Olympus potrebbe mettere in vendita la divisione fotocamere

Olympus potrebbe mettere in vendita la divisione fotocamere

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Per proteggere il business dell'endoscopia e dei dispositivi medicali, Olympus potrebbe decidere di vendere la divisione fotocamere, attualmente in perdita”

La notizia potrebbe portare un vero e proprio scossone nel mondo della fotografia: Olympus potrebbe mettere in vendita la sua divisione fotografica. Dietro il marchio che il nostro pubblico conosce principalmente per la sua tradizione fotografica, infatti, si nasconde una realtà indistriale attiva in campi attigui e non solo.

Da un lato troviamo la progettazione e la costruzione di microscopi, attività che ha rappresentato l'ingresso di Olympus nel mercato industriale circa 92 anni fa, il mondo dell'endoscopia e dei dispositivi medicali, dove Olympus detiene praticamente un monopolio a livello mondiale, e infine anche una divisione che si occupa di test di sistemi elettronici, telefoni cellulari compresi. A Colonia, durante Photokina 2008, avevamo avuto un contatto con la divisione medicale, vedendo dal vivo la microcamera in compressa, studiata per riprendere immagini all'interno dell'apparato digerente.

Proprio per proteggere il profittevole business degli endoscopi (una valore di circa 2 miliardi di euro), Olympus starebbe valutando la possibilità di mettere in vendita alcuni dei suoi asset: in prima linea c'è la divisione che progetta e realizza fotocamere. Si tratta di appianare, come riporta Reuters, un buco da 260 miliardi di yen, pari a circa 2,5 miliardi di euro. Reuters è venuta a conoscenza di un documento interno che conferma come Olympus abbia affidato a due team separati le valutazioni sulla ristrutturazione delle divisioni medicale e fotografica, aprendo di fatto la possibilità che la seconda venga scorporata.


Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: eeetc pubblicato il 30 Novembre 2011, 10:58
Per la precisione, la fotocamera-pillola è stata ideata e messa a punto in un'università italiana, credo quella di Pisa.
Commento # 2 di: tommy781 pubblicato il 30 Novembre 2011, 17:27
era nell'aria da tempo, spero che sia panasonic a fare la spesa dei brevetti olympus e magari della divisione ottiche zuiko, almeno ci sarebbe continuità di sistema con un passo avanti per panasonic.
Commento # 3 di: AleLinuxBSD pubblicato il 30 Novembre 2011, 19:48
Io la vedo brutta ma dato che a quanto pare sono decisi a sbarazzarsi del ramo fotocamere ...
Non vedo bene l'acquisto da parte di un concorrente, che disponga di fotocamere nello stesso segmento di mercato.
Ma forse se venisse acquistata da Samsung ci potrebbe essere un futuro lato mirrorless ed ottiche relative.
Panasonic è già più avanti, da questo punto di vista, quindi temo che un'eventuale acquisizione Olympus, risulterebbe più negativa.
Mentre penso che sia nel caso di Samsung, che nel caso di un'eventuale acquisto da Panasonic, il ramo tradizionale reflex, verrebbe abbandonato.
Commento # 4 di: Korn pubblicato il 30 Novembre 2011, 21:32
la mia prima fotocamera era una simpatica olympus c4000z, questa notizia non mi piace per nulla un marchio storico che soccombe per operazioni losche che centrano poco con la fotografia
BenQ Monitor