Mamiya e Leaf si fondono: ecco il nuovo player del medio formato

Mamiya e Leaf si fondono: ecco il nuovo player del medio formato

di Roberto Colombo, pubblicata il

“I due esperti del medio e grande formato danno vita a un marchio unico per rinnovare la sfida ai concorrenti come Hasselblad”

Nei giorni scorsi Mamiya Digital Imaging, noto produttore di fotocamere medio formato e di ottiche per questo tipo di sistemi e Leaf Imaging Ltd., altrettanto noto produttore di dorsi digitali per i mercati del medio e grande formato, hanno annunciato di aver creato il marchio globale Mamiya Leaf.

Si tratta di un'operazione che mira a rafforzare entrambi i marchi, in un mercato, come quello del medio formato, che negli ultimi anni ha visto un buon fermento, ma anche una concorrenza crescente da parte delle reflex full frame da studio.

La sinergia tra Leaf e Mamiya passa dall'integrazione delle linee di prodotti, della ricerca e sviluppo e di tutto ciò che concerne distribuzione e supporto. Le frecce a disposizione nella faretra di Mamiya Leaf vedono quindi ora una ampia gamma di sistemi medio formato da 22 a 80 megapixel, con le fotocamere in carico per quanto concerne al produzione a Mamiya e i dorsi a Leaf. Completano il quadro le ottiche Mamiya per l'uso con otturatori sul piano focale e quelle disegnate da Schneider-Kreuznach con otturatore centrale.

Sarà interessante vedere cosa nascerà in termini di nuovi prodotti dall'unione delle due aziende, sicuramente indirizzate a gettare il guanto della sfida a concorrenti come Hasselblad.


Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: AleLinuxBSD pubblicato il 18 Gennaio 2012, 19:15
Qualcuno è preoccupato del fatto che siano spariti riferimenti ai corpi a pellicola nei siti, dopo la fusione.
BenQ Monitor