Nuove bridge compatte PowerShot SX540 HS e PowerShot SX420 IS da Canon

Nuove bridge compatte PowerShot SX540 HS e PowerShot SX420 IS da Canon

di Alessandro Bordin, pubblicata il

“Al CES di Las Vegas Canon ha presentato diversi apparecchi per il mondo fotografico. Iniziamo a parlare di due nuove bridge compatte che prendono il nome di PowerShot SX540 HS e PowerShot SX420 IS, aggiornamenti di modelli già presenti in listino”

Canon approfitta del CES di Las Vegas per presentare due nuove fotocamere bridge compatte superzoom: PowerShot SX540 HS e PowerShot SX420 IS, che vanno a sostituire rispettivamente i modelli PowerShot SX530 HS e PowerShot SX410 IS. Prendiamo ora in esame le caratteristiche principali di ciascun modello, partendo dalla più economica delle due, ovvero la PowerShot SX420 IS.


Canon PowerShot SX420 IS

Canon PowerShot SX420 IS vanta un'ottica stabilizzata in grado di rispondere ad un vasto numero di esigenze, grazie alle potenzialità sia in termini di grandangolo che di zoom: siamo di fronte ad un ingrandimento massimo, ottico, di 42x, ma per meglio capirci le focali corrispondenti nel formato pieno vanno da 24mm a 1008mm. Se allo zoom molto spinto siamo abituati, almeno per quanto riguarda le fotocamere bridge, trova conferma l'esigenza di espandere le potenzialità in termini di grandangolo, che diventa davvero interessante in questo caso. Se avete l'occhio sul formato APS-C/DX, siamo nell'ordine dei 15-16mm equivalenti, in riferimento ai sistemi Nikon/Canon.

Non mancano le tecnologie Wi-Fi e NFC per il trasferimento delle immagini, così come la possibilità di ripresa video che però si fermano al formato 720p MP4. Il display sul dorso vanta una diagonale di 3 pollici ed è caratterizzato dalla presenza di circa 230.000 pixel, mentre per quanto riguarda il sensore troviamo un 20Mpixel abbinato a processore d'immagine DIGIC 4+. L'agenzia stampa ci indica in 270,00 Euro il prezzo di acquisto.


PowerShot SX540 HS

Si sale di livello con il modello PowerShot SX540 HS partendo dall'ottica. Ritroviamo le potenzialità grandangolari viste con la PowerShot SX420 IS precedentemente descritta, ma lo zoom sale a 50X, portando l'estensione sfruttabile fra 24mm e 1200mm se rapportati al formato pieno. Canon sottolinea per questo apparecchio una resa molto buona agli alti ISO, possibili grazie all'adozione di un sensore tutto nuovo da 20,9Mpixel di tipo CMOS abbinato all'ottimo processore di immagine DIGIC 6, ben più performante del DIGIC 4+.

Scontata la presenza di connettività Wi-Fi e NFC, meno le potenzialità video: si sale di livello rispetto al modello IS, in quanto si possono riprendere scene fino a 1080p a 60 frame al secondo, sfruttando il formato MP4 con audio stereofonico. Da segnalare la presenza di  sistemi di assistenza all'inquadratura più altri automatismi e ottimizzazioni per le immagini catturate. Lecito attendersi un prezzo più elevato ma tutto sommato nemmeno esoso: 380,00 Euro è la cifra riportata da Canon come indicativa. Entrambi i modelli saranno disponibili da febbraio 2016.


Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: metrino pubblicato il 07 Gennaio 2016, 11:38
Apertura massima F3.5 - F6.6 per la SX420 IS e F3.4 - F6.5 per la SX540 HS... non è proprio il massimo.

Io sono sempre alla ricerca di una fotocamera con zoom discreto ma non eccessivo (diciamo tra i 200mm e i 300mm equivalenti) ma con aperture tipo F2-F4. Secondo me è una scelta migliore di queste superzoom con così poca luce, che riescono a fare male il proprio lavoro sia in grandangolo che in tele, per quanti artifizi si possano tentare.

PS: la G3X ovviamente costa troppo, la panasonic FZ1000 è troppo grossa e la TZ70 è simile alle precedenti. Le serie RX della Sony hanno uno zoom troppo limitato
Commento # 2 di: Marok pubblicato il 07 Gennaio 2016, 15:25
Originariamente inviato da: metrino
Apertura massima F3.5 - F6.6 per la SX420 IS e F3.4 - F6.5 per la SX540 HS... non è proprio il massimo.

Io sono sempre alla ricerca di una fotocamera con zoom discreto ma non eccessivo (diciamo tra i 200mm e i 300mm equivalenti) ma con aperture tipo F2-F4. Secondo me è una scelta migliore di queste superzoom con così poca luce, che riescono a fare male il proprio lavoro sia in grandangolo che in tele, per quanti artifizi si possano tentare.

PS: la G3X ovviamente costa troppo, la panasonic FZ1000 è troppo grossa e la TZ70 è simile alle precedenti. Le serie RX della Sony hanno uno zoom troppo limitato


Prova a guardare la FZ300. 25-600 di lunghezza focale a F2.8 costanti per tutta la focale ed è pure piccola, certo che il sensore è quello che è.
E' uscita da poco, il modello precedente e molto più conveniente economicamente è l'FZ200 stessa focale e stessi 2.8 costanti.
Commento # 3 di: PietroGiuliani pubblicato il 07 Gennaio 2016, 17:16
Un altro modello ridicolo.

Per chi cerca zoom stile Super Ciofegon (18-2000mm f/1.4), meglio un 28-80mm o 24-120mm su un sensore migliore del solito 1/2.3", poi croppare e ingrandire con un buon algoritmo, magari adattivo.
Commento # 4 di: metrino pubblicato il 07 Gennaio 2016, 20:18
In realtà con quel sensore si riesce a scattare foto non rumorose fino a 400 ISO. Ho il problema di dover scattare foto indoor con relativamente poca luce (quella che entra dalle porte di una palestra) ad una distanza di 30 metri, soggetto in movimento.
L'altra richiesta è che sia più o meno tascabile, mi rendo conto diventa praticamente impossibile.
@PietroGiuliani mi consigli quindi una RX100 che con 20Mpixel potrei croppare raggiungendo i risultati di una 12 mpixel? può essere un'idea, la valuterò se non trovo alternative.
Commento # 5 di: letmealone pubblicato il 07 Gennaio 2016, 21:06
Originariamente inviato da: metrino
In realtà con quel sensore si riesce a scattare foto non rumorose fino a 400 ISO. Ho il problema di dover scattare foto indoor con relativamente poca luce (quella che entra dalle porte di una palestra) ad una distanza di 30 metri, soggetto in movimento.
L'altra richiesta è che sia più o meno tascabile, mi rendo conto diventa praticamente impossibile.
@PietroGiuliani mi consigli quindi una RX100 che con 20Mpixel potrei croppare raggiungendo i risultati di una 12 mpixel? può essere un'idea, la valuterò se non trovo alternative.


Fotografare in queste condizioni mi sembra davvero ai limiti delle capacità di una compatta, per quanto buona... non solo a livello di sensore ma anche di capacità di messa a fuoco rapida. IMHO anche una reflex avrebbe bisogno di una buona lente e un buon flash. Comunque un oggetto che si avvicina a quello che cerchi (compatta, sensore da 1 pollice, zoom esteso, lente relativamente luminosa) è la nuova Lumix TZ100, anche se per le tue esigenze la FZ1000 sarebbe senz'altro più adatta.
Commento # 6 di: metrino pubblicato il 08 Gennaio 2016, 09:51
Suggerimento illuminante !!! Grazie infinite.
Anche la portabilità per me è importante quindi la TZ100 (che mi era sfuggita tra i vari annunci) è perfetta. Il sensore da 1" dovrebbe consentire di utilizzare senza problemi ISO più elevati (a leggere gli annunci un ISO 800 non dovrebbe essere rumoroso) a compensare l'apertura in tele. L'apertura in grandangolo invece è già buona e l'estensione dello zoom è esattamente quella che mi serve (non è necessario un 18mm che deforma le immagini o un tele >300mm che mi fa perdere in apertura).
Le funzionalità di messa a fuoco e stabilizzazione, se danno un incremento anche solo della metà rispetto a quello che sembra, rispetto ai concorrenti, sono quello che serve per chiudere il cerchio.
Non si parla di RAW, wifi, NFC e altre funzionalità accessorie che non credo possano mancare.

PS: come prevedevo, trovata una preview in cui si confermano wifi e RAW, oltre al mirino elettronico (modello base, come per la TZ70) e lo schermo che consente la messa a fuoco tramite touch
BenQ Monitor