Nikon: vendite in forte calo, è necessario ripensare il progetto Nikon 1

Nikon: vendite in forte calo, è necessario ripensare il progetto Nikon 1

di Roberto Colombo, pubblicata il

“I dati di vendita Nikon fanno segnare un segno meno in quasi tutti i mercati ad eccezione di Cina e Giappone: l'inesorabile calo delle vendite di compatte è uno dei motivi, ma soprattutto c'è da ripensare il progetto mirrorless Nikon 1”

Momento difficile per Nikon: il colosso nipponico non è riuscito a raggiungere gli obiettivi di vendita prefissati in quasi tutti i mercati, fatta eccezione per la Cina e per il Giappone. Le motivazioni, secondo Nikon, vanno ricercate nelle condizioni stagnanti del mercato e nel continuo e inesorabile rallentamento delle vendite di fotocamere compatte. Addirittura queste ultime hanno visto un calo del 30% portando Nikon a rivedere al ribasso anche le stime dei prossimi mesi.

Sono tre le contromisure che Nikon ha deciso di prendere. La prima è accelerare lo sviluppo di nuove reflex entry level, segmento dove con un prodotto come Nikon D3100 la casa giallonera aveva raggiunto la cima delle classifiche, successo non del tutto bissato con il modello successivo, Nikon D3200.

Secondariamente saranno rivisti i piani nel segmento delle compatte: sebbene il market share negli ultimi anni sia andato aumentando, la caduta dei volumi di vendita ha portato a una contrazione delle vendite totali di compatte. Nikon è alla ricerca della soluzione per continuare a rendere questo segmento redditivo nonostante gli importanti cali.

Da ultimo viene il segmento delle mirrorless, quello in maggiore calo con più di mezzo milione di pezzi in meno: dopo il primo boom di vendite, supportato da una strategia marketing a tappeto molto aggressiva, le mirrorless Nikon 1 non sono state in grado di avviare un volano positivo e, probabilmente, con l'esaurimento delle campagne pressanti hanno visto scemare l'interesse degli utenti. Anche in questo caso Nikon sta riconsidereando il piano industriale del progetto Nikon 1, sarà interessante vedere quali saranno nei prossimi mesi i cambiamenti di rotta del colosso nipponico.


Commenti (20)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: mentalray pubblicato il 09 Agosto 2013, 12:35
Ormai la gente senza grosse pretese le foto le fà esclusivamente col telefono e visti gli ultimi moduli probabilmente ha senso evitare di spendere 100 euro per una compatta col sensore coriandolo. Le compatte premium sono state sempre un mercato di nicchia, 400 euro per un leggero miglioramento non valgono la pena, tanto vale buttarsi su una mirrorless o su una reflex. Nikon ha fatto la stupidaggine di andare a competere con le altre mirrorless sviluppandone una col sensore 4 volte piu' piccolo.
Commento # 2 di: Itachi pubblicato il 09 Agosto 2013, 12:56
no ma davvero?
chi se lo sarebbe mai aspettato

è strano che la gente non abbia voluto comprare una fotocamera che costa quando le altre mirrorless ma con un sensore 4 volte piu piccolo
davvero strano


a volte mi chiedo chi siano i geni del marketing dietro a queste cose
Commento # 3 di: demon77 pubblicato il 09 Agosto 2013, 12:57
Le nikon 1 non vanno forte semplicemente perchè in ambito mirrorless c'è di meglio a parità di prezzo!
Commento # 4 di: Cfranco pubblicato il 09 Agosto 2013, 12:58
La Nikon 1 è una schifezza e non basta certo il marchio davanti per venderla, alla Nikon hanno bevuto troppo quando hanno deciso le specifiche ( anche se mai quanto hanno bevuto in Pentax )
Commento # 5 di: FoxMolte pubblicato il 09 Agosto 2013, 13:17
E' evidente che colossi storici come Canon e Nikon abbiano sottovalutato l'evoluzione del mercato degli ultimissimi anni, riposandosi sugli allori, scontentando i propri clienti affezionati e puntando troppo sulle funzioni video (specie Canon)
Il mercato delle compatte è ormai "eroso" da quello dei cellulari/tablet (vedo molti simpatici personaggi fotografare col tablet).
Le migliori mirrorless sono di altri marchi.
Il segmento APS-C è fermo da anni (sono convinto che pure il nuovo sensore della 70d sarà una mezza delusione dal punto di vista puramente foto).
Il mercato full frame è ancora di nicchia, un pò per i prezzi, un pò perché non ci sono ancora corpi compatti che montino tale sensore.
Spero che un futuro pieno di competitors movimenti ancor di più il mercato.
Commento # 6 di: demon77 pubblicato il 09 Agosto 2013, 13:53
Originariamente inviato da: Cfranco
La Nikon 1 è una schifezza e non basta certo il marchio davanti per venderla, alla Nikon hanno bevuto troppo quando hanno deciso le specifiche ( anche se mai quanto hanno bevuto in Pentax )


In effetti è vero.
Parlando STRETTAMENTE DI MIRRORLESS, le scelte di Nikon e Pentax son state veramente infelici. Mi chiedo come possano aver pensato una roba el genere.

Non tanto per le macchine in sè, ma le marche concorrenti vantano caratteristiche decisamente migliori.
Commento # 7 di: aald213 pubblicato il 09 Agosto 2013, 14:04
Originariamente inviato da: Cfranco
La Nikon 1 è una schifezza e non basta certo il marchio davanti per venderla, alla Nikon hanno bevuto troppo quando hanno deciso le specifiche ( anche se mai quanto hanno bevuto in Pentax )


Le specifiche di per sé hanno un senso.

Un sensore troppo grande (e implicitamente, di ottima qualità avrebbe comportato troppi rischi per le macchine APS-C.

Il problema è che il sensore delle Nikon 1 ha una qualità scarsa, e i concorrenti hanno dimostrato che è possibile avere una qualità relativamente buona con 1".

Se la Nikon 1 avesse avuto un sensore paragonabile a quello che c'è nella Sony RX100, sarebbe stata una macchina "sensata" - una sorta di mirrorless compatta.
Commento # 8 di: aald213 pubblicato il 09 Agosto 2013, 14:06
Originariamente inviato da: FoxMolte
Il segmento APS-C è fermo da anni (sono convinto che pure il nuovo sensore della 70d sarà una mezza delusione dal punto di vista puramente foto).


Beh, dipende. Ho avuto una Nikon D5100 ed aveva un ottimo sensore (nella sua fascia), e la D5200 dovrebbe essere ancora meglio.
Quindi quella fascia di mercato si sta muovendo nella propria direzione. È che non hanno fatto nulla [di interessante] nel settore mirrorless.
Commento # 9 di: Cfranco pubblicato il 09 Agosto 2013, 14:09
Originariamente inviato da: demon77
In effetti è vero.
Parlando STRETTAMENTE DI MIRRORLESS, le scelte di Nikon e Pentax son state veramente infelici. Mi chiedo come possano aver pensato una roba el genere.

Non tanto per le macchine in sè, ma le marche concorrenti vantano caratteristiche decisamente migliori.

Sì certo, meglio specificare, le reflex Pentax ( e anche Nikon e Canon ) sono ottime
Ma Nikon 1, Pentax Q, Pentax K ( grossa come una reflex, costosa più di una reflex ed esteticamente orrenda ) e aggiungiamoci pure la Canon EOS M con l' autofocus troppo lento per fotografare i bradipi sono dei buchi nell' acqua.
Eos M e Pentax K hanno possibilità di essere corrette, Nikon 1 e Pentax Q no.
Commento # 10 di: Cfranco pubblicato il 09 Agosto 2013, 14:26
Originariamente inviato da: aald213
Le specifiche di per sé hanno un senso.

Un sensore troppo grande (e implicitamente, di ottima qualità avrebbe comportato troppi rischi per le macchine APS-C.

Il problema è che il sensore delle Nikon 1 ha una qualità scarsa, e i concorrenti hanno dimostrato che è possibile avere una qualità relativamente buona con 1".

Se la Nikon 1 avesse avuto un sensore paragonabile a quello che c'è nella Sony RX100, sarebbe stata una macchina "sensata" - una sorta di mirrorless compatta.


Mah
Non sono convinto
Il problema è all' origine, quando parte la progettazione di un prodotto devi decidere per prima cosa qual è il mercato a cui ti vuoi rivolgere, questo porta a impostare le caratteristiche tecniche, le dimensioni e i prezzi di riferimento.
Le mirrorless sono in competizione con le reflex entry level, la proprietà transitiva dice che se vuoi far concorrenza a un prodotto che fa concorrenza alle tue reflex entry level è ovvio che creerai una macchina che va a competere nello stesso mercato di queste ultime.
Il tentativo di fare qualcosa che assomiglia a una mirrorless ma che non è all' altezza di una reflex porta il prodotto a competere con le compatte premium, che però grazie al sensore di dimensione ridotta si risparmiano la baionetta e gli obiettivi intercambiabili e ci montano sopra uno zoom che copre qualsiasi esigenza con evidente risparmio di costi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor