Lytro Illum: arriva in Italia la Light Field Camera professionale

Lytro Illum: arriva in Italia la Light Field Camera professionale

di Roberto Colombo, pubblicata il

“Mettere a fuoco dopo aver scattato? Con Lytro Illum è possibile. Arriva anche in Italia la Light Field Camera professionale, che permette di giocare con la messa a fuoco a posteriori sul PC per effetti creativi davvero interessanti”

Arriva ufficialmente in Italia Lytro Illum, la Light Field Camera professionale: dopo la prima generazione di fotocamere dedicate a un pubblico consumer Lytro aveva presentato anche la versione dedicata a un pubblico più avanzato sotto il profilo fotografico.

Con un sensore da 40 megarays e un particolare sistema di microlenti la macchina riesce a riprendere intensità e colore, ma anche direzione dei raggi luminosi che passano per l'obiettivo, ricostruendo una mappa delle profondità degli oggetti ripresi. È un processore Qualcom Snapdragon 800 l'organo deputato a gestire i dati in arrivo dal sensore per ricostruire la posizione degli oggetti nello spazio. In questo modo riprende foto su cui è possibile decidere a posteriori la messa a fuoco, con grande flessibilità.

Le foto finali hanno una risoluzione generalmente di 4 megapixel, che ne limita l'uso soprattutto a progetti con visualizzazione digitale, mentre per la stampa forse dovremo attendere gli sviluppi futuri. Il prodotto dal vivo è molto interessante e apre scenari creativi sconosciuti. Ottenere i migliori risultati non è semplice come si potrebbe pensare, bisogna rivedere alla radice il modo con cui si pensa la fotografia, si inquadra e si scatta. Viene in aiuto in questa fase il bottone cha attiva in tempo reale una visulizzazione della mappa delle profondità, per capire quanto e come si potrà poi giocare con il punto di messa a fuoco e la profondità di campo in fase di visualizzazione. La fotocamera ha ottica zoom 8x con focale equivalente 30-250mm F2 e sensore da 40 megarays: ossia un sensore da 40 megapixel che grazie al sistema di microlenti registra 40 milioni di informazioni sui raggi che passando per l'obiettivo raggiungono il sensore.

Lytro Desktop è il software gratuito dedicato alla gestione dei RAW prodotti dalla macchina. Con esso è possibile agire sullo scatto esattamente come si fa con un RAW di qualsiasi altra fotocamera, potendo però giocare liberamente con la messa a fuoco: si può decidere che diaframma simulare (tra F1.0 e F16) e in quale punto mettere a fuoco, ma anche decidere in modo arbitrario la profondità di campo, mantenendo comunque magari per lo sfondo un effetto sfocato tipico di una foto scattata a F1.0. Inoltre le foto possono anche essere visualizzate con effetto 3D. Il software permette anche di combinare gli effetti 3D e quelli della messa a fuoco flessibile per creare brevi filmati dal risultato molto interessante. La fotocamera è in vendita presso la rete dei rivenditori specializzati legati al distributore Fowa al prezzo di €1.299.

[HWUVIDEO="1756"]Lytro Illum: arriva in Italia la Light Field Camera professionale[/HWUVIDEO]

Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Atarix71 pubblicato il 27 Marzo 2015, 13:11
ora... insomma... chiamare professionale una camera che scatta foto appena decenti (le sono piombate addosso critiche notevoli proprio per la scarsa qualita' delle immagini finali) solo per il fatto che puoi variare la messa a fuoco dopo lo scatto mi pare un po' azzardato non credete?
E' un giocattolino divertente, ma i professionisti la guardano con simpatia, non molto di piu'...
Commento # 2 di: Tedturb0 pubblicato il 27 Marzo 2015, 13:25
1299...
vabe che nella silicon valley sono nella nuova bolla, e si continuano ad iniettare capitali in startup senza futuro, ma qui si esagera..
Commento # 3 di: AleLinuxBSD pubblicato il 27 Marzo 2015, 13:28
Chissà quanto tempo dovrà ancora passare prima che questa tecnologia riesca a ritagliarsi una nicchia di mercato.
Detto in altri termini spero non faccia la fine delle fotocamere Sigma ... che per quanto risultino valide, presentano così tanti limiti importanti, da non potere essere considerate alternative generaliste rispetto alle soluzioni tradizionali.
Commento # 4 di: Rubberick pubblicato il 27 Marzo 2015, 13:37
Io lo vedo personalmente come un prodotto di nicchia, utile in applicazioni particolari non come futuro della fotografia in generale, almeno non ora.. tra 10 anni forse e mi auguro di no.
Commento # 5 di: demon77 pubblicato il 27 Marzo 2015, 16:29
Io posso capire che a livello di uso professionale possano esserci situazioni per cui scattare foto per poi decidere dopo la messa a fuoco dei soggetti può fare comodo (es. fotoreporter in situazioni diffcili dove scatti come puoi).. ma a patto che la fotocamera sia anche in grado di competere a livello di qualità fotografica con una fotocamera normale.

E qui mi pare proprio che non ci siamo..
Commento # 6 di: danylo pubblicato il 27 Marzo 2015, 19:06
30-250mm non e' un escursione focale molto utile.
Commento # 7 di: opelio pubblicato il 27 Marzo 2015, 19:29
Originariamente inviato da: demon77
Io posso capire che a livello di uso professionale possano esserci situazioni per cui scattare foto per poi decidere dopo la messa a fuoco dei soggetti può fare comodo (es. fotoreporter in situazioni diffcili dove scatti come puoi).. ma a patto che la fotocamera sia anche in grado di competere a livello di qualità fotografica con una fotocamera normale.

E qui mi pare proprio che non ci siamo..


Non ci crederai ma la fotografia non è solo nitido e pulito. Capisco la difficoltà a capirlo (vista la tua galleria) ma dai, uno sforzo su....
Consiglio di frequentare meno il forum (tablet e smartphone compresi) e dedicare 10 minuti alla ricerca di un buon corso di fotografia, base ovviamente
Commento # 8 di: zoeid pubblicato il 27 Marzo 2015, 21:59
Originariamente inviato da: danylo
30-250mm non e' un escursione focale molto utile.

tutto a f2 ?
quanto grande è il sensore di questa Lytro !!=?
Commento # 9 di: Atarix71 pubblicato il 28 Marzo 2015, 07:35
@opelio
potresti postarci qualche tuo esempio di foto? No perche' a seguito del tuo commento ho dato un'occhiata alla galleria di demon77 e non mi pare l'ultimo arrivato, soprattutto alcuni scatti denotano un senzo dell'immagine notevole, mentre il tuo commento non lascia ben sperare... Intendo firse che la fotografia e' anche (soprattutto - mia opinione) cogliere l'attimo e la illum ti permette di non mancare mai il fuoco? Beh se sei un buon fotografo il fuoco non lo perdi neanche con una reflex manuale, e' una delle prime lezioni che ti impartiscono in un qualsiasi corso di fotografia... ;-)
Queste light field camera vanno bene per chi non sa fare foto, puntano, scattano a caso, fregandosene di tempi, apertura, contrasti (sai vero che a maggior chiusura di diaframma aumenta e non di poco il contrasto vero?), regola dei terzi e poi sul computer elaborano una immagine dalla qualita' ridicola (per non offendere) decidendo cosa va a fuoco e via discorrendo, facile no? Un conto e' uno scatto in raw che puoi risistemare in post (il procedimento e' assimilabile a cio' che adams ha cercato di far capire alla massa di fotografi zucconi con il suo sistema zonale e comunque a tutto quello che accade in camera oscura) ed un conto e' scattare senza criterio che tanto faccio tutto con il computer...
Perche' sminuire il lavoro di qualcun'altro solo perche' non ci piace il suo commento? ;-)
Commento # 10 di: romerservice pubblicato il 28 Marzo 2015, 10:24
Ognuno si ritiene grande per quel (poco) che sa.

La tecnologia Lytro offre la possibilità di poter focheggiare in post produzione e questo sembra che lo abbiano capito tutti. Ciò che invece è difficile da capire sono le varie applicazioni di questa tecnologia. È chiaro che, per il fotografo professionista, il vantaggio di poter focalizzare in PP su uno scatto di 4 Mp risulti alquanto banale ma ci sono dei campi dove questa possibilità è molto apprezzata. Un banale esempio potrebbe essere scattare una foto "al volo" dove vi sia un soggetto in primo piano ed un secondo molto lontano, in una condizione di scarsa luminosità. Sfido qualsiasi fotografo professionista, con tutti gli automatismi del caso, ad individualizzare la corretta terna iso-tempi-diaframma affinché entrambi i soggetti restino perfettamente a fuoco. Il poter focalizzare in PP permette di estrapolare uno scatto con il primo soggetto a fuoco ed un secondo con il secondo soggetto a fuoco, per poi sovrapporli in una foto definitiva. Ribadisco che questo è solo un banale esempio ma le applicazioni potrebbero essere svariate.
In ultimo un consiglio: non denigrate il prossimo, anche se a voi sembra che abbia detto una cavolata, non ci si fa mai una bella figura e si rischia di risultare antipatici.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor