Batteria che non dura niente, 3 macchine con 3 lunghezze focali diverse...perchè non fare una a lenti intercambiabili? Autofocus ridicolo, etc...insomma sicuramente non adatta a tutti...


Le sue limitazioni però costringono a scattare con più attenzione. Le batterie durano circa 120 scatti l'una, sufficienti per una sessione di scatto ponderata.
L'autofocus non è' disastroso ma è' una macchina che si usa prevalentemente a fuoco manuale. Inoltre gode di un esposimetro assolutamente perfetto e lenti di assoluta qualità anche a tutta apertura. Quella delle lenti intercambiabili poi e' una tendenza che anche altri marchi stanno cominciando ad invertire (coolpix A).

Accettando queste limitazioni la macchina offre risultati che lasciano a bocca aperta e donano grandi soddisfazioni.

La merrill costicchia ma quella liscia si porta via usata sui 200/250 euro.
Commento # 5 di: Faster_Fox pubblicato il 12 Aprile 2013, 23:22
Originariamente inviato da: opelio
Le sue limitazioni però costringono a scattare con più attenzione. Le batterie durano circa 120 scatti l'una, sufficienti per una sessione di scatto ponderata.
L'autofocus non è' disastroso ma è' una macchina che si usa prevalentemente a fuoco manuale. Inoltre gode di un esposimetro assolutamente perfetto e lenti di assoluta qualità anche a tutta apertura. Quella delle lenti intercambiabili poi e' una tendenza che anche altri marchi stanno cominciando ad invertire (coolpix A).

Accettando queste limitazioni la macchina offre risultati che lasciano a bocca aperta e donano grandi soddisfazioni.

La merrill costicchia ma quella liscia si porta via usata sui 200/250 euro.


mha tutta quest'inversione non la vedo prorpio anzi...comprare 3 corpi per avere 3 lunghezze focali mi sembra una follia. La colpix A come le Fuji che hanno ottica fissa hanno un loro perchè, ma non ne fanno 3 uguali a diverse lunghezze focali
BenQ Monitor