M.Zuiko 300mm F4 IS Pro: doppia stabilizzazione fino a 6 stop

M.Zuiko 300mm F4 IS Pro: doppia stabilizzazione fino a 6 stop

di Roberto Colombo, pubblicata il

“L'ottica integra un sistema di stabilizzazione studiato per operare in cooperazione con quello presente nel corpo macchina, per offrire, secondo quanto dichiarato dal produttore giapponese, fino a tempi di posa di 6 stop più lunghi del normale”

Sembra che per i possessori di fotocamere Micro Quattro Terzi sia il momento di 'gettare lo sguardo oltre': dopo il telezoom LEICA DG VARIO-ELMAR 100-400mm F4.0-6.3 ASPH, presentato da Panasonic, il CES di Las Vegas è stato la vetrina anche per la presentazione, da parte di Olympus, del nuovo l’M.ZUIKO DIGITAL ED 300mm 1:4.0 IS PRO. Anche in questo caso siamo di fronte a un obiettivo che punta su temi come compattezza, leggerezza, stabilizzazione e qualità. Nonostante le mirrorless su cui per vocazione verrà utilizzato, quelle della serie OM-D E-Mx, siano stabilizzate sul sensore con un sistema a 5 assi, l'ottica integra anch'essa un sistema di stabilizzazione: quest'ultimo è studiato per operare in cooperazione con quello presente nel corpo macchina, per offrire, secondo quanto dichiarato dal produttore giapponese, fino a tempi di posa di 6 stop più lunghi del normale.

un obiettivo che punta su compattezza, leggerezza, stabilizzazione e qualità

Sulla bilancia l'obiettivo fa segnare 1.270 kg di peso e ha una lunghezza complessiva di 22,7 centimetri. Sul barilotto sono presenti tre comnadi: il commutatore che attiva o meno la stabilizzazione ottica, quello per limitare le distanze di messa a fuoco (tutto l'intervallo oppure 1.4-4m e 4m-Infinito), oltre a un tasto funzione personalizzabile con una delle 27 funzioni assegnabili. L'ottica ha una distanza minima di messa a fuoco di 1,4 metri, permettendo così anche di ottenere scatti ravvicinati con un rapporto di ingrandimento di 0,48x. Adatto ad accompagnare le mirrorless tropicalizzate, il nuovo 300mm F4 non teme acqua e polvere, come si addice a un obiettivo che ha nella caccia fotografica una delle sue vocazioni principali. L’M.ZUIKO DIGITAL ED 300mm 1:4.0 IS PRO sarà disponibile in versione black a partire dal prossimo mese di marzo 2016 a 2.599 euro: si tratta di un prezzo in assoluto abbastanza alto, ma decisamente più abbordabile di quello di un 600mm F4 per fotocamere pieno formato, a cui in termini di focale è equivalente.


Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: roccia1234 pubblicato il 08 Gennaio 2016, 09:56
Interessantissima la "collaborazione" tra i due stabilizzatori.

Sono proprio curioso di vedere qualche prova sul campo.
Commento # 2 di: CrapaDiLegno pubblicato il 08 Gennaio 2016, 11:56
Mirrorless e caccia fotografica.... come comprare una Panda e pretendere di andare a correre in pista...
Mi chiedo il senso di comprare una macchina fotografica senza specchio, quindi con tutti gli svantaggi che questo porta per lo scatto (ma non per il prezzo), con un sensore piccolo per risparmiare sulle dimensioni e i pesi (ma non sul prezzo) e poi comprare 2.500 euro di ottica per fare il lavoro di una reflex.
Mah.
Giusto per dire "Ho tanto soldi e voglio buttarli via".
Commento # 3 di: ziozetti pubblicato il 08 Gennaio 2016, 12:25
Originariamente inviato da: Redazione]si tratta di un prezzo in assoluto abbastanza alto, ma [B]decisamente più
per fotocamere pieno formato, a cui in termini di focale è equivalente.

Graziearca, c'è un sacco di vetro in meno.
Commento # 4 di: roccia1234 pubblicato il 08 Gennaio 2016, 13:35
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Mirrorless e caccia fotografica.... come comprare una Panda e pretendere di andare a correre in pista...
Mi chiedo il senso di comprare una macchina fotografica senza specchio, quindi con tutti gli svantaggi che questo porta per lo scatto (ma non per il prezzo), con un sensore piccolo per risparmiare sulle dimensioni e i pesi (ma non sul prezzo) e poi comprare 2.500 euro di ottica per fare il lavoro di una reflex.
Mah.
Giusto per dire "Ho tanto soldi e voglio buttarli via".


Arrivare a 600mm con apertura f/4 stando abbondantemente sotto i 2kg
Arrivare a 600mm con apertura f/4 con un insieme lungo poco più di 25 cm e di larghezza "umana".
Arrivare a 600mm mantenendo un'apertura di f/4 e spendendo meno di 3500€ tra corpo e ottica (oly E-m1) che tra qualche mese scenderanno sotto i 3000€ per il fisiologico calo di prezzo.
Essendo f/4 dovrebbe essere tranquillamente moltiplicabile almeno 1,4x (se esistono i TC u4/3, boh) arrivando ad 840mm f/5.6 .

Le alternative DSLR sarebbero FF + 600 f/4 (costo e peso astronomico) oppure aps + 300 f/2.8 moltiplicato o il 400 f/4 DO di canon (costo e peso inferiori ma pur sempre molto più elevati).
Non parlo neanche del confronto con un 800 f/5.6 FF o equivalente aps.

Ti pare poco?

Riguardo l'AF, le mirrorless stanno facendo passi da gigante. Certo, non sono a livello di DSLR top di gamma, ma non hanno più nulla a che vedere con i primi AF a contrasto.

Originariamente inviato da: ziozetti
Graziearca, c'è un sacco di vetro in meno.


Eh già, alla fine è un 300 f/4... e costa pure non poco per essere un 300 f/4.
Commento # 5 di: smashing pubblicato il 08 Gennaio 2016, 13:55
concordo con roccia1234. certo che se riuscivano a contenere prezzi e pesi forse era meglio, ma stando alle prime recensioni che girano in rete sembra un gran pezzo di vetro!
6 stop di stabilizzazione poi...

in ogni caso mi sfugge perchè lo specchio in meno dovrebbe comportare svantaggi per fare le foto O_O e anche perché le dimensioni dovrebbero essere proporzionali a prezzo, boh! E' una lente per un certo tipo di utenza che di sicuro ha fatto i suoi conti per abbracciare questo sistema. Questo genere di lenti mancava, ed ora c'è, fine.
Commento # 6 di: roccia1234 pubblicato il 08 Gennaio 2016, 14:06
Originariamente inviato da: smashing
concordo con roccia1234. certo che se riuscivano a contenere prezzi e pesi forse era meglio, ma stando alle prime recensioni che girano in rete sembra un gran pezzo di vetro!
6 stop di stabilizzazione poi...

in ogni caso mi sfugge perchè lo specchio in meno dovrebbe comportare svantaggi per fare le foto O_O e anche perché le dimensioni dovrebbero essere proporzionali a prezzo, boh! E' una lente per un certo tipo di utenza che di sicuro ha fatto i suoi conti per abbracciare questo sistema. Questo genere di lenti mancava, ed ora c'è, fine.


Lo svantaggio penso sia principalmente per il sistema AF. Le ML hanno fatto passi da gigante e raggiunto un ottimo livello... ma sono ancora inferiori alle DSLR, almeno a quelle di alto livello attuali.
Commento # 7 di: smashing pubblicato il 08 Gennaio 2016, 14:13
per carità su questo non ci piove, ma com'è scritta la frase sembra un po' generica...
Commento # 8 di: roccia1234 pubblicato il 08 Gennaio 2016, 14:27
Originariamente inviato da: smashing
per carità su questo non ci piove, ma com'è scritta la frase sembra un po' generica...


Si, forse intendeva anche altro... ad esempio, mi viene in mente ora, la durata della batteria.

Schermo e sensore sempre accesi (mirino elettronico), af in funzione, DUE stabilizzatori...
Commento # 9 di: AleLinuxBSD pubblicato il 08 Gennaio 2016, 16:09
Originariamente inviato da: roccia1234
Interessantissima la "collaborazione" tra i due stabilizzatori.

Che, come accade in casa Panasonic, risulterà esclusiva solo di alcuni modelli Olympus.
Quindi supponendo che sia qualcosa di davvero utile, l'utilizzo pieno effettivo non sarà condiviso tra Olympus e Panasonic.
E questa cosa, specie per questi prezzi, direi che mi infastidiscono abbastanza, considerando la condivisione del medesimo standard m43.
Commento # 10 di: genesi86 pubblicato il 08 Gennaio 2016, 16:14
Originariamente inviato da: roccia1234
Lo svantaggio penso sia principalmente per il sistema AF. Le ML hanno fatto passi da gigante e raggiunto un ottimo livello... ma sono ancora inferiori alle DSLR, almeno a quelle di alto livello attuali.


Con i "penso" però non si va da nessuna parte. La Oly OMD M1, giusto per citarne una, ha un autofocus ibrido (fase+contrasto) che non è secondo a nessuno, puoi persino montare ottiche per vecchie 4/3 (che erano dotate di specchio), senza perdere velocità con l'AF.

Nel frattempo che questa legenda sull'AF va avanti, le micro 4/3 sono arrivate a teleobiettivi con 6 stop veri di stabilizzazione, con meno della metà dei pesi e con lo scatto 4K che ti permette tranquillamente di stampare in A3 e di scegliere il "momento perfetto" (lo so, è poco fotografico, ma al committente tutto ciò non interessa).

Ma meglio così, queste dicerie mi aiutano a vendere più foto
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor