Lenti a contatto con fotocamera integrata nel futuro di Google

Lenti a contatto con fotocamera integrata nel futuro di Google

di Nino Grasso, pubblicata il

“La USPTO ha pubblicato un brevetto appartenente a Google: all'interno dei documenti si scopre la tecnologia alla base di future e potenziali lenti a contatto con modulo fotografico integrato”

L'introduzione dei Google Glass nella società ha portato al compimento di una serie di riflessioni più o meno fondate per quanto riguarda la privacy, e non solo. Oltre a tutto quello che riguarda l'aspetto della sicurezza (ad esempio alla guida), attraverso l'uso degli occhiali smart è possibile registrare video (o scattare foto) senza che il soggetto inquadrato ne sia al corrente.

I Google Glass, ad oggi progetto avveniristico, sono solo l'inizio di un processo di miniaturizzazione che non vede confini. La società di Mountain View aveva annunciato a gennaio un progetto per lenti a contatto con sensori, attraverso le quali poter, ad esempio, calcolare il valore di glucosio nel sangue dell'utente.

Google, lenti a contatto con fotocamera

In base ad un nuovo brevetto pubblicato da Google, la società starebbe vagliando la possibilità di inserire un intero modulo fotografico all'interno delle lenti a contatto. Le finalità di un prodotto simile sono molteplici: un utente con specifiche disfunzioni alla vista potrebbe, ad esempio, riuscire ad analizzare meglio gli ostacoli sul percorso in atto o, in casi più estremi, le lenti potrebbero essere collegate ad uno smartphone in modo da lanciare un segnale acustico quando è possibile attraversare la strada senza rischi.

Sebbene dal punto di vista medico prodotti di questi tipo riescano a migliorare estremamente la qualità della vita per alcune tipologie d'utenza (come quelle appena evidenziate), è ormai d'obbligo compiere alcune considerazioni dal punto di vista della privacy. Le lenti a contatto "fotografiche" potrebbero permettere scatti e registrazioni assolutamente invisibili per gli utenti coinvolti, soprattutto se un prodotto di questo tipo venisse introdotto nel mercato consumer.

Si tratta di un'eventualità che appare ad oggi comunque lontana. Google non ha ancora ufficializzato alcun dispositivo facente uso delle tecnologie apparse nelle proprietà intellettuali discusse nel brevetto, e crediamo che un possibile rilascio sia ancora ben distante da adesso. Per maggiori informazioni è possibile consultare il brevetto in questa pagina.


Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: MadMax of Nine pubblicato il 16 Aprile 2014, 12:24
Sembra un upgrade di quelli di Syndicate
Commento # 2 di: maxmax80 pubblicato il 16 Aprile 2014, 14:30
madddaaaiii, qua siamo nel campo della fantascienza
Commento # 3 di: Venturer pubblicato il 16 Aprile 2014, 20:48
E invece.....sarà molto probabilmente l'evoluzione ultima che sta alla base del concetto dei Google glass. Tempo una ventina di anni massimo e avremo lenti a contatto con un sistema che proietta hud e altre immagini sulla retina e che ha come fonte di energia il calore prodotto dal corpo stesso. Davvero alla "Terminator".

Negli anni 80' molti avrebbero pensato l'avvento di cellulari con schermo tattile al limite della fantascienza....come per molte altre cose oggi disponibili. Fantascienza è solo quello che la tecnologia ha ancora in stato embrionale!
Commento # 4 di: Lian_Sps_in_ZuBeI pubblicato il 17 Aprile 2014, 02:21
per me era fantascienza anche nel 2002 i cellulari touchscreen ,
comunque io aspetto lo skate volante alla back to future
BenQ Monitor